MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, febbraio 05, 2008

Post di là, io commento di qua











Questo è il mio commento al post di Maurysto pubblicato dall'amico Nik sul suo blog LineaGotica. Ogni riferimento agli affari di Berlusconi è puramente premeditato.

1) Riduzione delle imposte
Credo che il "meno tasse per tutti" sia sempre meraviglioso.

2) Tutela della privacy
Questo suona molto come "no alle intercettazioni che sennò mi beccano!". La legge c'è già, e si lamenta solo chi ha qualcosa da nascondere.

3) Più mezzi alle forze dell'ordine e poliziotti di quartiere
Posso anche essere d'accordo. Poi dipende da come vengono usati.

4) Aiuti per le famiglie e piano casa per le giovani coppie
Coppie etero, mi raccomando.

5) Rilancio della scuola e della riforma Moratti
Si, un bel rilancio dalla finestra.

6) Riforma della giustizia e separazione delle carriere
La solita riforma dittatoriale? Ma smettetela di chiamare le cose in un'altro modo.

7) Piano su grandi opere e infrastrutture come il Ponte sullo Stretto
Hai dimenticato il "necessario" ponte sullo stretto. Sempre che tu sia un mafioso.

8) Riduzione del debito attraverso la vendita del patrimonio pubblico
Guzzanti aveva ragione: vendiamo la Sardegna.

9) Privatizzazione della pubbica amministrazione
E' un ossimoro come ghiaccio bollente? Non la capisco.

10) Stato più leggero fuori da scuole, università, ospedali
Cioè scuole, università e ospedali con meno controlli statali tipo America (wow)? O il contrario?
11) Riforma delle pensioni senza limite di età e contribuzione
Il problema qui non è l'età, almeno non è solo quello: è la gestione dei soldi destinati alle pensioni.
12) Riduzione del pubblico impiego di 500.000 unità
Eliminare gli statali superflui va bene.

13) Abolire province e regioni e fare una confederazione sul modello svizzero
Credo che questo possa risolvere il parte anche il punto precedente. Ma il modello svizzero vuol dire repubblica federale? Io sono un fan di quella parlamentare.

14) Riforma del sistema di rappresentanza dei lavoratori e categorie
In che modo? Silvio ha già tolto diritti ai lavoratori. Ci sono altre magnifiche idee?

15) Liberalizzazioni vere, con l'abolizione degli sconti fiscali alle Cooperative
Va bene. Con l'abolizione degli sconti fiscali al Vaticano.

Tornando al post di Linea Gotica mi trovo d'accordo con il quarto commento, purtroppo non firmato. Mi sembra un programma fatto su misura per certi ceti sociali e basta, ma magari è il mio occhio comunista. Si parla di abbassare le tasse e non di renderle eque: chi guadagna di più paga di più. Si parla di aiuti alle famiglie e non di diritti negati: estendere il matrimonio a tutti i cittadini. Si parla di privatizzare tutto, punendo i ceti meno abbienti. Non c'è traccia di politica sociale.

Vota la trippa, vota la trippa.

Aggiornamento: E' morta la madre di Silvio Berlusconi. I funerali sono stati annullati perchè i vampiri quando muoiono svaniscono nel nulla.

Nella foto alcuni giovani di Forza Italia. Sorridono perchè non sanno che a capo del partito c'è Berlusconi. Il più giovane è quello dietro.

Valete.

145 commenti:

Nicola Andrucci ha detto...

lascio il link all'articolo, scritto da Maurysto:

http://lineagoticafight.blogspot.com/2008/02/il-programma-di-governo-di-maurysto.html

béllo ha detto...

posto anche di qua,

ma voi i post di maurysto li leggete?
a mi viene sempre la diarrea.
sarà il mio retto comunista!

Anonimo ha detto...

a me bello viene la diarrea a leggere i tuoi.

maurysto ha detto...

@ MONT :

Visto che commenti sul tuo blog..... avrai la cortesia di ospitare anche la mia risposta.....spero.

Criticare un programma, proporne un altro, dire che ci sono tanti altri problemi più urgenti o ancora più devastanti per la società, denigrare il capo dell'opposta coalizione la considero una cosa molto semplice e semplicistica.

Capisco che chi come te, da votante comunista (se non sbaglio) convinto, avrebbe voluto che continuasse a camminare il defunto governo prodi in una brodaglia di chicchiere ed impegni presi ma non realizzabili, ma obiettivamente e fuori dagli schieramenti di ciascuno di noi :

Credi che il governo prodi potesse avere un futuro più lungo ?

Credi che un programma da 278 pagine avesse potuto avere anche una sola possibilità di essere attuato ?

Credi che una coalizione dai mille colori e dai mille distinguo, presentata solo per cercare di battere Berlusconi, avesse potuto lavorare per il bene dell'Italia ?

Se rispondi "no" ad almeno 2 domande su 3.....allora possiamo discutere e confrontarci perchè posso considerarti con i piedi per terra.
Diversamente....sarebbe solo propaganda, magari reciproca, ma sterile.

Per chi patisce la diarrea.....leggendo i miei post..... gli consiglio di leggersi i dati statistici elencati su tutti i giornali e istituzioni statali circa inflazione, occupazione, tasso di povertà, pressione fiscale, percentuale di ottimismo, grado di fiducia.

Magari, se riusciamo a scendere con i piadi per terra, cercando di risolvere alcuni problemi VERI e realizzabili, riusciremo a fare qualcosa per tutti.

Poi, discutiamo dei metodi, delle modifiche, delle strategie ma il problema di fondo è lo stesso e non possiamo mettere la testa sotto la sabbia :

Se questi problemi non si affrontano, insieme all'altro schieramento e non in contrapposizione, nulla sarà più sbagliato.

Mont ha detto...

Rispondere sarà un divertimento.

Critico un programma che è simile per certi versi a quello con cui la Cdl si è presentata nel 2001. Critico un uomo che è un criminale non detenuto perchè ha cambiato la legge. Si, è semplice, ma è doveroso farlo, se si vuol bene a questo paese.

Ora dirò una cosa che vi stupirà tutti: uno che vota comunista è sicuramente rimasto scontento del governo Prodi, che si è fatto eleggere con un programma (si, eccessivamente lungo) che toccava qualche punto caro alla sinistra, quella vera. Perchè dico che sono rimasto scontento? Perchè non sono stati affrontati: si è preferito accontentare (anche per interessi personali, forse) la parte moderata della coalizione, i vari Mastella, margherita, teodem. Non ha toccato le leggi vergogna di Berlusconi: sia quelle ad personam, sia la Gasparri, sia quelle contro i lavoratori (vedi art. 18).

Un futuro più lungo? No, era difficile.

Il programma non l'hanno voluto attuare. Troppo lungo forse, ma d'altrocanto anche un programma che parla di cancellare 500.000 posti di lavoro è un po' troppo vago no?

La sola cosa che ha potuto fare il governo Prodi è tenere lontano Berlusconi che è un pericolo per la Democrazia del nostro paese. Diamo il nome alle cose.

E veniamo alla diarrea: ok, bèllo usa spesso espressioni "decise" ma non credo che i dati che tu presenti come alternativa siano tutti credibili:
non conosco i dati del lavoro, ma ricordo benissimo che il precedente governo calcolava fra i nuovi posti di lavoro i vari co.co.co., co.co.pro., che sono dati fittizi.

Il tasso di povertà sai benissimo che non si cambia in due anni. Il tasso di povertà è in aumento dal 2001, quindi da almeno 10-12 anni, non prendiamoci in giro. E sulla pressione fiscale, ti ricordo che checchè se ne dica Padoa schioppa ha fatto un risanamento (non totale ovvio) delle casse dello stato dopo un Tremonti che sta all'economia come il dottor Spock sta all'astrofisica(D.L.): questi sono dati, non me li invento io.

Ma veniamo al punto che più mi ha fatto ridere: il grado di fiducia e l'ottimismo sono colpa solo e solamente delle tv Berlusconiane, ovvero tutte. La gente si sente povera perchè viene bombardata da messaggi in cui le si dice che è povera. Mia nonna, dopo la famosa legge sulle pensioni di Berlusca (minime a 516 euro, ricordi?) si è ritrovata con 20 euro in meno mensili. Si sentiva più povera? No, affatto. Si sentiva derubata, ma non più povera. L'Italiano è un popolo che si sente solo sempre più povero.

Collaborare? Lo stanno già facendo. Le leggi pro Berlusconi non sono state cancellate, il conflitto di interessi non è stato risolto, gli hanno fatto l'indulto (Previti ringrazia): io sono insoddisfatto del governo Prodi, ma consolato che per due anni ci siamo salvati da Berlusconi che è un CRIMINALE.

béllo ha detto...

ma perdi tempo con uno che vuole uno stato sul modello della svizzera e il decollo della legge moratti? ma sta gente è da prendere e mandare a sant'elena, insieme a chi li rappresenta in parlamento!

ti dirò di più maurysto, oltre a essere faziosi e tremendamente partigiani, i tuoi post, come i tuoi (suoi) 15 punti sono molto molto molto molto molto molto superflui. è molto facile andare avanti con i punti e dire se ne parlerà, rischiando l'ennesiama "inculata"! cioè, non ti rendi conto che solo: 10) Stato più leggero fuori da scuole, università, ospedali, che cosa vuol dire? COSA VUOL DIRE? non ha senso, non c'è nulla dietro, ci vogliono parole, le parole sono importanti (palombella rossa). una delle poche cose buone che il governo prodi ha fatto è stato un programma ricco e di 278 pagine. ora, se l'italiano medio non riesce a leggere più di 5 pagine al giorno, è un problema. in ogni caso, se proprio non si ha tempo, esistono i bignami anche dei programmi (lacrime)!!
figurati se poi devo fidarmi dei punti stilati da uno che non è in carcere grazie a una sua legge o alle varie prescrizioni. al di là di quest'ultima cosa, che è personale, ma indubbiamente vera, se tu avessi una minima idea di cos'è la scuola e l'università, capiresti che la riforma moratti (passami il termine) fa cagare. come avrei una risposta negativa (molte simili a quelle di mont) per gli altri punti.
cioè, se vuoi il dialogo (capiscimi bene, io non vorrei il dialogo con te come tu non lo vorresti con me, sono solo chiacchiere al vento), i punti devono essere sviscerati, e per farlo devi scrivere 200 pagine.
non penso che sia un problema trovare uno scriba nella coalizione di centro destra, bondi lo farebbe in cambio di un tacchino.
allora non facciamo quelli che vogliono saper tutto e alla fine ragionano solo per le proprie tasche, perchè come dico spesso, alle persone come te, le capisco se votano berlusconi, va nei loro interessi. ma qui muore la politica, quando si ragiona solo ed esclusivamente per i propri interessi. non capisco l'operaio, il dipendente ecc.. che danno il voto a forza italia. qua entra in campo l'utilizzo spregiudicato dei media (anche se penso che tu sia uno di quelli che dice che mediaset è in mano al centro sinistra.....posso ridere?).
e poi devi smetterla di dare del comunista a chi vota il pd, mi offendi, si vede che sei tarato come berlusconi, che chiama comunisti anche quelli dell'anas, che sono arancioni!!
sulla delusione governo prodi, possiamo parlarne quanto ti pare, rimarrà sempre meglio di 5 anni di centro destra, anche se a me non piace per nulla prodi e neanche veltroni.
il discorso che fai sulla propaganda sterile denota il tuo senso di apertura (io non ce l'ho nei tuoi confronti, non mi sto elevando sopra te, mi spiego: io con te non ci mangerei nemmeno una piadina, ma questo senza offesa, non saprei proprio cosa dirti se non litigare) ma per risolvere i veri problemi dell'italia (e far intendere di avere la ricetta è la cosa più demagogica del mondo) sono convinto che servano programmi ben più corposi di 15 sterili, inutili, faziosi, propagandistici punti.

in italia esistiamo anche noi, anche se non sembra, e siamo anche tanti.
alla tua domanda: non vi sembrano punti con i queli partire? la risposta è un secco no!

la diarrea rimane

Elo ha detto...

