MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, ottobre 30, 2007

Qui lo dico

Gip di scorta

Forleo: - Non possono costringermi a salire su una macchina di scorta. -

Mi sembra logico. La donna è minacciata e protetta dalle stesse persone. Ci accorgeremo prima o poi che c'è qualcosa che non va?

L'ideale dell'ostrica

Prodi: - Resto fino al 2011! -

Credo stesse parlando col la colf che gli chiedeva di spostarsi dal divano.
Non credo, spero.

Libro giallo

Mastella: - -Il programma del centrosinistra non conteneva l'istituzione di una commissione d'inchiesta sul G8 di Genova. -

Il programma del centrosinistra? Ma vaffanculo!

Valete.

domenica, ottobre 28, 2007

Garibaldi è un cretino

Bossi dà del cretino a Garibaldi.
Sfida fra zoppi.

"Non vogliamo essere schiavi di Roma. Ci sono 15 milioni di veneti, 18 milioni di lombardi e la gente
prima o poi si incazza. Se mi metto davanti a camminare loro sono pronti a camminare"
Con queste parole Bossi si è svegliato immerso nella bava mattutina.

Ce lo vedete? Lui che guida e il popolo padano dietro. Se parte da Milano, col passo che ha, muore all'altezza di Lodi. E poi manco ci arriva a Lodi, tanto cammina con una gamba sola: gira in tondo, in piazza del duomo.

Valete.

La top ten del Terredì

Le dieci regole per fare un servizio su Studio Aperto

10. Le guerre di Berlusconi sono servite a fare del bene.
9. Più morti ci sono nel servizio, più soldi ci sono nella busta.
8. Nelle scuole ne succedono sempre delle belle.
7. Dai sempre la colpa a Prodi.
6. Quando cambia il tempo succederanno sicuramente catastrofi.
5. Se un magrebino scambia lo sguardo con una vecchia, è considerato stupro.
4. Le tette non fanno mai male.
3. E' fondamentale avere il parere di esperti come Federica Fontana.
2. L'importante non è la notizia, sono gli occhiali da sole che indossi.
1. Se riesci a fare un servizio sulle veline che si scopano l'orsetto Knut a Cogne, sei il nuovo direttore.

Valete.

sabato, ottobre 27, 2007

RiCostituente













Oggi a Milano si è svolta la costituente del PD. Prodi ha dato il via all'assemblea durante la quale non si deciderà nulla sul programma del partito. A che cazzo serve? Credo a vedere se il verde sia il colore di Veltroni.

Prodi ne approfitta per lanciare una frecciata all'opposizione. "A chi dà spallate si slogheranno le spalle" dice non molto sibillino il premier. Secondo Prodi il governo è più stabile di quanto si pensi.

Secondo Prodi però dio esiste. Dobbiamo tenerlo a mente.

Il capo del governo ha nominato Walter Veltroni segretario del PD. ''Chiedo a Walter di ricercare attraverso il dialogo con tutti" è stato il consiglio di Prodi.
E sarà una cazzata a 'sto giro: non c'è mica Mastella che rompe i coglioni (li rompe davvero poi?).

Berlusconi assolto per il processo SME, parteciperà all'apertura dei master Publitalia. "Per festeggiare i 20 anni di libertà" dice lui.

Proprio 20 anni di libertà.

Don Sante, il prete innamorato, è stato sospeso a divinis dal vescovo. Il parroco si aspetta la scomunica, passo inevitabile dopo la sospensione.
L'ho sempre detto: se sei un prelato, devi scopare di nascosto. E mai con una donna.

Stanotte se ne va l'ora legale. Berlusconi tira un sospiro di sollievo.

A Como si stanno cercando i "biglietti" per il processo a Olindo e Rosa, neanche fossero i funerali del papa vecchio.
E' mai possibile che in Italia l'unica erba che riusciamo a sdoganare è quella dei massacri?

Valete.

venerdì, ottobre 26, 2007

Mal di testa

L'influenza mi sta dando un gran mal di testa. Ma c'è sempre una soluzione.



Valete.

giovedì, ottobre 25, 2007

Halt!

La morte di Calipari è stata per il Pentagono una tragedia.

Cazzate! Se non gli avessero sparato sarebbe morto dal ridere.

Valete.

Superheroes

Un'altra cover del Rocky Horror. Solo che questa non mi soddisfa appieno: la parte solo strumentale è accompagnata da immagini che non mi piacciono, nonostante siano simbolicamente vicine alla mia idea originale. Le piccole imperfezioni sono dovute al fatto che stavo per perdere tutto il lavoro, e ho dovuto ricostruire il filmato con delle anteprime recuperate in extremis.



