MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

lunedì, maggio 29, 2006

A grande richiesta...


Un uomo entra in pasticceria e, non nascondendo per nulla il suo vistoso tic all'occhio destro, attira l'attenzione del commesso.
-Scusi?
-Si, mi dica.
-Vorrei una torta per martedì prossimo.- dice l'uomo continuando ad ammiccare, seppur involontariamente. Il commesso, un po' interdetto, annuisce e conferma all'uomo la sua prenotazione.

Il martedì seguente l'uomo dal tic all'occhio si ripresenta in pasticceria ed educato come al solito si rivolge al commesso.
-Salve, sono venuto a prendere la torta.
Il commesso, stupito, cade dalle nuvole.
-Scusi, quale torta?
E l'uomo, tranquillo:
-La torta che ho ordinato sabato scorso.
Il commesso realizza solo in quel momento l'identità dell'uomo.
-Oh, la torta... si ma, vede, lei stava facendo l'occhiolino, e io pensavo che scherzasse!
L'uomo, alza il braccio verso l'occhio, blocca le palpebre con le dita e guarda dritto in faccia il commesso.
-Vaffanculo!
E poi esce tranquillo.

Barzelletta gentilmente concessa dalla FiloComicProductions


Valete

domenica, maggio 28, 2006

L'angolo della Franzoni

Special Guest Star: Joseph Ratzinger

Papa Ratzinger è in visita solenne ad Auschwitz.
Come se Annamaria Franzoni tornasse a Cogne per il weekend.

sabato, maggio 27, 2006

Progetto: sex-machine


-Penso che ora debba ucciderti.

Queste sono le ultime parole che riuscì a sentire il dottor Deblanovic prima che lo colpissi alla testa con lo spazzolino del vater. Mentre il suo sangue sgorgava e veniva assorbito da quel vampiro del tappetino di spugna, io trovai giusto giusto il tempo per controllare la posta su internet. Il mio piano stava funzionando. L'e-mail del centro estetico "So' bbono, quanto so' bbono" di Ostia mi confermo la mia intuizione: i maschi della terra stavano migrando verso le beauty farm, verso i solarium, verso le sale-depilazioni e si facevano ricoprire di creme e sostanze che neanche si sognavano di concepire. Sostanze che a lungo andare avrebbero preso piede nel loro organismo, si sarebbero servite delle cellule epidermiche per raggiungere gli abissi del loro corpo, fino ai testicoli, rendendoli completamente sterili. In più li avrebbero resi dipendenti da esse. Finalmente potevo avere campo libero. Quale donna, sapendo che sarei rimasto il solo uomo carico di seme sulla terra, avrebbe voluto resistermi? Fu lì che mi venne l'idea: creare un virus che inoculato alle femmine provocasse loro centinaia di orgasmi al giorno.
Avrei risolto una volta per tutte il "falso problema" dell'eiaculazione precoce. Quindi non solo l'unico uomo fecondo, ma anche l'unico capace di soddisfarle decine e decine di volte di seguito.
-Vulva, questa volta hai perso.- pensai.

Oggi sono qui e nel blog trovo un commento che mi fa pensare. Possibile che qualcuno abbia scoperto il mio terribile piano per conquistare il mondo femminile? Possibile che un infiltrato sia riuscito ad entrare nei miei files personali? Possibile che io stia rischiando di precipitare fino in fondo al barile della mia dignità?
Ma soprattutto: possibile che mi sia inventato tutto?

Beh, scusate, ma ognuno le seghe se le fa come cazzo gli pare.

Valete.

lunedì, maggio 22, 2006

Ricorrenze letterarie

Ma chi cacchio è l'uomo nella foto, direte voi?

Ma è elementare, Watson.

I baffetti appuntiti nella fotografia appartengono nientepopodimenoche (si scrive così no?) all'emerito e fondamentale Sir Arthur Conan Doyle, già creatore del detective dalle sinapsi irrefrenabili Sherlock Holmes.


Valete.

Malattie

Gb, ragazza malata di orgasmi

"Ne ho 250 al giorno, non mi pesa"

Non è una barzelletta ma realtà scientificamente provata: Ellie Allen, un'avvenente brunetta 28enne londinese, racconta al settimanale News of the World di soffrire della Sindrome di eccitamento sessuale permanente (Psas). In pratica la giovane ha qualcosa come 250 orgasmi al giorno, uno ogni 5 minuti. Una malattia che però non le pesa: "Il difficile è trovare un uomo che riesca a stare al mio passo".

Notizia TGCOM

E io che pensavo di essere il solo.

Valete.

sabato, maggio 20, 2006

Verità cardinali

Si avvicina l'estate, l'umidità cresce e con essa crescono anche i prezzi degli ombrelloni della riviera. Ci avviciniamo al prossimo referendum (25 giugno) senza però avere nemmeno una vaga idea sull'argomento in questione: gli sguardi smarriti della gente, l'apprensione nelle parole di tua madre, la nonna che non trova la dentiera, la paura di uscire di casa, sono i segnali che, anche questa volta, noi Italiani abbiamo il vitale bisogno di lui, del nostro salvatore. Don Camillo!