Credi che il governo Prodi potesse durare più a lungo? Risposta: no. Un governo non può contenere mastella e Turigliatto, su questo siamo d'accordo. Peccato che la centralità del ruolo di Mastella sia conseguenza di una legge elettorale DA DIARREA, quella sì, che favorisce solo i rabdomanti della poltrona come l'illustro cittadino ceppalonico medio. Una legge definita dall'autore: una porcata. Una legge contro cui Fini, che la vota, promuove un referendum abrogativo. Una legge che alla prova dei fatti ha anche favorito l'Unione, per così dire, ma non è questo il punto.
Cerchiamo il dialogo? Benissimo. Certo che poi si assiste al teatrino dell'assurdo. Cade il governo, quale miglior momento per cercare una convergenza su una legge elettorale? E' un po' come decidere le regole del nascondino prima di iniziare a contare: logica, pura logica. O meglio, onestà intellettuale. Risultato: Casini vede sfumare la poltrona e dopo un inizio di crisi in cui promuove le larghe intese (addirittura) cambia misteriosamente e radicalmente idea; Fini dimentica la porcellaggine della legge e la ritiene adattissima ad un voto iper-anticipato; ovviamente su Mastella che garantisce l'appoggio esterno e il giorno dopo fa cadere il governo non conviene spendere del tempo.
Diarrea. L'unica vera immagine che descrive a pieno questa classe politica. Senza distinguo alla Beppe Grillo? No, con distinguo. C'è politico e politico. E ancora una volta qualcuno ha perso l'occasione di uscire dalla diarrea in cui pensavo, a ragione, che annegasse. In primis quei burattini di Fini e Casini.
Maurysto, ma ti rendi conto che alla luce di FATTI EVIDENTISSIMI le parole che vai sciorinando sono pura ipocrisia? Oppure è semplicemente avere occhi, orecchie e anche naso tappato dai vari Fede, Giordano, Vespa e bla bla bla.
Un ultimo appunto: non so cosa farmene del giudizio di "sfiducia" e "malcontento" che l'omino della strada comunica ad un presunto sondaggista. Non mi vergogno a dire che del giudizio dell'italiano medio, narcotizzato da Maria de Filippi e Tgscandalo5, Cogne ed Erba, non so cosa farmene. Renditi conto che se a questa gente chiedi: perché sei scontento? quali leggi ti hanno colpito? non ti sapranno mai e poi mai rispondere. Renditi conto che questa gente è la stessa che il giorno successivo alle ultime elezioni vinte dal Silvio andava dai sindacati a chiedere: mi è già arrivato l'aumento della pensione? E questa è verita vera e provata e testimoniata da chi ci lavora ai sindacati, non da leggende Comuniste o dell'Anas, per riprendere Béllo.
Piena sfiducia sull'Italia e gli italiani (con lettera minuscola). Non smetterò mai di dirlo. Avranno quel che si meritano. Dopo una bella campagna elettorale AD ARMI PARI (cosa volete che siano 3 televisioni...).

Anonimo ha detto...

maurysto, tu come me ti sei fatto da solo e probabilmente sai cosa significhi farsi il mazzo senza spintarelle da nessuna parte.
Concordo in tutto cio' che dici.
Mi meraviglio nel vederti perder tempo con ragazzini i cui ideali sono probabilmente ottenere tutto subito senza fare nulla.

benna ha detto...

Sono d'accordo con "anonimo",non perdere tempo con sti ragazzini. La gente come noi non è abituata a risposte intelligenti, chiare ed esaustive!

Mi tocca citar bello...sta zet!

Anonimo ha detto...

com'è che i taxisti, i sindacati, i ferrovieri, i bottegai, i gestori dei distributori, le badanti non scendono in piazza adesso? e quelli di napoli? no perchè coi soldi delle elezioni, delle pensioni parlamentari, degli stipendi arretrati (hanno fatto due anni ma prendono come se ne avessero fatti cinque), di ponti sullo stretto ne uscivano due e uno per trasportare la monnezza in vaticano. poi qualcuno tipo tremonti ci spiegherà dell'enorme buco eredità del governo precedente. senza contare che votiamo le stesse persone di prima con le liste bloccate. le stesse. la sinistra sarà una merda ma una persona con un minimo di lucidità mentale come può fidarsi dei leader della destra, che fino a due giorni fa avevano mandato berlusconi a cagare, o di berlusconi, quando accendi la tv e vedi retequattro? dopo quanti anni che non dovrebbe più esistere? e quello sarebbe un uomo onesto e trasparente? se invece sei un piccolo imprenditore che speri in detrazioni fiscali o ti aspetti un posto come netturbino a napoli (per passare le giornate a giocare a carte) in cambio del voto allora posso capire la tua ammirazione per la destra.
(è solo uno sfogo da bar, giornata pesante, non mi rivolgo a nessuno e non cerco risposte piccate)

Anonimo ha detto...

se invece sei un piccolo imprenditore che speri in detrazioni fiscali o ti aspetti un posto come netturbino a napoli (per passare le giornate a giocare a carte) in cambio del voto allora posso capire la tua ammirazione per la destra.

Purtroppo, come tutti i tuoi amici comunisti, pecchi di ignoranza. Attualmente a Napoli e Campania c'e' una amministrazione della tua parte politica.

Fate i danni, ma la colpa e' sempre di Berlusconi?

béllo ha detto...

lascia stare l'ignoranza, guarda, ci sei dentro fino al collo. perderò solo 3 righe con te, tanto non capisci un cazzo: il problema a napoli è vecchio come il cucco, lo sapeva berlusconi, lo sapeva prodi, lo sapeva bassolino, la iervolino, e anche noi! nessuno ha fatto niente, chi ha sbagliato deve dimettersi dal mio punto di vista, ma non ci sono i buoni e i cattivi; c'è solo una cattiva amministrazione, comunale regionale e statale. anche berlusconi, caro mio, in 5 anni nulla ha fatto per risolvere il problema, e non mi venire a dire che è colpa dei verdi sennò altro che farti da solo, ti faccio io a labrate nella coppa!

sta zet!

maurysto ha detto...

Ho scelto di rispondere direttamente in questo blog pur sapendo che venivo a contatto con persone aventi idee diverse dalle mie e probabilmente mossi da un odio sviscerato verso l'altra parte politica.
Consapevole di ciò, ho liberamente, deciso comunque di farlo, per il temperamento battagliero che ha sempre segnato la mia vita e che non mi ha mai fatto desistere dal cercare di comunicare le mie idee, anche cercando chi le ha diverse per confrontarmi.

Ciò premesso cercherò di rispondere almeno a qualcosa ma ci vorrebbe una settimana :

Anonimo ha centrato nel pieno.
Io sono un piccolo imprenditore che lavora 14 ore al giorno, che ha pochi dipendenti con i quali va d'accordissimo, ai quali passa un fuori busta se no morirebbero di fame con lo stipendio deciso dai loro sindacati, con i quali và anche a cena e che dallo Stato non ha avuto mai nulla se non tasse tasse tasse e tasse e burocrazia, facendomi il culo ogni giorno per tirare avanti in un universo sconfinato di buche, deviazioni, fardelli, lungaggini che segnano ogni giorno la mia attività lavorativa, sempre più difficoltosa.

Le vostre parole possono essere condivise se, alternativi al centro destra, il centro sinistra avesse proposto, alle passate elezioni anche del 2001, programmi attinenti la realtà della società.

Ma non è stato così.
E la distanza tra vostro programma e società reale, è palese.

Fondamentalmente il modello di società in cui, io e voi, crediamo è differente.

I programmi elettorali possono essere tutti buoni, migliorabili e promettenti.

I programmi possono essere anche più lunghi di 278 pagine.......400......500........ un enciclopedia ???????

Ma a chi serve ?
La gente, credo, vuole risposte concrete e nel breve periodo, non chiacchiere.
Il programma del defunto Prodi io l'ho letto.
Non ho una cultura universitaria ma media superiore, leggo molto e di tutto, scritto da chiunque, ma vi devo dire che per me è stato difficile comprenderlo e tenere un filo unico, riscontrando poi il risultato ottenuto.

Cari comunisti,
con le chiacchiere siamo tutti buoni, ma è nei fatti che ci si distingue.
Mentre rientravo in ufficio ascoltavo Soro (PD) in Radio che, finalmente ha detto una cosa seria che risponde a tante cose :

"Questa campagna elettorale non deve essere contro qualcuno, ma deve essere per qualcosa."

Hanno capito che non si fà una campagna elettorale contro Berlusconi, Fini o Bossi.
Non è quello che la gente vuole e non servirebbe a nessuno.

La differenza tra noi di destra e voi di sinistra è che noi non odiamo Veltroni, Prodi o altri che, responsabili in proprio di aver fatto naufragare un governo coeso solo contro Berlusconi hanno fatto perdere 20 mesi all'Italia, mentre voi invece avete come unico argomento le invettive contro il leader della coalizione avversaria, perchè impersona l'imprenditore figlio di zoccola che ha saputo creare un patrimonio e che lo difende con unghie e denti.

Non conosco nessuno che, ricco e di successo, sia amato da tutti.
L'invidia è una brutta bestia.

Una sfida.

Io ho riportato 15 punti che potrebbero essere una partenza, voi cosa riportate ??? Sentiamo !!




P.S. Per chi ha scritto che con me non mangerebbe neanche una piadina...........se non litigandoci vorrei dire che da quello che dici si denota il tuo enorme spessore umano, accettando chi non ha la tua stessa opinione.
I miei migliori amici dell'infanzia con i quali ancora esco e mangiamo oltro che piadine, sono di sinistra e pure non ci litigo.

zeroboy ha detto...

anonymous ma lo scrivi un nome o hai la coda di paglia come i tuoi rappresentanti politici, di destra o di sinistra che siano, volenti o nolenti? metti un nome e una referenza, mettiti in gioco veramente se non ti vergogni di quello che dici, poi uno può condividere o meno quello che scrivi.

fata dunàza!!
(ma che donnaccia/donnicciola!)

zeroboy
www.thesexandthecity.ilcannocchiale.it

béllo ha detto...

ma si via, che palloso che sei, era una battuta, te la offro se vuoi una piadina, a te a ai tuoi dipendenti, ma fai un sorriso! e che cazzo!

la differenza tra me e te è che non ti classifico in un filone, come fai te con tutti noi, ma come una persona che ha idee contrarie alle mie. sta di fatto che berlusconi è stato il primo a basare la campagna elettorale sul prodi è grasso (alla quale prodi gli ha risposto che è basso). vedi, il problema è che non considero nessuno dei due dei grandi uomini politici... tantomeno berlusconi che è un criminale.

mi rendo conto che quello che ho scritto sia confuso, è una risposta a un post, il tuo, confuso e superficiale (questo mi sembrava fosse chiaro).

se nella tua azienda fai questo, bravo, merito a te; non tutti purtroppo fanno lo stesso. sicuramente la politica di berlusconi non va a vantaggio delle classi lavorative, tantomeno degli operai. cmq non ti preoccupare che di gente che si spacca il culo per campare non ci sei solo te.

cmq il tuo discorso iniziale è molto fuori luogo; se vuoi sentire cosa abbiamo da dirti bene, sennò non scrivere, non mi devi fare un favore, riesco a farmi un'idea politca anche senza il tuo aiuto.
per quanto riguarda il mio programma, mi astengo, sarebbe molto più lungo di 15 punti.

béllo ha detto...

un ultima cosa: il programma del centro-sinistra era sì lungo e a volte lasciava dei vuoi (il filo logico c'era) ma alcune cose erano molto chiare, anche se poi o non sono state realizzate, o a cosa fatte a qualcuno non andavano bene. infatti io ho sempre sostenuto che se un programma è stato stilato va seguito, purtroppo non è andata così, questo è indubbiamente una colpa del centro sinistra.
però se tu consideri il programma gli slogan tipo: meno tasse per tutti e abolirò l'ici, non stiamo neanche a discutere.

Brusca ha detto...

@ maurysto

dal tuo ultimo post si denota che te voteresti berlusconi solo per il punto 1 del suo logorroico programma... se ti sbassava le tasse ma toglieva ogni finanziamento alle scuole o altre cose che non ti interessano l'avresti sicuramente rivotato

maurysto ha detto...

@béllo :

Se tu consideri confusa e superficiale un idea di programma semplice e intellegibile da chiunque, allora tieniti l'incomprensibile.

Vedi, béllo, senza nulla togliere alle tue idee che, ripeto, rispetto ma non condivido, di chiacchiere se ne sono fatte tante in 20 mesi di non governo prodi.
La gente vuole risposte, non parlare, parlare e basta.

Il confronto deve esserci ed è fondamentale ma poi si deve agire, operare, attuare.
Che me ne faccio di un programma enciclopedico che, omniacomprensivo di tutto ciò che mi piace, poi non mi consente di attuare nulla ?

Resta carta ?
Resta sogno ?
Resta che ?

Io voglio risposte dalla politica non astrusi discernimenti su questioni di lana caprina, e nel frattempo io a casa cosa porto ?
I miei operai a casa che portano ?

Preferisco pochi punti realizzabili ad un faldone irrealizzabile.

So che vi torna scomodo ammettere che il vostro cartello elettorale ha prodotto poco meno di nulla, ma lo sapevate....... non negate.

Non si governa, rappresentando la minoranza del paese, contro il resto del paese come volevate fare voi.

Tante idee delle famose 278 pagine sono da condividere, ma non si occupano tutte le istituzioni pur non avendo la VERA maggioranza.