Valete.

mercoledì, ottobre 24, 2007

Padre Pippa










Padre Pio un mistificatore, integralista, buffone della chiesa cattolica? Alcune testimonianze dimostrerebbero proprio questa versione. Pare che il metodo che il frate del merchandising utilizzava per bucarsi le mani fosse basato sull'azione corrosiva dell'acido fenico.

E non avete idea di che soluzioni avesse per masturbarsi.

Padre Pio aveva le mani bucate. Ma non nel senso pecuniario: era ricco di possedimenti e immobili. Alla faccia del voto di povertà.

Ricordo inoltre agli stolti che Cristo aveva le ferite sui polsi, non sulle mani. Non mi stancherò mai di ripeterlo.

Cliccate sull'immagine e Mont vi dirà se padre Pio era veramente un farabutto.

Valete.

martedì, ottobre 23, 2007

Piccolo aggiornamento

Post tecnico. Ho aggiunto nella barra laterale due nuovi menù:

- Best Youtube Channels raccoglierà tutte le pagine (i channels appunto) degli autori che reputo validi in toto. Non ci troverete quindi una lista di filmati, ma il profilo youtube dell'autore.

- I Vangeli Prostatici è l'elenco dei miei vangeli con il link diretto, senza passare dalla pagina principale, che potete comunque trovare nei link generali.

Valete.

lunedì, ottobre 22, 2007

Roma, notizie e quant'altro












Sabato ero a Roma, in occasione della manifestazione contro il fancazzismo del governo Prodi. La protesta per chiedere l'abrogazione della legge 30 e una gestione migliore del lavoro, è stata estesa a tutte le promesse che l'attuale maggioranza non ha mantenuto.

Ricordate quel libretto giallo col quale ci hanno abbindolato? Avevo ragione io, serviva solo a masturbarsi.

Sabato girava un sms. Diceva: "Per gli organizzatori saremo 500.000, per la questura 100.000, per Emilio Fede 3. Per Silvio Berlusconi 3.000.000. Tutti contro Prodi".

E Silvio c'è andato vicino. A Roma c'erano un milione di comunisti. La cosa più sconcertante è che i comunisti sono tutti brutti. Più brutti di loro, solo quelli dell'Udc. Tutti quelli che pagano per scopare sono più brutti.

Ah, io non sono comunista. E neanche dell'Udc.

Alla manifestazione erano presenti Vendola e Caruso. Stranamente nessuno dei due aveva in mano una mazza.

Quindi eravamo in un milione. Ed è questo il bello dell'elettore di sinistra: è pronto a criticare anche i suoi, se fanno cazzate. Il problema è che il politico di sinistra in genere non lo caga.

La conclusione è che anche Prodi ha deluso. Se non vi sentite delusi probabilmente andate matti per i film di Vanzina. E quindi è ora di prendere la pillola rossa.

Roma rossa, rosso Trevi. Checchè (non è il plurale di checca) se ne dica, a me la Fontana di Trevi rossa non è dispiaciuta affatto. Anzi. Mi è sembrata proprio bella. Ok, le motivazioni potevano essere delle emerite stronzate, ma l'effetto finale a me è piaciuto.

- Però a me che ho fatto la camera da letto rossa me li hai rotti i coglioni, eh? - mi ha chiesto scocciata Annamaria Franzoni.

Solidarietà a De Magistris, che non può svolgere il suo lavoro, visto che questo governo sta riuscendo a fare peggio di quello di Berlusconi, con la magistratura.

Mastella ha detto che il governo è in guerra come il Libano. Speriamo che lui salti in aria in fretta.

Confesercenti fa sapere che la prima azienda italiana è la "Mafia spa". Non sapevo che Mediaset avesse cambiato nome.

Ed ora, un vademecum per chi volesse partecipare ad una manifestazione di vera sinistra.

Le dieci cose da sapere per partecipare ad una manifestazione comunista

10. E' rischioso non conoscere il testo di "Bella Ciao".
9. I poliziotti partono sempre con l'idea che ci sarà il finimondo.
8. A tutti quelli che vi vogliono appioppare dei volantini, dite che non avete le mani.
7. Per scoreggiare nella mischa basta cantare "Fischia il vento".
6. Portatevi una bottiglia di vino e a fine giornata avrete un sacco di amici.
5. Evitate assolutamente il saluto romano. Soprattutto se è Prodi.
4. Se dite: "Il mio gruppo è quello con la bandiera rossa", è meglio che torniate a casa subito.
3. E' impossibile pisciare. Quindi imparate ad assorbire l'urina dalla vescica.
2. Il vecchio con la barba lunga e bianca non è Marx, ma è noioso uguale.
1. Se non volete fare la fila per mangiare, andate al McDonald.

Valete.

domenica, ottobre 21, 2007

La top ten del Terredì - Grande notizia!