Una delegazione di persone comuni, capitanate da una casalinga di Voghera con un occhio di vetro di nome Nora, è andata in pellegrinaggio alla dimora del guru Ruini per avere risposte sull'avvenire del paese.
- O onniscente cardinale! Chiediamo con umile reverenza spiegazioni sul prossimo referendum.

Don Camillo smise di praticare il suo passatempo preferito (nuotare in una vasca piena di denaro producendo fragorose risate) e fluttuando nell'aria, si affacciò al balcone di casa.
Il tempo che passò prima della risposta sembrava un'eternità. Poi il cardinale fece per aprir bocca e le persone sotto di lui si chiusero in uno ieratico silenzio. All'improvviso queste parole uscirono dalla sua bocca.

- Non ho risposte. - e rientrò.

Ai vaffanculo della gente seguirono un lancio di sottosegretari dell'UDEUR rivolto alla finestra del cardinale.
A quel punto Ruini non poteva astenersi (strano no?) dal dare delle risposte, e uscito di nuovo, iniziò il suo monologo.

- Fratelli, dovete ricordare che la cosa più importante è la famiglia. Quindi dite NO ai pacs, utili solo alle coppie omosessuali, e favorite la famiglia della tradizione. Dare dei diritti alle coppie omosessuali, per una regola buffa della quale mi sfugge anche la logica, ma che Ratzinger si diverte a ripetere all'infinito, toglie dei diritti alla famiglia tradizionale. Dobbiamo batterci perchè i valori cattolici vengano promossi nel nostro stato, formato in gran parte da omosessuali che vogliono i pacs, non pensando ai diritti della famiglia tradizionale, che non è omosessuale, ma non-omosessuale. No all'omosessualità con più diritti! In fondo gli omosessuali sono stati bistrattati negli ultimi 7000 anni, che differenza fa un altro secolo? Viva la famiglia.

Dal pubblico un'obiezione si erse.
- Ma se è così importante la famiglia, perchè lei, che suppungo essere eterosessuale (?) ha scelto di non crearne una?

- Guardi lei, che fa tanto il sapientone, avere una famiglia è una bella rottura di palle! E porta i figli a scuola, e cambia il pannolino, e vai a lavorare... OH! Se ho fatto il cardinale è perchè voglio poche rotture di coglioni. Non ho figli da accudire e il mio lavoro consiste nel dire la mia opinione e indossare questi stupidi cappelli. Altro che lei, lurido sfigato che non è altro. E poi Bertinotti non capisce una sega!"

- Mi scusi, ma questo cosa centra?

- Niente, ma Ratzinger mi aveva promesso un bonus di mille euro nello stipendio se lo avessi detto.

Valete.

mercoledì, maggio 17, 2006

L'angolo della Franzoni

Il tribunale dei minori di Bologna ha stabilito che Annamaria Franzoni è un'ottima madre.
Era Samuele ad essere una fottuta testa di cazzo.

Il giudizio è stato espresso all'unanimità dall'intera commissione: Marylin Manson, Satana, Godzilla, Erode e Cesare Previti.

Governo, questo sconosciuto

E' passato tanto di quel tempo (paragonabile solo a quello che impiega Giuliano Ferrara a digerire il cenone di natale) che noi poveri italiani ce ne eravamo quasi dimenticati. Dopo le elezioni stavamo aspettando l'insediamento del nuovo governo, quando tutt'ad un tratto si sono accorti che c'era da eleggere anche il presidente della repubblica. Fatto anche quest'ultimo ruttino, oggi il mortadellone nazionale ha reso pubblica la lista dei ministri che, a dir la verità, ricorda di più un elenco delle vittime di un'indicente aereo, dato l'anonimato degli individui.

Ecco a voi il PRODI BIS:

Presidente del Consiglio: Romano Prodi. Lo sapevamo. Non ci si può lamentare adesso.
Vicepresidenti: Massimo D'Alema e Francesco Rutelli.

Esteri: Massimo D'Alema. I baffetti non ci sono mai piaciuti.

Beni culturali: Francesco Rutelli. Anche se con delle riserve. Per Rutelli le puttane nella tuscolana e i tizi vestiti da centurioni intorno al colosseo sono beni culturali.

Interno:
Giuliano Amato. Ha reagito con discrezione e calma, ma ancora non è stato avvertito.

Giustizia: Clemente Mastella. Mastella il gelataio alla giustizia. Lo so, fa ridere. Ma se pensiamo che prima di lui c'era Castelli... no, scusate, fa ridere lo stesso.

Difesa:
Arturo Parisi. Ha la faccia di uno a cui è appena esplosa una bomba a pochi metri: i capelli alla Ratzinger, lo sguardo smarrito e sembra essere sordo. Soltanto che in genere i sopravvissuti ad un'esplosione perdono le sopracciglia, a lui invece sono ricresciute. Esplosione nucleare.