Avete scassato la minchia (scusami la parola) sulla legge elettorale, "il porcellum" schifoso esempio di berlusconiana egemonia, ma non siete stati capaci di cambiarla in 20 mesi !!!!!!
Poi Veltroni la voleva cambiare in 3 mesi ????
E gli ipocriti siamo noi ???

Ma dai !!!

Io non voglio un paese fermo come lo stavano fermano i comunisti, io voglio un paese in attività come era con Berlusconi, so che non la condividete questa cosa ma alle prossime elezioni si vedrà chi governa e come.

Vi prego solo una cosa :
Io non uso parole fuori luogo (se non qualche piccola cosa non offensiva), vi pregherei di attenervi a questo.

Grazie.

Anonimo ha detto...

la colpa e' principalmente dei verdi. Vuoi prendermi a "labrate"? simpatico questo ragazzino che ha ancora la bocca che gli puzza di latte.
Vai a giocare su'.

Brusca ha detto...

pensa che invece il Berlusca aveva fatto un bellissimo contratto con gli italiani con soli 5 punti e in 5 anni ne è riuscito a malapena a soddisfare uno,di questi qui apparte il 2,il 6 e il 7 che rientrano nei suoi interessi personali per soddisfare gli altri 13 avra' bisogno di 13 legislature... logicamente per fare un porcaio

Brusca ha detto...

soddisfare gli altri 12 avra' bisogno di 12 legislature... ho sbagliato a scrivere ziocchen

Brusca ha detto...

soddisfare gli altri 12 avra' bisogno di 12 legislature... ho sbagliato a scrivere ziocchen

Brusca ha detto...

soddisfare gli altri 12 avra' bisogno di 12 legislature... ho sbagliato a scrivere ziocchen

béllo ha detto...

x l'idiota
vediamoci dove vuoi, sono quello col passamontagna. senti uomo vissuto, hai buttato via i tuoi anni visto che non c'arrivi, cosa ti devo dire. basta, mi stai facendo perdere del tempo

x maurysto
di questo abbiamo parlato a lungo nel blog di nicola, non mi ripeterei, abbiamo idee troppo lontane e inconciliabili, lasciamo stare.
sugli errori e difficoltà di questo governo, ne possiamo parlare quanto vuoi, sono il primo a fare delle critiche, ma rimango dell'idea che è sempre meglio che un centrodestra che è in economia più liberale, più religioso, più razzista, più di destra.
ti ripeto, a me non piace prodi e neanche il pd, sono il primo che quando ci sono da fare delle critiche, le fa, come spero tu abbia visto nel blog di nik.
te fammi un favore: togliti dalla testa che questo è stato un governo comunista, per 2 motivi.
1- non ha fatto nulla di comunista (purtroppo)
2- dici a me che demonizziamo berlusconi quando te e voi demonizzate i comunisti; c'hai la fissa anche te come lui!

béllo ha detto...

cmq meglio di latte che di merda!

scusate, questa mi è scappata!

Anonimo ha detto...

@bello: leggerti e' sempre un piacere. hai livelli di arroganza e immaturita' che difficilmente si ritrovano nelle persone colte.
bravo!

Anonimo ha detto...

che sbrodolo! amo essere citato.
se avessi scritto piccanti invece che piccate, forse mi avresti invitato a cena. ( mi riferisco a anonimo, già coprotagonista con bello dei duellanti)
complimenti comunque, hai colto benissimo l'essenza del mio pensiero. (suona abbastanza colto? l'ho letta da, cioè l'ho sentita in un film)
i miei slogan preferiti restano: più pilu pe' tutti e un milione di posti di lavoro (basta succhiare il latte!)

hasta siempre,
comunistaignorantexxx'80

béllo ha detto...

rispondo a un rompicoglioni, come vuoi che ti risponda?

enricodellacomunicazione ha detto...

azz, sono arrivato già a giochi fatti.

:P

enricodellacomunicazione ha detto...

Mi meraviglio nel vederti perder tempo con ragazzini i cui ideali sono probabilmente ottenere tutto subito senza fare nulla

come hai fatto te?

Elo ha detto...

Béllo ma secondo te la politica berlsconiana è liberale? La rivolgo anche a Maurysto questa domanda. Per avere una liberalizzazione, per quanto parziale, approssimativa e bla bla bla, abbiamo dovuto aspettare uno zoppicante governo di centro-sinistra e di un ministro diessino.

Ho sempre avuto l'impressione che la politica economica della cdl sia semplicemente questo: una sterile conservazione del bel giardinetto dietro a casa. Puntualmente, ogni volta che si fa qualcosa per combattere evasione, privilegini e privilegioni la destra si fa baluardo del "popolo" ferito contro l'"oppressore" tassatore. Vogliamo anche negare che durante il governo Prodi il gettito recuperato dall'evasione c'è stato ed è stato consistente (tesorini, tesoretti, extragettiti)? Oppure, come dice Tremonti, è merito del governo precedente?

Infine: mi elenchi, maurysto, un po' delle mirabili riforme del governo berlusconi? Perché quelle che ricordo io non sono cosa di cui andare fieri...

Anonimo ha detto...

elo, io tuoi rappresentanti ti hanno raccontato sciocchezze. Vedi di ragionare con la tua testa.

Anonimo ha detto...

Ciao Mont, bellissima polemica.
Metto subito le mani avanti: non ho né grosse competenze in materia economica, né il genio di Tremonti né, purtroppo, virtù taumaturgiche, quindi non sono in grado di stilare una ricetta magica che risolva i gravi problemi che affliggono l'Italia. Con l'attuale congiuntura economica e con 1.500.000.000.000 di € di debito pubblico e i vincoli imposti dal patto di stabilità i margini d'intervento non sono ampi.
Provo però ad avanzare alcuni punti politici che mi sembrano interessanti:
1)unioni civili;
2)libertà alla ricerca scientifica;
3)rispetto dell'articolo 11 della Costituzione;
4)tassazione delle rendite, verso cui vanno i profitti degli imprenditori, che così non vengono reinvestiti in attività produttive;
5)taglio dei finanziamenti alle scuole private e conseguente rilancio della scuola pubblica;
6)la chiesa costa allo Stato italiano tra i 4 e i 5 miliardi di € all'anno (più della politica!) possiamo parlarne;
7)continuare la lotta all'evasione fiscale;
8)togliere alle speculazioni del capitale privato risorse fondamentali per la vita dei cittadini come acqua, energia e comunicazioni.
9)destinare le risorse reperite per:
a)aumentare il potere di acquisto dei ceti meno abbienti, sostenere così la domanda interna e innestare un circolo virtuoso + consumi, + profitto, + gettito, + risorse per aiutare i più deboli;
b)un grande piano di edilizia pubblica;
c)finanziare la ricerca.

ps: verso chi usa l'aggettivo giovane con un forte connotato spregiativo non posso che provare pena. Per fortuna ci sono e sempre ci saranno dei giovani in grado di indignarsi per le ingiustizie sociali e che sanno guardare aldilà del loro arido tornaconto.

Mauri

maurysto ha detto...

@ELO :

E tu me le chiami liberalizzazioni quelle del governo Prodi ?
Ma che fai ci pigli per il c..o ?
Barbieri aperti di lunedì, licenze di taxi e qualche altra stronzata ?

Ma va !!!

@BéLLO

Il tuo modello di società è tipicamente comunista.
Scusa la parola, ma è così.

Non credo funzioni.

Società comuniste europee sono fallite portando i popoli alla rovina e alla fame, politiche sociali spinte a garantire il minimo indispensabile a tutti, fregandosene a chi vanno questi soldi, non la vedo una soluzione.

Edilizia pubblica, assistenza indiscriminata, aumento del peso del pubblico, tassazione delle rendite per limitare questo tipo di pratica sono le cause, da voi create, che ci hanno portati a questo punto.

Basta.
Andate a lavorare.

Sindacalisti che non hanno fatto mai una giornata in mezzo ad un cantiere che parlano di organizzazione di cantiere.!!!!!!

Non se ne può più.

Per mangiare devi lavorare, se lavori di più magi di più, se se intelligente sali, se non lo sei non sali, se sei debole lo stato ti deve aiutare, ma se vuoi far nulla.......fai la fame.

Questo per me conta.

Anonimo ha detto...

Questo bel ragionamento mi ricorda quella signora che disse: "il popolo non ha pane, ebbene che mangino brioches".
Non mi sembra che ben gliene incolse!

Mauri

Ettore ha detto...

Io vorrei fare notare una cosa, e Béllo in parte l'ha già detto: la CAMPAGNA ELETTORALE BASATA SUGLI INSULTI E PRIVA DI DIALOGO è PROPRIA DI BERLUSCONI E DEI SUOI GALOPPINI (Bondi, Bonaiuti e gli altri cazzari che ogni giorno recitano la solita lezioncina ai microfoni dei TG). Né Prodi prima, e né Veltroni ora, l'hanno mai attuata, anzi Veltroni ha tentato il dialogo per l'ennesima volta e ti dirò che secondo me che ha ragione Diliberto a dire che ha sbagliato, cadendo nella trappola di Berlusconi, il quale ha dimostrato per l'ennesima volta di non essere affidabile per un dialogo costruttivo.
L' idea del PD di correre solo, sarebbe anche giusta come principio , se vi fosse un avversario serio e responsabile che facesse altrettanto, ma se le cose stanno così, in campagna elettorale, se c'è chi vuole la guerra (Berlusconi e gli altri della destra), allora guerra sia.

Tu Maurysto dici:

"Mentre rientravo in ufficio ascoltavo Soro (PD) in Radio che, finalmente ha detto una cosa seria che risponde a tante cose : "Questa campagna elettorale non deve essere contro qualcuno, ma deve essere per qualcosa." Hanno capito che non si fà una campagna elettorale contro Berlusconi, Fini o Bossi.
Non è quello che la gente vuole e non servirebbe a nessuno."

A parte il fatto che la campagna elettorale basata sugli insulti, come ho già detto è stata inventata da Berlusconi, che ha ritirato fuori lo spettro del comunismo (funzionava negli anni '70, ma oggi...) marciandoci sopra con la solita manfrina "comunisti, comunisti, comunisti..." (io non ho mai sentito dare del ladro o del delinquente o del fascista o del dittatore a Berlusconi da parte di Prodi, Fassino, Beritnotti ecc....); E comunque sia, queste cose qui in questo momento le dovresti dire a Berlusconi e agli altri della CDL, che nonostante si siano scannati tra loro negli ultimi mesi (e comunque sia due partiti come Lega e UDC sono diavolo e acquasanta, esattamente come possono esserlo Udeur e Rosa nel pugno), si mettono tutti insieme in una coalizione fingendo di andare d'amore e d'accordo, pur di vincere: allora mi chiedo, se hanno tanto biasimato (e gliene do atto) il centro-sinistra per essere una coalizione che metteva insieme cani e porci, perché anche loro, adesso che si torna al voto e sono sicuri di vincere, fanno lo stesso? Non mi sembra molto coerente (anche se la coerenza in politica quasi non esiste...)
Le elezioni sono l'unica via in questo momento, ma non la soluzione...

Anonimo ha detto...

Il comunismo non l'ha tirato fuori berlusconi. Abbiamo 2 partiti comunisti in italia.

béllo ha detto...

x anonimo
ettore non ha detto questo. la cosa errata è usare l'accezione comunista in termine spregiativo. per fortuna abbiamo 2 partiti comunisti!

x elo
io intendo liberale non in senso di libertà. la politica liberale è quella dottrina che si rifà al liberalismo economico, che ovviamente io non condivido (questo filone è seguito anche dal centro sinistra di prodi, solo che sicuramente in maniera un pochino più attenuata: il mio discorso era inserito in quel contesto)


"Questo bel ragionamento mi ricorda quella signora che disse: "il popolo non ha pane, ebbene che mangino brioches".
Non mi sembra che ben gliene incolse!".........
in effetti, perse la testa...(ihhihi)

béllo ha detto...

x maurysto
anche società completamente votate al liberalismo sono fallite, che discorsi sono?

"fregandosene su dove vanno questi soldi".
scusa, non voglio fare il saputello ma sono studente di storia contemporanea. ti invito a darci una ripasatta, soprattutto analizzando il caso italiano e gli anni dal 47 al 78!

Red ha detto...

@anonimo, sul comunismo

I 2 partiti comunisti contano ben poco nel panorama politico italiano, e se hanno fatto del male lo hanno fatto alla loro parte politica. Sicuramente non hanno mai danneggiato te.

E poi bisogna fare dei doverosi distinguo se vuoi fare il sofista. Dal momento che berlusconi assimila, non so se per ignoranza o per demagogia, l' Eurocomunismo (ideologia dei partiti neo e post comunisti italiani) e lo Stalinismo degli anni '30. Vattti a vedere le definizioni in qualche enciclopedia.