Questa volta, un po' perchè non ho tempo, un po' perchè non ho voglia, un po' per rifarmi alla notizia di cui vi parlo dopo, ecco una top ten auto celebrativa.

Le dieci più divertenti frasi di apertura di questo blog

10. Se fantastico su un uomo nudo e immobilizzato sono gay? No, sei un prete. O Boy George.
9. Clemente Mastella. L'anello di congiunzione tra scimmia e pancetta.
8. Sono circonciso. Ora Gianfranco Fini ha due motivi per darmi fuoco.
7. Merda! O come direbbe Berlusconi: eccomi qua.
6. Come dice Ratzinger, un pompino è sempre un pompino.
5. Cosa non fa internet: voi leggete il blog e io sto cagando.
4. La risposta migliore a una pessima domanda.
3. E' morto Mario Merola. Adesso napoli è un po' più sicura.
2. DIO SERPENTE! Un film di Piero Vivarelli.
1. Cristo è già venuto. Eiaculazione precoce.

Ed ora la grande notizia. Il 3 di novembre in seconda serata, alle 23.20 circa, torna in TV su LA7

DANIELE LUTTAZZI
!!

Decameron è il titolo del nuovo talk show che, a detta dell'autore, tratterà i temi che caratterizzano la Satira come genere e lo stile di Daniele stesso: politica, sesso, religione e morte.

Come recita lo slogan dello spot sui giornali (spot fra i più gustosi e divertenti):

DECAMERON, più divertente della santa messa.

Perchè aggiungere altro?

Valete.

venerdì, ottobre 19, 2007

Il dovere è dovere

Conflitto interiore, stress, difficile gestione familiare...

Quante pugnette per dire che la Franzoni è matta come un cavallo.

Valete

Vaffangoogle











Leggo su TGcom (quante soddisfazioni - lo studio aperto della rete) che la parola più cercata su google è viagra. Così mi sono detto "perchè non guardo quali parole ricerca su internet chi vuole trovare il mio blog?".

Detto fatto. Vi listo solo quelle più divertenti con un mio breve commento. Ecco quindi:

le dieci chiavi di ricerca più divertenti per raggiungere questo blog

10. dove trovare scarpe geox a messina
utile informazione, spero che il mio blog li abbia aiutati

9. praticare cricket
è colpa di Elia

8. gay attempati / tiberio timperi è gay
ok, il gay qui da me funziona

7. come è morto gigi sabani?
è morto Gigi Sabani?

6. foto eva robbins nelle parti intime / amore oscuro
certe cose dovrebbero rimanere oscure

5. bambini con testa grossa / il vibratore di chiara poggi
passi quel testone di Samuele, ma il vibratore di Chiara Poggi?

4. parco farmi guardare eccita vecchi raga /foto di vecchie al bagno a fare il bide / lurido vecchiaccio porno
dell'ottimo porno geriatrico, l'orgoglio di questo blog

3. don onerio blog
queste sono vere soddisfazioni

2. crescina labor
no comment

1. uomini col cazzo piccolo
uomini col cazzo piccolo, e arrivano nel mio blog? l'impossibile è possibile

In realtà ho provato co google ma il mio blog non viene mai fuori. Forse non ho capito come funziona.

Valete.

mercoledì, ottobre 17, 2007

Sesso e lessico

Rileggendo il post precedente mi sono sorti alcuni dubbi lessicali. Certi modi di dire sono "sessisti" in modo strano. Prendiamo per esempio il tema dell'ultima mia pubblicazione: la cazzata.

Il termine deriva chiaramente dal sostantivo cazzo, l'organo genitale maschile. Dunque una cosa fatta col cazzo, è una cazzata, ed ha una sfumatura negativa. Fare una cazzata equivale a fare una cosa sbagliata.

Provate ora a pensare alla controparte femminile. Figata è in genere un sostantivo che identifica una cosa spettacolare, che ti lascia a bocca aperta. Non trovate che sia ingiusto per noi maschietti? E' come se indirettamente si dicesse che ciò che fa il maschio è sbagliato, ciò che fa la donna è giusto. E la cosa non mi piace. Generalizzare è sbagliato. Non capisco se è una visione eterosessuale del mondo o se è semplicemente femminismo.

D'altro canto c'è un'altra espressione che non capisco. Nel gergo giovanile, nello slang, si usa dire quando una cosa è molto buona al gusto, divertente o eccezionale che questa spacca il culo. Ora, che il mondo abbia avuto una deriva omosessuale non lo credo, anzi proprio lo escludo. E neanche penso che tutti gli ometti che conosco abbiano subìto quel particolare trattamento.
Sta di fatto che una cosa ottima spacca il culo. Non entra nel culo o accarezza il culo, lo deve spaccare proprio. Tant'è che la semplice inculata è la fregatura, la presa in giro, mentre la spaccata di culo è la perfezione.

