MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

sabato, maggio 20, 2006

Verità cardinali

Si avvicina l'estate, l'umidità cresce e con essa crescono anche i prezzi degli ombrelloni della riviera. Ci avviciniamo al prossimo referendum (25 giugno) senza però avere nemmeno una vaga idea sull'argomento in questione: gli sguardi smarriti della gente, l'apprensione nelle parole di tua madre, la nonna che non trova la dentiera, la paura di uscire di casa, sono i segnali che, anche questa volta, noi Italiani abbiamo il vitale bisogno di lui, del nostro salvatore. Don Camillo!

Una delegazione di persone comuni, capitanate da una casalinga di Voghera con un occhio di vetro di nome Nora, è andata in pellegrinaggio alla dimora del guru Ruini per avere risposte sull'avvenire del paese.
- O onniscente cardinale! Chiediamo con umile reverenza spiegazioni sul prossimo referendum.

Don Camillo smise di praticare il suo passatempo preferito (nuotare in una vasca piena di denaro producendo fragorose risate) e fluttuando nell'aria, si affacciò al balcone di casa.
Il tempo che passò prima della risposta sembrava un'eternità. Poi il cardinale fece per aprir bocca e le persone sotto di lui si chiusero in uno ieratico silenzio. All'improvviso queste parole uscirono dalla sua bocca.

- Non ho risposte. - e rientrò.

Ai vaffanculo della gente seguirono un lancio di sottosegretari dell'UDEUR rivolto alla finestra del cardinale.
A quel punto Ruini non poteva astenersi (strano no?) dal dare delle risposte, e uscito di nuovo, iniziò il suo monologo.

- Fratelli, dovete ricordare che la cosa più importante è la famiglia. Quindi dite NO ai pacs, utili solo alle coppie omosessuali, e favorite la famiglia della tradizione. Dare dei diritti alle coppie omosessuali, per una regola buffa della quale mi sfugge anche la logica, ma che Ratzinger si diverte a ripetere all'infinito, toglie dei diritti alla famiglia tradizionale. Dobbiamo batterci perchè i valori cattolici vengano promossi nel nostro stato, formato in gran parte da omosessuali che vogliono i pacs, non pensando ai diritti della famiglia tradizionale, che non è omosessuale, ma non-omosessuale. No all'omosessualità con più diritti! In fondo gli omosessuali sono stati bistrattati negli ultimi 7000 anni, che differenza fa un altro secolo? Viva la famiglia.

Dal pubblico un'obiezione si erse.
- Ma se è così importante la famiglia, perchè lei, che suppungo essere eterosessuale (?) ha scelto di non crearne una?

- Guardi lei, che fa tanto il sapientone, avere una famiglia è una bella rottura di palle! E porta i figli a scuola, e cambia il pannolino, e vai a lavorare... OH! Se ho fatto il cardinale è perchè voglio poche rotture di coglioni. Non ho figli da accudire e il mio lavoro consiste nel dire la mia opinione e indossare questi stupidi cappelli. Altro che lei, lurido sfigato che non è altro. E poi Bertinotti non capisce una sega!"

- Mi scusi, ma questo cosa centra?

- Niente, ma Ratzinger mi aveva promesso un bonus di mille euro nello stipendio se lo avessi detto.

Valete.

1 commento:

Don Onerio ha detto...

Maledetto!
Brucerai tra le fiamme dell'inferno insieme a Belzebù.