Anonimo ha detto...

per fortuna abbiamo 2 partiti comunisti!
povera italia !!!

béllo ha detto...

poretto...

maurysto ha detto...

@ETTORE :

parli di dialogo costruttivo ? tu che rappresenti la parte politica che all’indomani delle elezioni ha occupato tutte le istituzioni ?
Ma perché, rappresentavate la maggioranza VERA degli italiani ?

Assolutamente no. Con 24.000 voti in più alla camera e oltre 250.000 voti in meno al senato non eravate maggioranza, ma ciò nonostante avete occupato tutto.

Berlusconi vi offrì il dialogo, per governare veramente.
E il centro sinistra, avido di potere, un potere che non ha mai avuto e che non ha saputo gestire, ha portato il paese alle elezioni dopo soli 20 mesi.

E parlate di dialogo ?

Per quanto riguarda gli insulti, vengono dalla vostra parte.
Diliberto ha sempre detto che con Berlusconi al governo è a rischio la democrazia, che Fini è fascista e Bossi è separatista.
Gli insulti non sono certo mancati.
Ve la prendete se vi chiamiamo comunisti ???????

Non dovete. Lo siete. Siatene fieri.
Ma levatevi dal governo di un paese che non sapete far altro che ridurre alla miseria.


@BèLLO

Io non sono studentello come te.

Io mi faccio il culo dalla mattina alla sera per pagare le tasse che servono ai comunisti come voi per stare seduti e non far niente.

La storia dal 47 al 78 la conosco per mia cultura personale, non essendo un laureato.
Ma la storia la puoi leggere come vuoi.
Leggere qualche cosa e basta.
L’analisi delle circostanze le fai meglio se le hai vissute alcune vicende e io le ho in parte vissute essendo del ’63.

Proprio quella storia che tu citi nel periodo interessato mi ha sempre fatto pensare che l’italia del dopoguerra, sull’onda dell’antifascismo post bellico, ha rischiato di andare totalmente a sinistra per effetto di un contrappasso storico.
Fortunatamente per tutti noi, e anche per te che ne sei inconsapevole di questo, l’italia gravitava intorno all’ America che ci ha salvati dall’Unione Sovietica, altrimenti oggi stavamo come la Bulgaria, la Romania, la Cecoslovacchia e altri paesi dell’est.

Quel comunismo che voi tanto sbandierate come la soluzione sociale ai mali del capitalismo, all’accumulo di risorse, all’imprenditoria libera sarebbe stato la tomba dell’italia.

Se siamo messi tanto male, caro BéLLO lo dobbiamo all’azione distruttiva che il PCI ha avuto sulla società italiana degli anni che tu, secondo me a caso, citi.

Cambia bandiera, ascolta me che ti troverai meglio……..certo dovrai spaccarti un po’ il culo……ma poi ti ci abitui come tutti quei comuni mortali che la mattina si alzano per portare una pagnotta a casa, e che dei discorsi astrusi ed astratti che fai tu, credimi, non sanno che farsene.

Anonimo ha detto...

Ma questo viene da marte!
Al governo in Italia c'è stata per circa cinquant'anni la DC, o da sola o con PLI, PRI, PSDI e PSI. La Casa delle libertà ingloba una parte del peggio di quegli anni, guardati la storia di Cicchitto o de Michelis. Se tu lavorassi un po' di meno e studiassi un po' di più ne trarresti sicuro giovamento.

Ps ma se lavori così tanto come cazzo fai ad essere sempre qui?
questo vale anche per l'altro Stakanov anonimo.

mau

Anonimo ha detto...

Se tu lavorassi un po' di meno e studiassi un po' di più ne trarresti sicuro giovamento.

Se le poche persone oneste e lavoratrici di questo povero paese studiassero anziche' lavorare come fareste voi komunisti a mantenere la vostra bella e amata poltroncina?

Bravo maurysto, quoto tutto cio' che dici. L'altro anonimo del resto ha ragione, non possiamo perder tempo a cercar di far capire qualcosa a questi ragazzini. Lasciamoli fare, purtroppo non capiscono.

Mont ha detto...

Caro Maurysto, per buttare le dita a casaccio sulla tastiera scrivi dei gran bei periodi. Peccato che in gran parte siano falsi.

La lamentela sui voti è una buffonata. Spiegami piuttosto il casino che è successo fra Pisanu e Berlusconi la notte delle elezioni.

Berlusconi offre il dialogo? Si vede che non lo paga lui. Berlusconi dice di offrire il dialogo, ma poi vuol fare come vuole lui. Non prenderti in giro da solo.

E veniamo agli insulti: Berlusconi è un rischio per la democrazia, Fini è fascista e Bossi separatista. Dimmi dove vedi gli insulti, perchè a me deve essere scesa la cataratta. In nessun paese un candidato si presenta se è editore radio/televisivo. Solo per questo è un'attentato alla democrazia. Fini è fascista: ...non c'è niente da aggiungere, fini è fascista! Bossi è separatista? E' parzialmente sbagliato: la parte destra di Bossi è separatista, la parte sinistra è stronza.

E detto fra noi, anche Berlusconi si è impegnato abbastanza per impoverirci tutti. Aspetta, tu sei un'imprenditore! Tu no.

Ora veniamo al Bèllo (sono adorabile). Lo "studentello" è una delle persone più impegnate che io conosca. E non fare quello che salva il paese perchè l'imprenditoria è ai primi posti fra gli evasori fiscali. Quindi zitto.

Conosco Bèllo da una vita: è iracondo, testardo, arrogante e a volte puzza. Però so che sa benissimo quello che dice, soprattutto quando parla di storia, che è la sua materia. In quei paesi che citi, alcune cose funzionano meglio che da noi. Ma io a differenza tua non estremizzo e non dico che siano dei paradisi. E non commento nemmeno il paragone all'America. Anzi, lo commento: bleah.

Quelli come te, che votano Berlusconi, portano a casa la pagnotta, ma lasciano qualcun'altro senza.

benna ha detto...

Maurysto, se l'ultima volta, quando scesero, l'anno passato, avesse funzionato, non ci avresti ripensato? No perchè, se ti affidi al pensiero ottimista, come d'altronde faccio io, e questo lo dico in tutta umiltà, non si arriverebbe a discutere in maniera tanto contradditoria di queste cose. Comunque alla luce dei fatti non è che uno si può prendere le colpe come fossero in due o dell'ultimo vicesindaco,ti pare? Non fraintedere, il mio ragionamento emerge dopo attenta valutazione dei fatti e siccome mi sembri altrettanto preparato, spero di ricevere una risposta all'altezza.

Anonimo ha detto...

POOOOOOOOOOOOLEEEEEEEEEEEEEMIIIIIIIIIIIIIIIICAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

maurysto ha detto...

@MONT :

Non credo di buttare le dita a casaccio sulla tastiera, ma certo mi aspetto che tu dissenta da quello che scrivo.

Perché la lamentela sui voti ? Io mica mi sono lamentato o ho detto che il centro sinistra non aveva vinto ?
Solo ho detto che non potete parlare di dialogo se all’indomani delle elezioni, per come erano andate, non avete accolto un offerta di dialogo per poter governare l’Italia.
Che ne è uscito……. ? Crisi profonda ed elezioni dopo 20 mesi. Bravi. Alla faccia del dialogo e dell'interesse del paese.

Gli insulti.
Ne avete parlato voi dicendo che noi del centro destra (Berlusconi) insultiamo l’avversario ed io ho detto : Anche voi chiamate fascisti Fini (che non lo è), separatista Bossi o altro.

Berlusconi si è impegnato ad impoverirci ?
Veramente il massimo dell’inflazione dal 2001 è a gennaio 2008, il massimo della pressione fiscale è nel 2007, il massimo della sfiducia è nel 2008, la corte dei conti che dice che la spesa pubblica è galoppante è nel gennaio 2008, il governo meno prolifico per provvedimenti è quello di Prodi, il governo più corto della storia della Repubblica è quello di Prodi
Non Berlusconi, Mont, ma i comunisti come voi impoveriscono l’italia.

Io non salvo il paese e non evado le tasse.
Fatturo fino all’ultimo centesimo del mio lavoro e pago fino all’ultimo centesimo il fardello di tasse che i comunisti usano per finanziare i serbatoi di voti.

Non conosco personalmente BéLLO e certamente non posso dire chi è.
Ma neanche conosci me e ti invito a non dare giudizi frettolosi e superficiali.

Ho 44 anni e quindi oltre 20 in più di lui, non sono studente universitario ma un diplomato che lavora da quando ne aveva 19 oltre ad aver lavorato quando andavo a scuola, la mia cultura viene dai giornali, dalla storia letta, da internet, dalle mie riflessioni e dal confronto con gli altri.

Io voto Berlusconi ma non lascio nessuno senza pagnotta.
Se non fosse per me che li aiuto con i fuori busta i miei operai, grazie al niente fatto per loro dai vostri sindacati che si ergono ipocritamente a difensori dei deboli, farebbero la fame.

Sono più “sociale” io che sono di centro destra che i comunisti ?

Certo i comunisti predicano bene, ma razzolano peggio, molto peggio della destra.

Per quanto riguarda il mio tempo che impiego per scrivere qui ed altrove sui blog :
Certo non ho tanto tempo libero, un po’ scrivo la mattina ed un po’ la sera…….ma io ci tengo a dire quel che penso e quindi certe volte faccio le 22,00 in ufficio per scrivere le risposte a voi o ad altri.
Ho la passione per certi argomenti e cerco di esprimere i miei concetti.

Anonimo ha detto...

Maurysto, stai dimostrando una civilta' e una maturita' rara in italia. Purtroppo i questo blog non puoi che incontrare ragazzini o studentelli che probabilmente faticano a comprenderne i concetti.
Lascia stare. Un giorno, quando inizieranno a lavorare e a parassitare di meno, dipendendo dagli altri, forse capiranno.
Fidati, lascia perdere.

Ettore ha detto...

Forse non mi sono spiegato: io intendevo dire l' usare la parola "comunisti" per alimentare ancora (nel 2008, il muro di Berlino è caduto nell' '89) lo spettro del comunismo. Funzionava per la DC, 30-40 anni fa, ma adesso?? E poi includere sotto l'aggettivo comunisti tutta l'Unione (anche Rutelli o Franceschini o Marini o la Bindi, gente che ha avuto tutt'altro percorso politico) mi sembra fuori luogo e riflette proprio il voler attaccare gratuitamente e senza fondamento lo schieramento opposto con la parola "comunisti" (=mangia bambini, sovversivi, ecc...). Ma il fare audience è tipico di Berlusconi: d'altronde è stato lui a trasformare la politica in uno spot pubblicitario.
Caro Maurysto, secondo te:
1) Se fosse stato Berlusconi a vincere di 24.000 voti, credi avrebbe proposto lo stesso un governo di larghe intese?? E credi che non avrebbe occupato lo stesso tutte tre le cariche più alte?? Io credo proprio di no. Ormai lo si conosce e non si crede più ai suoi trucchetti!
2) Credi che una coalizione di larghe intese avrebbe funzionato meglio che quella di centrosinistra?? Se non riescono ad andare d'accordo da una parte, figuriamoci mischiati tra di loro.
La causa della ingovernabilità ormai è risaputo che è la legge elettorale Porcellum del centro-destra! In più mettici l'eterogeneità della coalizione di centro-sinistra e questo è stato il risultato. Sono sicuro che con una legge elettorale diversa le cose non sarebbero andate come sono andate; se uno schieramento vince anche di 10 voti, ha vinto e ha il diritto di formare un governo e la governabilità deve essere garantita!

Ettore ha detto...

Ah comunque la maggioranza l'Unione ce l'ha avuta anche al Senato, seppur fosse di 2 senatori, grazie al voto degli italiani all'estero, un'altra innovazione della legge elettorale fatta dal centro-destra: come si suol dire, chi è causa di suo mal pianga se stesso.

Anonimo ha detto...

Scusa un attimo Ettore: ma Prodi, vincendo le elezioni non ha avuto la maggioranza sia in senato che alla camera? SI. Era di pochi seggi? SI. Ricordi che al Senato la sinistra aveva perso? Spero di si. Nonostante tutto ha avuto la sua maggioranza per governare. Ora se per vincere le elezioni ha chiamato cani e porci ... cosa ti aspettavi? Troppo facile dire porcellum quando in realta' e' caduto perche' dentro quella coalizione erano stati richiamati cani e porci per abbattere il nemico berlusconi?

Sereno Polveroso ha detto...

Ottima supercazzola benna!!