Ne consegue che figata=spacca il culo. In fondo siete tutti un po' gay.

Valete.

Colpi di cazzo








Il Vaticano che vuole decidere per la corte di cassazione (mandateci all'inferno, ma qui non rompete tanto i coglioni), Bush ci avverte che l'Iran può far scoppiare la terza guerra mondiale (come se non sapessimo chi è che lancia le bombe in giro), un folle si è messo a sparare in tribunale durante la causa di divorzio (fra moglie e marito...), l'America accusa l'Italia di torturare i mafiosi tramite la legge 41bis (da che pulpito! Vi dice niente Guantanamo? ndBrusca), la Lega vuole togliere i fondi di ricerca alla Montalcini (mi stupisce che la Lega sappia chi sia la Montalcini), a Gardaland non fanno salire su alcune giostre dieci ragazzi down perchè affetti, secondo la direzione, da problemi mentali/psichici (il direttore di Gardaland credo sia quello col costume da Drago, Prezzemolo mi pare...) e ai gip Forleo e al pm De Magistris sono arrivate due buste contenenti un proiettile e una stella a cinque punte (non potevate continuare a mandarle a Bagnasco?).

Vi rendete conto di quante cazzate riesce a fare l'uomo in una giornata?

Meno male che un barbone ubriaco è salito nudo sulle impalcature che portano alle campane della basilica di san Pietro e sbattendo il battacchio -delle suddette- ha svegliato il papa.

Qualcuno sano è rimasto, per fortuna.

Valete.

martedì, ottobre 16, 2007

Ho visto la madonna

Dopo le immagini che ci hanno mostrato un'apparizione del defunto papa tremens in un falò durante la sagra della salsiccia matta in Polonia, vi propongo altre visioni che hanno del miracoloso.

Una voglia simile a Gesù.









Immagini di padre Pio sugli oggetti più assurdi.








Un'apparizione della faccia di Ratzinger sulla... faccia di Ratzinger.













Una sborrata a forma di madre Teresa.











Valete.

lunedì, ottobre 15, 2007

Parto Democratico












Grazie a circa 3 milioni di Italiani, è nato il Partito Democratico. Yahoo.

Se ne conoscono il leader, tale Veltroni, i membri, i partiti costituenti, i movimenti.

Se ne conoscono le correnti, tra cui i Democratici Rinnovatori, i Popolari, i Riformisti, gli Ulivisti e gli Ecologisti Democratici.

Sappiamo le parole chiave del partito:

- libertà (dovrebbero essere accusati di abuso di parola, o di plagio)
- dignità (proprio)
- laicità (che è intesa come pluralismo delle voci, non come separazione fra stato e chiesa)

Il partito sarà estraneo al Partito Popolare Europeo (i conservatori) e in sinergia, ma esterno, al Partito Socialista Europeo (ho scritto una email a Veltroni per tradurre questa frase, vi farò sapere).

Sappiamo che vorrà difendere la costituzione, specificando solamente l'importanza dei rapporti tra stato e chiesa così come sono scritti (lo sapevo! - dimenticando di specificare che, per esempio, l'Italia ripudia la guerra- ).

Un partito-collante che terrà insieme mentalità diverse come Fassino, possibilista verso l'eutanasia(una volta lo era), e la Binetti, convinta che la terra non sia rotonda (scusate, ho sbagliato, quello che li terrà uniti saranno le poltrone).

Ci è stato detto che Prodi ne sarà la levatrice.

Ma se invece di tutte 'ste pugnette avessero spiegato il programma -sempre che esista- non sarebbe stato meglio? Potevano fingere che il PD non sia solo una macchina acchiappa voti. Secondo me non ci credono neanche loro.

Valete.

domenica, ottobre 14, 2007

La top ten del Terredì

Le dieci cose da tenere a mente durante la rasatura

10. Tenere fissa la lametta e muovere la testa è deleterio.
9. Quella cosa dura sulla faccia è il naso. Va lasciato lì.
8. Una cosa è il rasoio elettrico, un'altra è il minipimer.
7. Se vi tagliate troppo, non tappezzatevi di carta igienica, semplicemente restate in casa.
6. Non siete samurai.
5. Le cicatrici di guerra possono anche fare figo. Quelle da barba fanno pirla.
4. Esagerare con la schiuma da barba non vi fa capire cosa state tagliando.
3. Spingete forte solo se votate Forza Italia.
2. Siate delicati attorno alle labbra. Di ogni specie.
1. Se ce l'avete molto piccolo, evitate di rasarvi il pube.