Economia e finanze:
Tommaso Padoa Schioppa. Con un cognome del genere, chissenefrega dell'economia!

Sviluppo economico:
Pierluigi Bersani. Evvai! Un altro bello!

Infrastrutture:
Antonio Di Pietro. Checchè se ne dica, Antonino Di Pietro da Vespa fa sempre la sua bella figura. Ma solo un'ora prima della trasmissione, quando in studio ci sono lui e la brezza mattutina.


Trasporti:
Alessandro Bianchi. Prodi si è svegliato di soprassalto dopo una lunga dormita. Grida: - Cazzo, non ho il ministro dei trasporti! - il caso volle che si fosse addormentato in autobus, a fianco dell'autista. E chi era l'autista? Bianchi!

Politiche agricole, alimentari e forestali:
Paolo De Castro. Prodi si è svegliato di soprassalto dopo una lunga dormita. Grida: - Cazzo, non ho il ministro delle politiche agricole! - il caso volle che si fosse addormentato durante una visita alla tomba della madre. E chi stava sistemando i fiori della lapide accanto? De Castro!

Lavoro e previdenza sociale:
Cesare Damiano.
Prodi si è svegliato di soprassalto dopo una lunga dormita. Grida: - Cazzo, non ho il ministro del lavoro! - il caso volle che si fosse addormentato sopra ad uno sconosciuto all'ufficio postale. E chi era lo sconosciuto? Damiano!

Comunicazioni:
Paolo Gentiloni. E' definito il "braccio destro di Rutelli", ovvero quello che gli fa le pugnette.

Salute: Livia Turco. E' meglio che pensi alla sua di salute. Cacchio, sembra il cane dell'Annina (quello brutto)!

Istruzione:
Giuseppe Fioroni.
Prodi si è svegliato di soprassalto dopo una lunga dormita. Grida: - Cazzo, non ho il ministro dell'istruzione! - il caso volle che si fosse addormentato durante una lezione in università. Lo svegliò un inserviente. Chi era l'inservi... basta.

Universita' e ricerca: Fabio Mussi. Super Mario all ministero dell'Università. Io propongo Sonic ai rapporti col parlamento.

Solidarieta' sociale:
Paolo Ferrero. Prodi sperava nel fratello, Rocher, ma era impegnato ad entrare nella bocca di una nobildonna vestita di giallo.

Ambiente:
Alfonso Pecoraro Scanio. Un verde all'ambiente. Quando Prodi si accorgerà di aver fatto un abbinamento giusto, cadrà il governo.

MINISTRI SENZA PORTAFOGLIO (=DAI, CI SCAPPA UN CONTENTINO)
Vannino Chiti, Luigi Niccolais,
Linda Lanzillotta, Emma Bonino, Giulio Santagata, Barbara Pollastrini, Giovanna Melandri, Rosy Bindi. Altra banda di emeriti sconosciuti (quasi). Infatti Chiti, Niccolais, e Santagata sono meglio conosciuti come i BaldanBemboys una cover band di Baldan Bembo. Lanzillotta e Pollastrini hanno partecipato a "Velone" e a Prodi sono tanto piaciute. Gli altri non li conosco. L'unico dubbio rimasto era Rosy Bindi. C'era infatti un'altro candidato che poteva sostituirla. Poi Romano ha pensato che l'Italia non era ancora pronta per un travestito come Luxuria. Meglio stare sul classico.


Valete.

mercoledì, maggio 10, 2006

Genesi

Anche Dio ha sempre amato i pompini. Volete la prova? Crea l'uomo e la prima cosa che fa è levargli una costola.

-No, Mont. Sai benissimo che la costola è stata tolta per creare la donna.
-La conclusione non cambia.

Valete.

lunedì, maggio 08, 2006

Il ritorno

Ce l'ho fatta!
Dopo giorni di fatiche inenarrabili sono riuscito a postare qualcosa sul blog. Voi languide bocche in attesa di notizie non avete fatto altro che stuzzicarmi affichè vomitassi qualcos'altro con cui potervi sfamare.
Per adesso non sono pronto per buttare su niente (sono ancora sotto trasloco), ma vi aggiornerò sui miei propositi per i prossimi mesi.

1- Attivare la sezione "banca del seme on-line".
2- Aggiungere il link al sito del vaticano (quello vero).
3- Costriure il "raggio laser della morte"(tm) per distruggere il ragnone di Don Onerio.
4- Farmi la riga in mezzo.
5- Inaugurare il mio primo telegiornale on-line, MontNews.
6- Dare vita alla creatura.
7- Uccidere Nixon con un clic.
8- Togliere dalla mia camera tutti quei piccoli pesci marroni.
9- Vincere la gara "Mormone con gli occhi più belli".
10- Postare i video registrati nello spogliatoio delle ragazze.

Valete.