Cmq avevo scritto un papiro ma sto post evolve di continuo... posto quelllo che è ancora attinente:


Mi stupisce la mentalità gretta da imprenditore (la mentalità da Fabbrichètta) che,in teoria dovrebbe capirci di economia e vuole meno tasse (e intanto da la bustina in nero ai dipendenti, il che non favorisce di certo l'alleggerimento fiscale) e uno Stato meno pesante, quando cioè è economicamente impossibile!!
Non so se è chiaro che l'italia ha, un debito pubblico di più del 100% del nostro PIL: lo Stato c’è, ci deve essere, ed è pesantissimo!! Non possiamo pensare di crearci un economia snella senza che lo stato prelevi da qualche parte, non ce lo possiamo permettere, siamo in debito, soprattutto ora che la crisi fa strizzare il culo anche alle banche che quei soldi ce li hanno prestati e hanno campato sui nostri interessi.
Noi risentiremo ancora maggiormente della crisi essendo indebitati fino al collo!
Poi bisognerebbe prendersela con chi sto debito lo ha accumulato (chi ha governato da sempre in italia??, non lo so ditemelo voi visto che siete vecchi e saggi).Certo che non possiamo permettere che le tasse strozzino l’economia, e ancor prima i lavoratori, ed proprio per questo si richiede una distribuzione più equa: paga di più chi ha di più.
Ma è una mentalità viziata quella dell'imprenditore che pretende di non pagare tasse, dal momento in cui vive in italia.
Senza contare che poi l'italia ha una classe inmprenditoriale che fa schifo. Le più grandi aziende sono in rosso, o falliscono in mezzo allo scandalo generale, o truffano per non annegare, o vendono tutto o si attaccano allo Stato per non colare a picco. Bell'esempio di competitività!!
E di certo non diamo la colpa alle Tasse dello Stato, visto che aziende come queste hanno evaso praticamente tutto, e anzi addirittura in alcuni casi hanno ricevuto delle agevolazioni o delle commesse proprio dallo stato stesso.


Quindi è demagogismo puro quello delle tasse. Il problema che la lungimiranza dell’italiano medio va poco al di la della settiamana che deve venire.
Ok evadiamo le tasse, ok indebitiamoci fino al collo, ok campiamo di speculazioni… e poi, una volta arrivati al capolinea?? Quando cola a picco la baracca, si cola a picco tutti.
Non siamo un paese come l’inghilterra o gli stati uniti, siamo un paese che deve il suo benessere in gran parte al privilegio di ricevere aiuti e agevolazioni per ragioni politiche e interessi economici di stranieri. La nostra non è un’economia di cui andare fieri. E se berluscono è riuscito (con che mezzi poi!!) a fare i soldi non significa che faccia lo stesso con lo stato: non si può dichiarare falso in bilancio nei conti dello Stato!!! Difatti il suo genio, nn ha prodoto meno deficit, non ha ridotto il debito, non ha auomentato il Pil più di quel apatico di Prodi. Questi sono i fatti.
Noi non siamo un paese del terzo mondo benchè abbiamo un debito che nulla invidia a quei paesi che in nome di questo debito sono ricattati dalle banche. Quindi basta con questo demagogismo che pensa che abbassare le tasse sia la soluzione.

E basta anche con sto vittimismo: Io ho lavorato!! Ho fatto fatica!

Altrimenti ricadiamo in una catena infinita di chi sta peggio, e credimi, non siamo di certo noi, nè io nè te!!

maurysto ha detto...

@ETTORE

Noi alimentiamo lo spettro del comunismo in misura inferiore con la quale voi alimentate lo spettro del fascismo.

Rutelli, Bindi o Marini alleati con i Verdi, PRC e no global…..scusa ma non li salvo.
Marini poi da falso politico di centro che si appoggia ai comunisti……

Non lo sai se lo avesse fatto anche Berlusconi ed il fatto che non ci sia la controprova non vi salva.
Vi è stato offerto e avete voluto dire di no.
Vi sentivate forti e pronti per comandare.
Siete durati 20 mesi (a sudare e con le flebo dei senatori a vita).

In Germania la coalizione ha funzionato e funziona.
Ma lo spessore politico dei rappresentanti della sinistra europea è lontana anni luce dagli pseudo/comunisti del cazzo che girano in Italia.

Se consideravate il Porcellum una porcata, perché non l’avete cambiata subito ??

Se uno schieramento vince per 10 voti ha la legittimità per governare, certo.
Ma non deve governare contro l’altra metà dell’Italia perché se nò si fa la rivoluzione.
Le larghe intese servivano per questo :
Siamo sostanzialmente in parità ? Bene
Facciamo un programma snello e condiviso ? bene
Garantiamo la governabilità.
No !!!!! Buttiamo via i soldi degli italiani, avete pensato voi.

Poi Veltroni piange che non si è aspettato 3 mesi per fare una legge……….
20 mesi non vi sono bastati…… e ne volevate altri 3 ???

Anonimo ha detto...

Siamo la sfaccimma della gente!!! Andate a lavorare tutti quanti!!!!!
W BERLUSCONI!!!!!
W NAPOLI!!!!!
TIE'!!!!!

Sereno Polveroso ha detto...

Scusate la mancanza di scorrevolezza... non avevo riletto!

E basta con sto COMUNISTI!!! Tutti usano il possesivo "MIO" anche troppo spesso!!

Poi limitiamo l'uso del Voi:
voi avete speso i soldi, voi avete dato, voi voi...

Ma voi chi??

Non scadiamo nelle discussioni da tifoserie, per favore

benna ha detto...

Ma l'unico che ha capito che stanno facendo la supercazzola sono io? Dai, stanno facendo apposta, son dei simpaticoni. Lasciate in pace Antani sennò vi manda i marsigliesi!

Mont ha detto...

Carissimo anonimo (ma sei sempre lo stesso? Anche nel blog di nik?)

Lo studente che tu consideri parassita poi in un futuro lavorerà anche per quelli come te che sono i veri parassiti italiani. Anche perchè ancora non ti ho sentito argomentare le tue posizioni.

Ma in realtà la tua piccolezza intellettuale non mi interessa perchè c'è una cosa che mi consola.

Sai cosa?
Quando inizieremo a "lavorare e a parassitare di meno", tu sarai vecchio e ti cagherai addosso.
(spero che ora tu abbia almeno 50/60 anni, perchè se sei più giovane lasciatelo dire: hai un problema)

Anonimo ha detto...

@sereno polveroso
Mi e' piaciuto cio' che hai scritto, sinceramente. Hai ragione che la maggioranza degli imprenditori in italia e' scadente. Ma non tutti sono cosi'. I piccoli, gli onesti, i pochi, cercano di tirare avanti. Questi ci rimettono come gli altri. Il problema e' che cosi' si rischia di perdere anche quelli.

Anonimo ha detto...

@mont
grazie per la "piccolezza intellettuale". Non mi abbasso alle tue diffamazioni gratuite, non mi conosci e ti lascio dire.

Anonimo ha detto...

La sfaccimma della gente!

Beniamino

Mont ha detto...

Neanche tu conosci noi, eppure ci hai definiti parassiti.

Ma ti ringrazio per la comprensione concessami: ti comprerò i pannoloni, quando avrai bisogno.

Sereno Polveroso ha detto...

@ anonimo
Sono contento che si possano trovare punti comuni. Non metto in dubbio che ci siano anche piccoli imprenditori onesti e che magari una cattiva gestione finanziaria possa penalizzarli. Ma perchè allora questi imprenditori onesti devono prendere come modello Berlusconi, che invece è il perfetto rappresentante dell'altra faccia dell'impresa, la disonestà per antonomasia?
Vero anche che in Italia bisogna scegliere il male minore e tapparsi il naso, però almeno non ci riduciamo a difendere ciò che magari ci piacerebbe fosse diverso, solo per partito preso o per contrapposizione: riconosciamo in primisi i difetti e facciamo sentire il nostro peso perchè si cambi qualcosa!!

AnoniMONT ha detto...

@sereno polveroso

Sei proprio uno studentello parassita.

Ettore ha detto...

Si va bè, ce lo vedete Marini a manifestare di fianco ai No-Global, magari col passamontagna e i bulloni, ahahahahahah! Per fortuna da queste discussioni si trova ancora il modo di ridere a crepapelle...
E poi questo spettro del fascismo non so dove tu lo veda... Fascista a Fini lo potrà aver detto Casarini oppure Caruso, non mi risulta che lo abbia detto Diliberto o Bertinotti o tanto meno un qualche esponente del attuale Partito Democratico.
La situazione della Germania non è paragonabile assolutamente alla nostra e non per gli "pseudo comunisti" come li chiami tu, ma perché il popolo tedesco ha un po' più di buon senso e non manderebbe MAI al governo un pidocchio rifatto che possiede TV, Giornali, riviste, aziende e squadre di calcio.
Per questo faccio autocritica dando dei dormienti a tutti gli esponenti del centro-sinistra che non ha fatto una legge sul conflitto di interessi e non ha fatto un emerito nulla per modificare o abrogare le leggi ad personam del Silvio Nazionale (lo chiamo così perché è degno tutt' al più di un posto da presentatore).
Per quanto riguarda i senatori a vita, per favore, lasciamo stare gente di spessore intellettuale come la Montalcini o Ciampi. Ti ricordo poi che c'è tra di questi anche il tuo "amico" Andreotti...
Cmq mi sembra inutile andare avanti con la discussione, finchè non si afferrano certi punti...

Red ha detto...

@maurysto

Le larghe intese in Germania funzionano perché non sono stipulate con dei criminali, il cui unico intento è curare il proprio interesse, e salvarsi dal gabbio.

Il problema non è la destra e i suoi valori, una destra magari liberalista o statalista che sia. Il problema è la criminosità di Berlusconi, un ceffo che ha messo in piedi un impero economico con fondi neri e lo ha tenuto in piedi con falsi in bilancio (e che nessuno dica che non è vero!).

Mi meraviglio di voi(ma poi neanche più di tanto), piccoli industrialotti, che non avete neppure una vaga idea delle nozioni base della macroeconomia. E considerate lo studiare come un atto di parassitismo.

Il debito pubblico (la nostra più gravosa tara economica) è stato creato negli anni '80 dalla politica di sprechi, tangenti, e appalti truccati del grande (latitante) Craxi, il padre putativo di Berlusconi.

Fascismo? Non mi sembra che nessuno in questo blog abbia tirato in ballo lo spettro del fascismo.

@anonimo

Con i tuoi giudizi studente=parassita dimostri davvero grande maturità e lungimiranza, come se il poter studiare dovesse essere una vergogna. Dimostri soprattutto di non aver mai studiato, neppure per prender la licenza media, e di possedere una cultura fondata sui tg di Emilio Fede e sui programmi d'approfondimento politico di Maria De Filippi. Mi fai proprio pietà. Ed il fatto che permani nell'anonimato ti rende ancora più viscido e scarafaggesco. TE PUDEAT!

maurysto ha detto...

@SERENO POLVEROSO :

Secondo me la....polvere ti ricopre il cervello.

Chi dovremmo prendere come modello ?
D'Alema che non ha fatto neanche un giorno di lavoro in vita sua ?
Marini, invece.....pure ?
Giordano, Pecoraro Scanio, Caruso, Diliberto, Fassino, Veltroni ?

CHI ?

Questi sono parassiti.
Anzi no ! peggio, se nò i parassiti si offendono !!

Almeno Berlusconi è un imprenditore che ha rischiato il proprio culo e denota intelligenza e scaltrezza.

sempre Ettore ha detto...

dimenticavo una cosa... sulla legge elettorale, anche io sono dell'idea che in due mesi, visti i contrasti che c'erano non si sarebbe fatto nulla. Ci sarebbe voluto più tempo, forse anche troppo. Ma ripeto le elezioni sono ora come ora l'unica via, ma non una risoluzione dei problemi.

Red ha detto...

ora che ho pubblicato il commento ne rano già arrivati svariati...che tempestività...Non stiamo rispettando il 3° comandamento dei nerd: DON'T FEED TROLLS!

Red ha detto...

Anche Al Capone era un imprenditore che si è messo in gioco e ha rischiato il culo, ma comunque era un criminale, e di sicuro non degno di guidare uno stato.

Red ha detto...

@maurysto

Ma la rappresentanza politica non è data dalle ore di lavoro svolte nella vita, ma da altre caratteristiche, altrimenti in parlamento dovrebbero esserci solo minatori e metalmeccanici, non certo Cicchitto, Nania, Berlusconi, la Santanché o Casini.

Ettore ha detto...

Si bravo, ha rischiato il proprio culo.... rischiando la galera. Diamogli la medaglia!
Finché in Italia non cambierà questa mentalità da bottegai, secondo la quale il magister vitae (si legge "magìster vite" e significa "maestro di vita") è il FURBETTO DEL QUARTIERINO, l' Italia non cambierà mai!
si vede proprio che sei della scuola politica della destra, quando non sapete più come controbattere, passate agli insulti: adesso addirittura PARASSITI, comunisti sarebbe stato ripetitivo...

maurysto ha detto...