Valete.

sabato, ottobre 13, 2007

Ma spiegatemi una cosa

Wikipedia, alla voce welfare, dice:
Il welfare state (stato di benessere tradotto letteralmente dall'inglese), conosciuto anche come Stato assistenziale o Stato sociale, è un sistema di norme con il quale lo Stato cerca di eliminare le diseguaglianze sociali ed economiche fra i cittadini, aiutando in particolar modo i ceti meno abbienti.
E ancora:
Lo Stato sociale è un sistema che si propone di fornire servizi [...] Questi servizi gravano sui conti pubblici in quanto richiedono ingenti risorse finanziarie, le quali provengono in buona parte dal prelievo fiscale che ha, nei Paesi democratici, un sistema di tassazione progressivo in cui l'imposta cresce al crescere del reddito.
Allora, che cazzo rompe i coglioni Confindustria? Perchè le diamo ascolto?

Valete.

giovedì, ottobre 11, 2007

The TreMont Band VS The TreMont Band

Torna il trio simbolo di questo blog con una epica battaglia sulle note delle canzoni di Mika.




Ne approfitto per fare le più sentite congratulazioni ad Elia che si è laurato in Ingegneria energetica con 110 e lode. Hey, quando uno è palloso, è palloso.








Elia mentre si impegna a produrre dell'energia.

Valete.

martedì, ottobre 09, 2007

Idee nette

Cittadino - Basta coi catto-comunisti! Siamo stufi dei compromessi!

Mont - Ecco perché non ha avuto successo il mio vibratore-spazzolino.

Valete.

Non facciamoci riconoscere













Nobel per la medicina a Mario Capecchi e alla sua squadra. Orgoglio nazionale. Tutti contenti. Soprattutto Studio Aperto. Ma per cosa si è guadagnato il nobel, il nostro connazionale? Non solo per aver creato topi da laboratorio coi quali studiare le malattie umane, roba che se Studio Aperto lo impara lo denuncia per maltrattamento di collega, ma anche perchè per i suoi studi utilizza le cellule staminali embrionali.

Se questo studioso fosse rimasto in Italia, col cazzo che studiava le cellule embrionali.

"Siamo contenti che abbia vinto un italiano per uno studio che se lo facesse qua non potrei fare altro che buttare merda su di lui e tutti i suoi famigliari che, come ben sapete, sono destinati all'inferno." ha detto Rocco Buttiglione.

"Io una volta l'ho vista una cellula embrionale." il commento di Giovanardi.

Se ricordate anche Sirchia si complimentò con la famiglia di un bambino che grazie alla diagnosi preimpianto (da noi non praticabile) fatta in Turchia si salvò dalla Talassemia, se non sbaglio.

E sapete qual è la presa per il culo più grossa? E' che se uno di quegli individui merdosi e ipocriti dovesse ammalarsi di una malattia degenerativa, o più semplicemente di diabete, non ci penserebbe due volte ad andare all'estero a farsi curare con le tecniche delle quali non ha permesso l'evoluzione. Spero solo che muoiano prima di arrivare a destinazione.

Una notizia in breve: processo a Berlusconi. Il pm De Pasquale lancia nuove accuse ed estende il reato di falso in bilancio fino al 2001. A dare la notizia il Tg3 e basta, credo. Studio Aperto se l'è dimenticato anche nell'edizione serale. Strano il commento di Nicolò Ghedini, il negromantico avvocato del ladro: "Le accuse sono infondate come l'onestà del mio assistito".

Valete.

Destinazione Bologna - L'anno del Cigno (parte III)










Dopo mille pugnette usciamo di casa. Visto che siamo ospiti passiamo a comprare del vino da un pakistano, quindi economico, e ci rechiamo alla fermata dell'autobus. Mancio, già sbronzo, ha l'ottima idea di farsi un montenegro al bar lì vicino e Pietro lo segue: metti la lentezza di quell'uomo, metti che il barista non deve servire solo lui, metti che dopo il montenegro si fa anche la sambuca, perdiamo il tram. Intanto Stoppa si fa cagare sulla manica da un uccello. Lui e la sua religione stramba!

Arriviamo in stazione un po' in ritardo, ma non troppo. A sistemarci ci pensa il 33, che per ben due volte non passa. Prendiamo quello alle 21 e 30 che ci porta non lontano dalla casa della Chiara. Entriamo e notiamo che nonostante tutto siamo i primi. I presenti: la festeggiata, la Marti, la Betta, la Dani e l'Agnese. Poi Claudio, il coinquilino e forse qualcun'altro, ma la mia memoria mi gioca brutti scherzi, ormai. Ci viene offerto del cibo: siamo montanari, non rifiutiamo. L'anno del cigno comincia con una cena, come vuole la tradizione. Pasta fredda, Cous cous, e due meravigliose salsine che il mio palato ricorda ancora. Brindiamo e ribrindiamo, quando alla Chiara arriva una telefonata. E' Viola che avverte che sta arrivando. Poi suo fratello. Con 7 amici. Conclusione: una stanza di 4 metri per 3 e circa venti persone. E il tavolo. Per evitare di sudare come una grassona in una sauna mi esilio in terrazza. Riuscendo comunque a chiacchierare.

Sintesi: almeno 10 bottiglie di vino, innumerevoli lattine di birra e una sbronza colossale. Mancava solo un pompino della Cecilia "comelosucchioiotetelosogni" Giunti. Vabbè.

Iniziamo a pensare ad uscire. Soprattutto iniziamo a pensare a COME uscire. Qualcuno scappa dalla cappa fumaria. Io tento di calarmi dal terrazzino mentre Mancio tenta di teletrasportarsi, tipo Goku, sul pianeta di Re Kaioh.
Alla fine chiamiamo i pompieri.

E' mezzanotte e avevo detto a David che ci saremmo visti tutti insieme in centro. Lui usciva da lavoro e non mi andava di farlo aspettare. Così ci diamo appuntamento in piazza Martiri. Non a San Piero, imbecilli.
Solo che valla a trovare piazza Martiri, dal di lì. Mancio ormai zuppo d'alcol, sbiascica qualcosa e tenta di prendermi per il culo, pure. Gliela farò pesare quando lo vedo. Mi avvio da solo, non so bene dove, fino ad arrivare a porta San Felice! Era fatta. Praticamente sempre dritto. Indovina un po' chi ti becco sulla porta? Lo Iacche nazionale!
Ci salutiamo, e stranamente lui è più sobrio di me.

L'appuntamento intanto si è modificato, vista la mia lentezza. Ci vediamo direttamente al Cassero. Il tempo di mandare due bestemmie a Mancio e arrivo. La è fila chilometrica, anche perchè il giorno dopo (anzi il giorno stesso!) è San Petronio e tutti son chiusi: grazie alla tenacia del mio amico, riusciamo però ad entrare in pochi minuti.

Ecco ciò che è successo al Cassero in breve:

Pr donna sulla quarantina. Tetta di fuori. Slinguetto. Ragazzi volete un gintonic? Ballo.
Ripetere 4 o 5 volte.

Usciamo sbronzi, tanto che lo "devo" accompagnare a casa. Farò sto sacrificio. Ci mettiamo a letto e ci lasciamo con un lieve sorriso. Chiudo gli occhi e penso che l'anno del cigno è appena iniziato, ma che quello è stato solo un assaggio. E ammetto di avere anche un po' di paura.

Valete.

lunedì, ottobre 08, 2007

Rosa Rosae

Ho rimodificato il template del blog. Mi è venuta un'improvvisa voglia di tacchi. Non di indossarli, ovvio, ma di guardarli. Il sangue serve a tenere i piedi per terra, sennò sembra un blog frivolo.

E adesso veniamo ai noiosi. Ok, ho capito che non vi piaceranno mai le mie scelte stilistiche. Ma non rompete i coglioni dicendo che il rosa è da gay! Il rosa non è da gay. La prova?

Eccola.

Tutti voi maschietti (quasi) siete affezionati ad una cosa tipicamente rosa, piena di maschi, a volte anche seminudi, di cui non potete fare a meno. Ma da buoni omofobi, o omosessuali repressi, mai direste che è da gay.

La Gazzetta vi dice qualcosa?

Valete.

domenica, ottobre 07, 2007

La top ten del Terredì

Dieci cose da fare per divertirsi anche in una giornata uggiosa

10. Testare se è vero che lo Rinazina spray dà dipendenza.
9. Montare il video di "Stocazzo is burning".
8. Cospargersi il cazzo di miele e infilarlo in un formicaio.
7. Scrivere una top ten.
6. Andare a messa e improvvisare un trenino coi fedeli sulle note di Maracaibo.
5. Ammazzare tutte le mosche del mondo.
4. Mettere in scena il musical sulla strage di Erba.
3. Parlare utilizzando solo la lettera R.
2. Mangiare due chili di asparagi per fare la pisciata più puzzolente della storia.
1. Contarsi le narici.

Valete.

sabato, ottobre 06, 2007

Coma profondo

Bertinotti afferma che "si sta facendo torbido in modo preoccupante il rapporto tra politica, magistratura e sistema radio-tv".

Fausto, spero te la sia goduta 'sta dormita di 15 anni.

Valete.

Destinazione Bologna - L'anno del Cigno (parte II)













Mi alzo la mattina dopo verso le 9. Arrivo in centro con David, facciamo colazione e ci salutiamo, lui deve andare al lavoro. Così, armato di pazienza, aspetto le due donne della sera precedente. Ci vediamo in centro sotto le torri, e decidiamo di prendere un caffettino in piazza Verdi.