@ETTORE :

Marini non sfila certo con Caruso….ma se lo è trovato di fianco quando prendevano lo stipendio.
E non gli ha fatto schifo, credimi.

In Germania non fanno neanche proliferare le Cooperative comuniste che prendono i soldi dai loro amici al governo.
Non fanno neanche annegare Napoli nella mondezza come i comunisti Bassolino e Iervolino, il primo anche indagato per corruzione.
Il vero conflitto di interesse è quello delle cooperative rosse, di Unipol al PCI ora PD, alle regioni rosse che stipulano patti con cooperative per demolire i privati non politicamente allineati (leggi “Falce e Carrello” di Caprotti.

Senatori a vita gente di spessore intellettuale solo perché votano comunista ?
Gente che fa sopravvivere un governo morto, non ha spessore intellettuale e una persona che ha 90 anni che cazzo se ne fotte dell’Italia dei giovani ?

Credo che chi non afferra i punti sei tu.

@RED :

Il ceffo che tu dici è sempre meglio di d’Alema, Caruso e C.

Craxi era socialista, partito nato dalla scissione del PCI.
Anche Prodi ha come amico Caruso e Bassolino…..e stava governando l’Italia…..figurati.

Il debito pubblico è cosa che viene da lontano.
I sindacati ed il PCI sono la causa della tenaglia alla gola degli imprenditori.

Sereno Polveroso ha detto...

@ maury

Ho forse detto che bisogna prendere ad esmpio un solo nome di quelli che hai citato????

Era chiaro che il fulcro del discorso era il fatto di non difendere nessuno. Infatti la differenza tra me e te è che io non difendo nessuno, proprio perchè mi accorgo della disonestà abbastanza generalizzata.
Infatti ho scritto "Vero anche che in Italia bisogna scegliere il male minore e tapparsi il naso..." Il che significa che non c0'è nessun modello auspicabile è bisogna scegliere fra la merda.

Capisco che, dato che non hai molta considerazione dello studio, non sempre tu riesca a capire il senso del discorso, per questo ti chiarisco cioò che volevo dire e ti faccio notare che il tuo commento è altamente fuori luogo!

Per quanto rigarda Berlusconi: la furbizia non è una giustificazione. Anche Stalin è stato furbo, ha rischiato del suo si è fatto il culo per arrivare al potere, ma non credo ti stia molto simpatico,... giusto?

Cmq sì, ho della polvere nella testa... come tutti, del resto

Mont ha detto...

Berlusconi ha rischiato il proprio culo.

E' per quello che è entrato in politica.

Finchè non capite questo per me non capite un cazzo.

Sereno Polveroso ha detto...

@maurysto

Il debito non viene da lontano

Il ceffo che red dice non è peggio di D'alema

......
Vedi, se facciamo affermazioni ingiustificate non diamo un gran contributo alla discussione... ma se vogliamo continuare così, per me sarà divertente.

Ettore ha detto...

Ma dai ma non diciamo stronzate! il problema della monnezza di Napoli c'è da tempo anche quando c'era Calandra di AN, alla presidenza della regione. Anche Bassolino è un coglione e ha le sue responsabilità, così come Pecoraro Scanio in quanto ministro dell'ambiente, ma per favore, non scarichiamo tutte le colpe addosso al solo schieramento politico attuale, di un problema che esiste ormai da anni! E che cazzo!

Red ha detto...

@maurysto

Se PER TE E' MEGLIO berlusconi, buon per te. Ma allora scendiamo nel campo del soggettivo e non di una diatriba fondata sull'oggetività dei fatti.
Berlusconi deve molto a D'Alema, e tu come suo sostenitore dovresti essergliene grato, dato che con la quotazione di Mediaset in borsa lo ha salvato dal crack.


La scissione PCI/PSI c'è stata nel 1921, e da allora di cose ne sono cambiate un bel po', ma negli anni '80 il PSI era l'humus di crescita di tutta la destra che tu voti, e se questo non lo sai allora dubito addirittura che tu sia di destra e financo italiano.

Red ha detto...

dubito poi che il PCI, partito estinto da 16 anni, sia la causa della "povertà" degli imprenditori.

Red ha detto...

@maurysto
comunque tu pensi solo alla tua categoria lavorativa, gli imprenditori. Uno sprazzo d'altruismo manco per il cazzo!

I sindacati nelle imprese italiane, che sono per la maggiorparte a conduzione familiare e con meno di 15 dipendenti, non hanno grande influenza.

Red ha detto...

@maurysto su Caprotti

Caprotti è un fallito che è esploso in Italia con i soldi degli investitori americani, e la lobby da lui costituita non ha retto il confronto con quella delle cooperative. E ha scritto quel libro, a mio giudizio interessante, per dar sfogo al suo ego frustrato.

La morale è:
Se fai il capitalista e poi non riesci a stare al passo con le regole brutali del capitalismo allora vai nei frati cappuccini!

seghesegheseghesegheaaaaaaah ha detto...

Deve essere andato a letto... D'altronde lui lavora! Mica come voi studentelli fancazzisti comunisti parassiti mangiabambini monnezzai pecorari bassolini! ahahahahah!

Red(mond Barry) ha detto...

sarà andato a letto con Bruno Wasp e Giuliano Ferrara. Buon lavoro allora. Io vado a godermi la mia vita di studente comunista: fatta di sesso, prostitute di lusso, caviale e champagne.

Elia Battistini ha detto...

Ahahahahahah madoooooooo mi fate morire voi omuncoli di destra guarda!! Una sequela di stronzate da paura ahahahha...

1) Lo studente è un parassita. Bene, tutti a lavorare senza un briciolo di cervello, a produrre alta tecnologia tipo lampadine alla Vosloh (o come cazzo si scrive) in modo tale che domani saremo provincia di Germania, Stati Uniti, Francia, Giappone. Ma che gretti che siete guarda...

2)Berlusconi, l'uomo dell'American Dream, l'uomo che ha iniziato ILLECITAMENTE a trasmettere sulla rete nazionale non si sa come, fino al tempestivo intervento di San Craxi. Ah no scusate, tutto merito della sua scaltrezza. Bella mentalità che avete, ma perfetta per identificare l'umuncolo medio di destra. W i Furbetti, W Silvio, Ricucci, Coppola e compagnia bella, tutti grandi imprenditori.

3)Il problema della merda di Napoli è colpa del governo, anzi no, di Prodi vero??? Non sono 20 anni che Napoli fa schifo da questo punto di vista vero? Non ci sono stati nel mezzo 5 anni di "Governo Illuminato" del Principe Berlusconi, che ha fatto magnifiche riforme, ha rinnovato l'Italia, L'ha resa "attiva", direi quasi frenetica, brulicante, un vero boom politico/sociale/economico.

4) La rivoluzione. Ahahahahahahahahahahahahahaha. Fai la rivoluzione sì sì, capitanato magari da Umberto Bossi, col ciuffo da ictus e il pannolone per non cagarsi addosso, quella merda. "Le armi si troveranno". Ma reggiti in piedi prima, buffone.

5) Le larghe intese in Germania funzionano perché c'è una sinistra di caratura superiore. Eh già, quella stessa sinistra di cui un esponente di spicco, tal Schulz, non ha certo dimostrato remore nello svergognare l'allora presidente del consiglio al parlamento europeo, per prendersi poi la solita risposta/buffonata, tipica di un uomo privo di argomenti, tra le risate generali di mezza europa. E il solito danno d'immagine al paese. A tal proposito, ti consiglio, Maurysto, una semplice procedura: google, digita MERDA, e cerca. Vai al primo risultato e...buona visione. Sempre che tu abbia gli occhi aperti per certe cose.
Questo a conferma che in Europa si può parlare, c'è libertà, e in un paese come la Germania Berlusca sarebbe presidente delle latrine di Regina Coeli. Non del consiglio.

E poi Bastaaaaaaaaaaaaaaa hai rotto il cazzo. Tacte su.

Anonimo ha detto...

Siamo la sfaccimma della gente.

Nabule mille cculoreeeeeee ha detto...

Siamo la sfaccimma della gente.

pino scotto ha detto...

maurysto...mavvaffanculo!

seghesegheseghesegheaaaaaaah ha detto...

Oggi è stata una giornataccia di duro lavoro per Maurysto, ancora non è qui a scrivere....

Anonimo ha detto...

Maurysto sai chi ti saluta un casino? MAURYSTOCAZZO!!!

béllo ha detto...

x maurysto

scusami ma farmi dare lezioni di storia da te non mi sembra il caso: hai esordito dicendo che berlinguer è morto per colpa di un attentato (per la cronaca è morto di ictus) e adesso mi dici che il psi di craxi è nato da una scissione col pci.
e poi critichi i senatori che non guardano all'italia dei giovani? magari è vero, servirebbe un rinnovamento, non solo dei senatori, ma te che continui a criticare gli studenti non dimostri lungimiranza (ti ripeto, fatti i cazzi tuoi, io oltre a studiare lavoro anche, fatti proprio i cazzi tuoi).

inoltre questi studenti possono insegnarti qualcosa.

nozioni di storia:

il psi nasce nel 1892 col nome di Partito dei Lavoratori Italiani. (...)nel 1921 a Livorno, Gramsci esce dal psi per fondare il PCI (i comunisti!!!!).

dopo questa piccola nozione che spero che tutti sappiano già (a parte te evidentemente), capirai che se tu ti riferisci al periodo storico di craxi, che sono i fine settanta e gli ottanta, le cose sono enormemente cambiate.
in primis non è storicamente accettabile che tu dica che il psi è nato da una scissione con il pci (te l'ho appena dimostrato), in più ci sono stati di mezzo 20 anni di fascismo, la 2 guerra mondiale, la guerra fredda, il boom economico, le manifestazioni e le rivendicazioni del '68 e del '77 (macroscopicamente parlando).
inoltre il governo di craxi, questa cosa è veramente famosa (e te che dici di essere informato la dovresti sapere, tra l'altro avevi 20 anni quando è successa, non hai scuse) fu sostenuto dal pentapartito (ora te lo spiego, calmo): un'alleanza fra Dc, Psi, Psdi, Pri e Pli.
Quest'alleanza nasceva non da accordi pre-elettorali o da una comune identità di vedute, ma dalla necessità, fortemente sostenuta da Craxi, di "tenere i comunisti fuori dal governo"....
ops, hai toppato?
eh beh, direi di si...

allora concludo: potere di parola agli studentelli se lo spessore deve essere di uomini della tua cultura....
ma mi facci il piacere!

p.s.
ringrazio mont per le belle parole spese e non commento le altre cose visto che sono arrivato in ritardo e cmq avete già detto molto di quello che avrei detto io (nicolò, ettore, mont in primis). scusa maurysto, ma ero a lavorare...guarda te questi studentelli!

béllo ha detto...

E MARINI NON è COMUNISTA!!! E' LA COSA PIù LONTANA DAL COMUNISMO!!! BASTA CON STE MINCHIATEEEE!!

béllo ha detto...

per quanto riguarda l'attento a berlinguer, ancora non è storia. bisogna verificare ciò che è accaduto e sarà molto difficile scoprirlo. sta di fatto che è possibile che il kgb cercasse di non fargli attuare il compromesso storico.
berlinguer non morì, il compromesso si fece.
poi morì moro.
ma questa è un'altra storia!

Sereno Polveroso ha detto...

La polemica sembrerebbe ormai chiusa...
era stata più bella quella sul nucleare!!

Anonimo ha detto...

no no!!! è stata più polemica questa.
o quella della Pasquella?
mah.....

Sereno Polveroso ha detto...

Mmmmm non lo so... l'unico modo per deciderlo è un sondaggio!!!
Moooooooooooooont!!

Red ha detto...

perché era una polemica questa?

maurysto ha detto...

Ora rispondo a tutti, non dubitate :

Sereno Polveroso :

Se per te "scegliere il male minore e tapparsi il naso" significa votare a sinistra, allora non solo non cambierà mai nulla ma sei il solito ipocrita che, comunque, vota a sinistra.
Infatti chi come te dice questa frase, vota comunista.
Mai nessuno dice qualcosa del genere e poi vota a destra.
Come mai ?

ETTORE :

Il problema della mondezza a Napoli è cosa lontana e lunga, infatti :
A Napoli sin dal 1976 (a mia memoria) ha governato la sinistra con Maurizio Valenzi sindaco al quale si sono succeduti una sfilza di governi locali di centro sinistra.
Solo la Regione è stata retta occasionalmente dalla destra, il comune mai.
A chi la date la colpa ? A Napoli Sassolino ha governato, Iervolino pure, ci stava tutto il tempo per risolvere i problemi.
Ha…..dimenticavo che Bassolino aveva da curare i “suoi” interessi, infatti è indagato…..........ingiustamente per aver dato incarichi fiume, milionari, a suoi amichetti………
Ma certo, Cuffaro DEVE dimettersi, Bassolino e Iervolino no.