Là ci raggiunge la Betta, che era da un pezzo che non vedevo.
"Pensavo di trovarvi stesi per terra in piazza, non seduti al tavolo del bar da borghesi" ci dice.
Un po' di chiacchiere e si fa l'una in un attimo. Ovviamente in pranzo si fa assieme, ma non sappiamo dove. Cominciamo a camminare senza meta, fino a che non ci troviamo in via Mascarella credo, al cospetto di un piccolo bar-ristorantino con un menù un po' particolare: pochi piatti, mi pare 4, ma molto particolari. Ci sediamo fuori, in un posto che sembrava comodo e fresco. Ordiniamo degli hamburger vegetariani (vegeburger) e iniziamo a dire delle puttanate. Risate su risate. Non appena ricordiamo la prima lezione di yoga della Chiara, MariaCecilia "hotdog" Giunti parte con la ridarella più lunga che abbia mai visto. Non smetteva più, lacrime su lacrime.

Riassunto lezione di yoga:

L'istruttore dice di incanalare l'energia nel chakra radicale, cioè fra buco del culo e cazzo/figa (se avessi detto ano e sesso, come da copione, faceva meno effetto).
Raccomanda di rilassarsi.
Scoreggione del tizio di fianco alla Chiara. Una di quelle silenziose, pfffffffffff.

Che diventa il tormentone della giornata.

Dopo aver parlato di culi e peti durante tutto il pasto - non nostro, di quelli seduti ai tavoli attorno a noi - ci alziamo e andiamo a prendere un caffè dal cicchettaro (e un biscotto a forma di cazzo, la Betta). La polacca vive lì. Ci riconosce, ma il mio sguardo assassino le fa capire che deve stare zitta.

Dopo averle toccato le tette da professionista, mi impegno di riaccompagnare la Cecilia "pompamagna" alla stazione. Quindi:

- viaggio in autobus verso casa della Chiara a prendere la roba
- viaggio in autobus verso la stazione
- attesa che la donna salisse sul treno
- viaggio in autobus verso via Cignani
- pausa acquisto pile AAA che Mancio mi aveva richiesto
- pastura con tipo figo sull'autobus e alla PAM
- perso di vista tipo figo a causa della eterna fila che ho fatto per pagare un solo pacchetto di pile!

Arrivo in casa, in via Cignani, e trovo Stoppa nel letto. Mancio è li di fianco, ma nessuno se ne sarebbe accorto. Aspettiamo che arrivi Pietro. In serata dobbiamo essere dalla Chiara per le 8 e 30, 9 al massimo. Mancio è lento come la messa. Risponde persino in differita. E ti dà la risposta sbagliata. Poco male, non lo ascolto.

Do' un occhiata al suo letto. E' li da soli tre giorni e ha già contornato la sua cuccia di fazzolettini sporchi. Ma riuscirà a fare di peggio, sono sicuro.

Vi lascio con una foto emblematica. Guardate il vecchio di spalle al centro. In testa noterete i capelli di due colori diversi. Cosa non fanno i parrucchini.









Valete.

venerdì, ottobre 05, 2007

Ku Klux Kazz











Mastella e le polemiche. In un delirio dovuto alla sifilide, mentre si credeva di essere Berlusconi, Clemente ha "consigliato" alla Rai di dare delle regole ai giornalisti come Santoro che promuovono inchieste diffamatorie su esponenti politici solo per ideologia politica. Tradotto: non voglio che si parli delle cose illecite che faccio.

"Anno zero come il Ku Klux Klan" dice il panzone "meglio Fede, che lavora in una tv privata". Ok, è ovvio che è meglio Fede: lui di certo non si incazza se disturbi il lavoro dei magistrati. Come ha detto la Forleo, De Magistris ha scoperto delle pentole che non doveva (che doveva!) scoprire, e si sa, dove ci sono pentole c'è sempre da mangiare, e dove c'è da mangiare...

Prodi difende il ministro. Santoro non fa giornalismo. Tradotto: aiuto, potrebbe colpire anche me!

Il papa ne ha dette di meravigliose.

1 - La chiesa non ha mire di potere e non vuole privilegi di tipo economico.

Non li vuole? Si vede che li ha già. Io quando non ho voglia è perchè ho già scopato.

2 - Dobbiamo difendere la legge di Dio.

La legge naturale. Quando non sanno come avere ragione si attaccano alla legge naturale. Meno male che dio non esiste, sennò sarebbero cazzi.

Sei anni al rom che uccise 4 ragazzi ad Appignano. Gli amici dei giovani: "prima o poi ti ammazziamo noi". "Fuori dall'Italia!" penserà qualcuno.
Applichiamo il ragionamento anche per Garlasco. E' stato Stasi? Ok. Via dall'Italia tutti i biondini pallidi con gli occhi azzurri. Che poi sono i ciellini.