RED :

Per me è meglio Berlusconi perché impersona la figura dell’imprenditore di successo.

Vorrei chiarire un aspetto che vedo forviato.

Io non ammiro gli imprenditori perché secondo me sono gli unici che lavorano, forse avete inteso male.
Io ammiro tutti coloro i quali svolgono dignitosamente e con impegno il proprio lavoro, senza rubare lo stipendio o il compenso, dando il proprio contributo all’azienda /ente/comune/regione presso la quale lavorano.

Chi ha detto che le imprese italiane sono in maggior parte a conduzione familiare ?
Dove l’hai trovato sto dato ?

Caprotti è tutt’altro che un fallito e le vicende da lui narrate sono oggetto di denuncia alla Procura.
Il suo lavoro ha radici vere e quanto fattogli dalle amministrazioni Rosse è l’esempio dell’egemonia comunista e non il simbolo del suo fallimento.

Seghesegheseghesegheaaaaaaah :

a letto ci vado, certo, mica posso stare sempre qui a scrivere per coglioni come te ?

ELIA BATTISTINI :

Gli omuncoli, come li chiami tu, sono tutti quelli come te che prendono la tastiera in mano solo per scrivere stronzate.
Se te sapessi scrivere qualcosa di positivo, saremmo tutti più contenti.
Ma evidentemente non fa per te.

PINO SCOTTO:

Ricambio il VAFFANCULO !!.

ANONIMO:
Ti saluta il mio MAURYSTOCAZZO……… bacialo in bocca.

BéLLO :

(il quale mi sembra l’unico un po’ meno stupido)

Se avessi letto bene avresti capito che :

1) Io non ho detto che Berlinguer è morto per un attentato (trovami dove l’ho scritto), ma che lo ha subito.

2) Non ho detto che il PSI di Craxi sia nato dalla scissione del PCI, ma che il partito comunista e il partito socialista sono il risultato di una scissione.

3) Io non critico gli studenti. Mai l’ho fatto e mai lo farò.
Sono il futuro, come potrei criticarli ?
Solo ho un'altra idea circa i momenti storici dell’Italia del dopo guerra.
Ma sono opinioni che ho maturato per l’esperienza che ho, per aver vissuto certi momenti e per mia cultura personale.

4) La mia analisi sull’ingerenza del PCI nell’Italia degli anni settanta nasce dalla considerazione che, partiti come la DC ed il PRI ebbero appoggi consistenti da una certa tranquillità del PCI nella gestione delle masse operaie.
I sindacati e le loro lotte salariali furono certamente pilotati da una certa morbidezza di un PCI che d’accordo con la DC otteneva altri favori.
Ma ripeto, è una mia analisi non dico che quello che dico io sia legge.
Io la vedo così.

Mont ha detto...

Premetto che ho intenzione di ignorare tutti i commenti idioti che si sono susseguiti in finale di discussione. Mi sento in dovere di appuntare un po' di cosette:

1 - Come mai chi sceglie il male minore e si tappa il naso non vota mai a destra?
Perchè la destra è il male maggiore.

2 - Berlusconi non è un imprenditore di successo. A meno che per imprenditore di successo non si intenda un uomo che ha fatto i soldi grazie alla mafia, evadendo il fisco, cambiando la legge. Allora siamo d'accordo. Berlusconi è in più grande imprenditore di successo della storia.

Ettore ha detto...

Mi sembri un portavoce di Berlusconi: diamo pure la colpa dell'immondizia a Napoli alla giunta comunale di sinistra, va bene; e un po' alla cialtronaggine di parte dei Campani? Un po' al problema della camorra? No eh?
Vedo che in Emilia Romagna pur essendoci da sempre la sinistra, si sta bene lo stesso. E perché? Forse perché i problemi sono altri...
Quindi non diciamo fesserie...
A me poi non mi pare di aver difeso né Bassolino né la Iervolino, non è colpa mia se appartengono al partito per cui ho votato e per carità, le loro responsabilità le hanno, così come Pecoraro Scanio, uscente ministro dell'ambiente.
Cuffaro si è dimesso, ma tra poco lo ritroveremo in senato, Casini gli ha già promesso la poltrona! Vogliamo Provenzano come prossimo presidente della Repubblica!!

Sereno Polveroso ha detto...

Vedo che nonostante la spiegazione il senso ancora non ti è chiaro. Ripeterò ancora:
Io non ho usato la frase "in italia bisogna scegliere il male minore" per dare un indicazione al voto, era una semplice constatazione che
la situazione politica italiana fa schifo da entrambe le parti e troppo spesso si assomiglia.
E smettila di dire o di supporre cosa voto io: non sai veramente con chi parli!

Però vedo che tu senza la demonizzazione del comunismo non riesci a fare un discorso o un post.

Cmq rispondi a questo così chiudiamo il discorso: tu sei disposto a passare sopra al fatto che berlusconi sia un criminale di primo livello? (criminale vuol dire che fa danno alla società)

Se la risposta è sì, siamo su due piani diversi. Ma non venir fuori ancora con il discorso di chi ruba lo stipendio!!!

sempre Ettore ha detto...

E per favore adesso evita di attaccare gratuitamente con frasi del tipo "cialtroni siete voi studenti comunisti parassiti dell'Emilia Romagna". Se sei così sicuro di quello che dici, vedi di mantenere l'autocontrollo senza scadere negli insulti, tra l'altro banali.
Ah, il sottile "non diciamo fesserie" (potevo dire "cazzate", "stronzate", "minchiate"...) è per ricambiare il tuo "stupido". Prego

Anonimo ha detto...

Ma da quando i cazzi hanno la bocca, babbeo? E poi il tuo al max avrebbe un follicolo pilifero, ahahahahahha!

maurysto ha detto...

MONT :

Probabilmente perché chi vota a destra è consapevole e cosciente di VOTARE a destra, per un sistema sociale migliore.

Berlusconi "E’" un imprenditore di successo, i suoi successi sono visibili.
Anche su questo, Mont, bisognerebbe fare un analisi più approfondita ma, questo io l’ho scritto sempre :
Non ho mai detto che Berlusconi sia un puro, uno senza macchia o che in vita sua tutto ciò che ha fatto lo ha fatto in maniera limpida.
Non troverai mai, in rete, un mio post che dica questo.

Mi da fastidio, però, che si additi come il male dell’Italia.

La nostra società è senza ombra di dubbio, malata.
Esistono persone che hanno condizionato la vita della società post guerra e post anni ’80, ma non credo che Berlusconi, da solo, possa aver danneggiato il tessuto sociale.
Tanti altri hanno fatto di peggio ma solo perché sono nell’ombra non risultano essere peggiori.
Non vale per me la classica frase “tutti colpevoli………….” Ma solo credo che tra tanti politicanti di mestiere che non hanno fatto neanche una giornata di lavoro, lui possa impersonare un uomo d’azione, un imprenditore di successo che, con le dovute cautele, possa applicare una formula vincente alla nostra società.
Ciò che dico è supportato anche dal fatto che prima di lui e quando non ha governato lui, chi lo ha fatto non è riuscito a migliorare nulla.
Il defunto governo ne è la prova, Veltroni che ha il coraggio di chiamarsi "nuovo" è spaventosamente bugiardo.

Voglio spegnere questa polemica che mi sembra diventata inutile.
Io ho risposto a tutti, dando a tutti la mia opinione, in relazione a quanto dettomi.

ETTORE :

Io non sono portavoce di nessuno.
Scrivo le mie opinioni.

La cialtronaggine dei Campani ci sarà, certamente.
Certo, infatti i problemi sono altri.
Fatto è che a Napoli il governo è sempre stato di sinistra, però.

Se trovi una frase nel mio post nella quale dico quello che tu vuoi farmi dire (circa gli studenti cialtroni), ti prometto che non scriverò più qui.
Ma non lo troverai perché non è linguaggio da me usato.

SERENO POLVEROSO :

Non ipotizzo per chi tu voti.
Lo sai tu.

Berlusconi non è un criminale di primo livello.
E’ una persona che ha costruito la sua fortuna in un momento di favorevole situazione italiana.

Anche Agnelli (come De Benedetti, Pirelli, Marzotto) ha realizzato un industria mega galattica percependo contributi dallo stato, avendo agevolazioni fiscali e supporti legislativi, cassa integrazione a spese dello stato per poi intascare i mega utili senza nulla dare a nessuno.
Eppure nessuno parla.

ANONIMO :

Per quanto riguarda l’entità dei miei attributi…….. chiedi a tua sorella, li ha provati.


Ora credo sia arrivato il momento di cambiare argomento.

Se ne avete altri, bene.
Avrò piacere di essere vostro ospite.

Pino Scotto ha detto...

Anvedi sto stronzo...ma vaffanculo va pezzo di mmmmerda

maurysto ha detto...

PINO SCOTTO :

Ho solo ricambiato quello che tu hai detto a me.
Ovviamente lo rifaccio anche ora, in risposta alla tua ultima.......
ma si sa, voi comunisti siete per il dialogo, per confrontarvi con gli altri, per ascoltare tutti, vero ??
Tu sei il loro degno esempio.

VELTRONI, IL NUOVO :

http://it.youtube.com/watch?v=JJ4buh4Q5Co

Anonimo ha detto...

Maurysto un ultima e sola domanda:
credi che in un qualunque altro paese seriamente democratico un presidente del consiglio che ha avuto uno stalliere mafioso (...informati sui 'cavalli'), ha amicizie con personaggi come Marcello Dell'Utri (...non si insinua niente), che quando entrò in politica era immerso nei debiti e POI ha fatto apparire dal nulla un capitale mastodontico (..se non ci credi, come è giusto che sia e perché non bisogna credere a tutta la merda che ci tirano addosso, informati) sarebbe mai stato preso sul serio? Gente così sarebbe in parlamento? E bada bene, parlo per tutti gli animali dello Zoo di Montecitorio dove si sputa, si fa festa e striscioni ad stadio... Gente così in qualunque altro paese sarebbe a casa sua, immersa nella propria qualunquaggine.

Délla

maurysto ha detto...

ANONIMO :

Io non ho mai detto che esistono i santi in terra, nè di destra nè di sinistra.

Credi che gente come Caruso, Bassolino, De Mita, ed altri della sinistra siano migliori ?

Berlusconi è odiato per la sua figura, per ciò che rappresenta, perchè impersona l'imprenditore ricco e forse per una certa collusione con certe parti di società.

Domanda a te ora :

Veramente credi che altri che siedono in parlamento siano migliori ?

La società è marcia, ma io tra un Prodi o Veltroni e un Berlusconi scelgo il secondo.

Perchè ?

Perchè credo che lui possa gestire in modo imprenditoriale questa Italia massacrata da sindacati, gente che non vuole far nulla, mangioni e magnaccia comunisti.

Poi, puoi non essere d'accordo.
Ma io la penso così.

pino scotto ha detto...

ma te nun sai con chi hai a che fare....nun me conosci,vaffanculo te,stronzo!

Mont ha detto...

Maurysto, il problema è uno solo: tu sei disposto a passare sopra al passato (passato?) criminale di Berlusconi. Io no.
Agnelli può essere lo stesso di Berlusconi, sono d'accordo. Ma non ha avuto stallieri mafiosi, non sono oscure le origini delle sue ricchezze, e soprattutto, NON E' ENTRATO IN POLITICA PER PARARSI IL CULO.
Tu ignori (volontariamente o no) che Berlusconi è dove si trova per salvare Berlusconi.
Tu ci passi sopra, io no. Se Berlusconi fa del bene, è un effetto collaterale. Come si è visto nel suo precedente governo.

Ti avrei potuto anche dar ragione se non avessi vissuto i 5 anni di governo Berlusconi (ma non credo).

Ma adesso no. Berlusconi è un criminale. Ricordiamolo. Se siete disposti a ignorare questa clausola siete dei folli.

maurysto ha detto...

PINO SCOTTO :

Infatti non ti conosco perchè io non pratico gli stronzi rottinculo come te.

MONT :

Personalmente io sono contento dei 5 anni del governo Berlusconi ed auspico altri 5 anni, meglio di prima.

Vedi, Mont, la mia convinzione nasce da una considerazione e, ti prego di capirmi nel senso che do :

Anni e anni di politica della DC collusa con tutto e con tutti, di un sindacato che sindacato non è, di politiche per i giovani che non servono ai giovani, di debiti su debiti da pagare per tutta la vita, di penosa gestione della cosa pubblica mi hanno fatto sperare che una persona scaltra come Berlusconi, imprenditore che ovunque mette le mani ne fa uscire oro, di una persona che comunica veramente, di uno abituato a gestire grosse realtà potesse dare dei vantaggi a tutti.