In Australia intanto, un aborigeno si trova con il cazzo a brandelli perchè un sacerdote ha sbagliato la mira due volte durante una circoncisione.
Se il sacerdote fosse stato cattolico gli avrebbe dato un bacio sulla bua.

Al Qaeda colpirà l'Europa in Ottobre. Per colpire l'Italia si è schierata con Veltroni a leader del PD.

Valete.

giovedì, ottobre 04, 2007

Destinazione Bologna - L'anno del Cigno (parte I)







I viaggi con MariaCecilia "golaprofonda" Giunti sono sempre fantastici. Un po' di gossip, qualche battutaccia, un paio di leccate: insomma, due ore e mezza di mezzi pubblici per arrivare in una Bologna calda e popolatissima. Due sere di svago totale (solo una per la mia compagna di viaggio) all'insegna del partying universitario.

Ci ospita molto gentilmente la Chiara, compaesana pazza quanto noi: cenetta preserale con gag.

I commensali hanno appena finito la pasta.
Chiara - Volete qualcos'altro?
Mont e MariaCecilia "penealpene" Giunti si guardano.
Mont, MariaCecilia - No, siamo a posto.
Chiara - Tanto non avevo nient'altro.

Andiamo in centro e raggiungiamo gli altri in piazza Verdi. E' affollatissima: ricominciano le lezioni e tutti gli studenti tornano nella loro città adottiva. C'è una specie di festa al 38 di via Zamboni, andiamo là. Dico "specie di" perchè chiamare "festa" un atrio zeppo di persone tipo regionale per Auschwitz non è così veritiero. Qualcuno, che Giove lo fulmini, propone di andare al piano superiore. Due lunghe rampe di scale al passo di "scusami, permesso... posso... attenzione" per arrivare davanti ad una stanza piena di gente come sotto.
La differenza? Quello era il cesso.

Cicchettaro? Cicchettaro.

Era tanto che non entravo la. Già partivo inacidito dal rivedere la polacca che in quel bar lavora, però la piacevolezza di bersi quei liquami fognari mi alleviava lo spirito.
Arriviamo al bancone e leggiamo il solito menù. La polacca ci guarda. Poi ci riconosce. Si avvicina.

- Come vanno i sanguinamenti?

Vaffanculo. E i tuoi? Vedo che non ti passa mai il marchese (scusa Ceci), lurida rompicoglioni avara e ignorante. Crepa in questo momento, troia merdosa, inutile servitrice di alcol spompinatrice di muli.

Sorrido e incasso con una battutina.
- Bene, ho fatto il vaccino, quest'anno.

Passiamo un'oretta là, se non ricordo male, a suon di birra e cicchetti. Ho anche fatto un video della Chara e di MariaCecilia "senticomepompa" Giunti che spero di riuscire a postare con la prossima puntata.
Passiamo a prendere David sotto le torri e torniamo al 38, a vedere se si è calmata la situazione. Col cazzo. Al nostro arrivo, un tipo in mezzo alla strada con un megafono blaterava cose incomprensibili, le persone attorno lo guardavano chi stupito, chi incitandolo, e un'armata delle tenebre poliziesca stava pronta a spegnere ogni tentativo di ribellione che lo stolto microfonato avrebbe potuto fare. Era pericolosissimo. A un certo punto ci ha minacciati tutti con la sua stilografica. Che paura!

Poi ci disperdiamo. Al 38 hanno chiuso. Al piccolo, in piazza Verdi, stanno chiudendo. Siamo rimasti io e David e andiamo all'Empire a farci una birra. Che ci dà il colpo di grazia.

Prego.

Valete.

lunedì, ottobre 01, 2007

La top ten del Terredì

I dieci migliori argomenti di cui parlare in determinate occasioni/con determinati individui

10. Annunciare la tua improvvisa erezione spontanea in un convento di clausura.
9. Affrontare il tema "capelli" con l'autore di questo blog.
8. Descrivere il proprio cazzo circonciso sotto le docce in palestra.
7. Ricordare che "si vive una volta sola" dentro a un braccio della morte.
6. Nominare i bambini con la testa grossa in presenza di Annamaria Franzoni.
5. Raccontare al tuo amico le fatiche che hai fatto a togliere il tuo sperma dal suo materasso.
4. Disquisire dell'aroma della scoreggia appena fatta in ascensore.
3. Ripercorrere la vita di Gengis Khan con chi è affetto dalla sindrome di Down.
2. Parlare del vibratore di don Giussani al meeting di Rimini.
1. La merda. Va bene in qualsiasi occasione.

Valete.