Tante altre volte ho detto che non considero Berlusconi un puro, assolutamente, ma che certamente nel peggio che circola in Italia, sia qualcuno che ci sa fare.

Meglio un imprenditore di successo che, nel dare lucro a se stesso, coinvolge tutta l'Italia che questi politicanti che rubano e basta.
Vedi cosa succede a Napoli ?
I politicanti rubano e basta senza dare un solo ristoro al popolo.
Mica crederai che a Milano siano casti e puri ?
No.
Anche a MIlano rubano, ma nel contempo fanno qualcosa per la città.
Poco ?
A napoli non fanno neanche quello.
Ecco perchè io voto Berlusconi, perchè spero, e 5 anni me lo dimostrano già, che riesca là dove politicanti di mestiere e chiacchierai astrusi hanno fallito da 40 anni.

Tanto l'ideologia è morta MONT.
L'ideologia di un colore o di un altro, intesa come alta espressione di un pensiero teorico, sono fallite, o comunque sono inattuabili.

Tra Veltroni che si dice "nuovo" (iscritto al PCI dal 1976 che dice che non è mai stato comunista) e Berlusconi che avrà pure fatto delle leggi a suo vantaggio....io scelgo il secondo.
Almeno so chi scelgo.

Anonimo ha detto...

Maurysto il problema è che in Italia il discorso: "chi è più furbo è giusto che abbia la meglio" è affermato e radicato. Voglio ricordare che, nel giusto ordine delle cose, i seduti in parlamento dovrebbero essere personaggi limpidi e cristallini, i migliori del paese, i quali dovrebbero rappresentare al meglio l'Italia e per questo riuscire a fare il bene per la nazione; dovrebbero essere coloro con il più alto senso dello Stato. Detto ciò, Berlusconi ha governato facendo leggi ad-personam ed altre che senza ombra di dubbio rasentano la schifezza. Se neghiamo questo, bhè, sarebbe come parlare di poesia con un maiale. Se vogliamo fare di tutta l'erba un fascio, sicuramente anche Prodi avrà i suoi scheletri nell'armadio, ma, informandosi sui processi giudiziari di entrambi, non c'è paragone tra quello di cui era ed è imputato Berlusconi (magari poi assolto per la SUA prescrizione) e quello per cui è o potrebbe essere indagato Prodi. In ogni caso, il discorso che faccio io è semplice: anche se non sono soddisfatto del governo appena passato, mi sentirei MORALMENTE COLPEVOLE di mandare al governo un individuo che tra tutti è quello che meno rappresenta la figura di una persona onesta ed adatta a sedere in posti che non gli spettano. Posti che devono recuperare un po' di dignità e valore, visto che li stanno progressivamente perdendo.
Inoltre, non puoi fare il discorso: "anche se lui ha usato mezzi 'non proprio leciti' è riuscito a costruire un patrimonio spaventoso -> quindi è stato meritevole -> quindi gestisce bene lo stato": questo è un sillogismo vergognoso. Basta con "il fine giustifica i mezzi"! è come dire: raggiungiamo lo scopo, poi chi ci rimette chi se ne frega se lo prenderà nel culo. E' ora di tornare ad un po' di sani principi e recuperare un po' di dignità umana, che si è persa in questi anni.

Délla

Pino Scotto ha detto...

Maurysto, sei una montagna di mmerda. Ma che cazzo stai a ddire ao? Ma sei un proprio uno stronzo, io quelli come te li accenderei col lanciafiamme.

Non sei nessuno.

Délla ha detto...

Ah un'altra cosa Maurysto: il termine "comunista" di cui tu fai ampio uso in perfetto stile berlusconiano, indica in origine un sostenitore di una delle più belle teorie e filosofie sociali mai partorite dalla mente umana, nulla a che fare con le degenerazioni che la storia ha mostrato. Leggere o informarsi sui contenuti delle opere dei suoi ideatori per conoscere il vero significato del termine, invece di utilizzarlo impropriamente e dispregiativamente in tono propagandistico. Una bella rasoiata alla Ockham e mettersi d'accordo su cosa si parla farebbe bene: eliminiamo termini inutili ed al massimo forgiamo termini appropriati per definire fenomeni distinti.
Un consiglio: se non usi troppo spesso il termine "comunista" in contesti inappropriati sarai anche più apprezzato da gente intellettualmente seria, con la quale si possono tenere discussioni di elevato tasso di cultura.

Sereno Polveroso ha detto...

A maury:
E' un po troppo facile dire"Meglio un imprenditore di successo che, nel dare lucro a se stesso, coinvolge tutta l'Italia che questi politicanti che rubano e basta."

Se uno si dimostra, più o meno lecitamente, capace di fare soldi nel campo imprenditoriale, non significa che guidi in modo altrettanto vincente un Paese.


in un'azienda tutti i soldi che girano sono di proprietà del proprietario\i che li gestisce, per cui è nel suo interesse diretto che quegli investimenti fruttino, e non avrebbe senso che cercasse modi per impossessarsene, dato che sono i suoi.
I finanziamenti dello Stato invece non derivano e non appartengono a coloro che lo stato lo gestiscono. quindi non c'è interesse, nel senso economico del discorso, ma anzi c'è la forte tentazione di pilotare questi fondi a proprio vantaggio.

Quindi nel dar lucro a se stesso non dà lucro a tutta l' Italia, ma anzi lucra a danno di tutti.

Lo Stato non è un'azienda, e questa è la maggiore differenza.

E poi.
Un'azienda può guadagnare truffando lo Stato, le istituzioni.
Lo Stato può guadagnare truffando chi o cosa?

Per questo l'interesse personale non può essere il principio fondante di uno stato: ideologia o non ideologia, onestà, legalità e interesse generale devono essere i capisaldi: con questo non mi aspetto la perfezione, ma non è un discorso costruttivo accettare la disonestà solo perchè ormai più o meno ha invaso tutti.

maurysto ha detto...

Come prima cosa devo rispondere a

PINO SCOTTO

Il quale oltre a rompere i coglioni non sa fare altro.
No ! un'altra cosa la fa……. Sukalaminkia ! e gli piace.


Smetto gli abiti da “risposta a pinoscotto” e rispondo in modo pacato :

ANONIMO DéLLA:

Le parole che dici sono giuste…..dovrebbero……..dovrebbero…..dovrebbero….. ma non sono……
Il dato di fatto,ANONIMO, è che nessuno riesce ad impersonare le persone dalle caratteristiche che tu dici.
Nessuno è come tu dici.
Non dirmi che solo perché Berlusconi ha delle condanne, non definitive, o dei processi dove lo hanno assolto, sia meglio di D’Alema o Fassino che volevano appropriarsi dell’Unipol, che hanno fatto trasferire la Forleo perché indagava su di loro.
Prodi che è indagato anche lui con Bassolino, Caruso che è stato condannato per altri reati……
Se rubi una mela o se rubi 1.000,00 euro sei ladro lo stesso.
Se compri un giudice o se tenti di corromperlo, se usi il tuo potere per far trasferire qualcuno scomodo……… sei ladro lo stesso.

La figura della persona onesta è quasi del tutto impossibile a trovarsi.
Quella dignità umana di cui tu parli, sani principi e moralità sono qualità che nel genere umano non si ritrovano.

Il termine comunista di cui faccio uso, non bisogna essere berlusconiano per utilizzarlo, so benissimo cosa significa e, se lo uso, so quando usarlo.


SERENO POLVEROSO :

Tu trovami un amministratore che sia onesto………

Ma se rubano anche gli amministratori di condominio……!!!!!!

E’ l’indole dell’uomo che conta, non il suo credo politico.

Resto della mia idea circa la differenza tra politicanti di mestiere e chiacchierai e imprenditore di successo.

L’esempio che fai circa :

in un'azienda tutti i soldi che girano sono di proprietà del proprietario\i che li gestisce, per cui è nel suo interesse diretto che quegli investimenti fruttino, e non avrebbe senso che cercasse modi per impossessarsene, dato che sono i suoi.

Che senso ha ??
Perché il politicante di mestiere ha più rispetto dei soldi di proprietà degli altri ?
Non credo……..

Truffano……truffano…….non preoccuparti…..

Io non accetto la disonestà…….ma tu trovami uno onesto e io lo voterò.
Ma onesto in tutto anche in quello che dice. Giusto, onesto, vero, non bugiardo, che non abbia cambiato partito, che sia uno che lavora, che non sia ricco…..

Ma stiamo cercando una mosca bianca.

In attesa…….io voto PDL.

Délla ha detto...

Mi dispiace deluderti, Maurysto, ma tra il rubare una mela ed il rubare valanghe di denaro allo Stato ed agli italiani c'è una grossa, mastodontica differenza.
Inoltre, tiri in ballo Unipol ed altre circostanze invece di rispondere ed affrontare i discorsi in faccia (altro segno tipico dell'insegnamento berlusconiano): è vero o no che Berlusconi rispecchia più la figura del delinquente (o furbetto italiano) che quella della persona onesta? Voteresti mai una persona così? Se sì, vuol dire che siamo su piani morali ed etico-sociali totalmente differenti.

Ti sei mai chiesto perchè Berlusconi non ha mai accettato un confronto televisivo con altri politici (scartando quello con Prodi), se non quello con se stesso? (...altro bel segno di democrazia)
Fa bene a volte analizzare le persone non solo per quello che dicono, ma per quello che in realtà fanno...

PS: ..."Perchè credo che lui possa gestire in modo imprenditoriale questa Italia massacrata da sindacati, gente che non vuole far nulla, mangioni e magnaccia comunisti."

Credo che tu non sappia proprio quando usare il termine comunista...

Mont ha detto...

Mauyristo: non so se fai apposta, probabilmente si.

Tu non accetti la disonestà e voti Berlusconi. Pensi che sia il meno peggio.

Ragazzi, a me vengono i brividi. Berlusconi è colluso con la mafia. Berlusconi è nato da una banca che riciclava i soldi della mafia. Berlusconi lo chiamerei imprenditore di fortuna.

Tu voti Pdl, nell'attesa. Come dire : io sono vegetariano, ma finchè non mi portano le mie verdure, io mangio bistecche.

La prova è che FI è nato con gli uomini di berlusconi, per berlusconi. Dimmi un solo provvedimento che ha fatto nel precedente governo che non abbia portato problemi sociali.

E l'ultima cosa: Berlusconi vatti a vedere la differenza fra "assolto" e "prescritto", va là, che ce ne corre.

Ma ve lo meritate: vi cosparge di merda e vi dice che è unguento, e voi ci credete.

ambra angiolini ha detto...

Ma basta! Il governo Prodi ha forse cancellato una sola legge "ad-personam" di Berlusconi? NO! E poi cosa ha fatto in questi anni? solo danni al Paese!
BASTA CON VOI COMUNISTI!

pino scotto ha detto...

Ambra, MA VAFFANCULO!

maurysto ha detto...

DèLLA

Che differenza c è tra rubare una mela o mille euro ?

Secondo me nulla e sai perché ?
Perché chi ruba una mela potenzialmente può rubare anche mille euro e comunque secondo me non conta se una mela o mille euro ma conta l’atto, la morale che c è sotto.

Se Unipol ti sembra nulla……..

Prodi anche se non condannato mai, ha dietro di se una caterba di fallimenti, collusioni, Nomisma, incarichi fantasma…..
D’Alema è sempre stato il cuore del PD (già DS) e con Unipol, insieme a Fassino ed altri ha scritto una pagina vergognosa, perpetuata con l’allontanamento della Forleo.

Leggiti questo :

Quanto sono ramificati i collegamenti della sinistra con gli ambienti economici? Il gruppo UNIPOL, innanzitutto, controlla anche altre compagnie assicurative, come Meieaurora, Aurora, Linear, Quadrifoglio, Winterthur Italia, nonché una piccola banca (Unipol Banca) e le società di investimenti ad essa legate. Al vertice della catena di comando di UNIPOL c'è Holmo, la "cassaforte" di cui sono azioniste 38 cooperative; le stesse che hanno prestato le garanzie per la scalata finanziaria.
I collegamenti col mondo finanziario passano anche per il Monte dei Paschi di Siena, la banca che è influenzata dagli ambienti dei DS senesi.
La realtà della cooperazione "rossa", poi, non trova sbocco solo in UNIPOL: tra cooperative in senso stretto e società controllate, la presenza si estende a tutti i settori economici, dove troviamo anche veri e propri colossi: grande distribuzione (Coop - con i marchi Ipercoop, Incoop, Minicoop, Unicoop -, Conad, i negozi "Margherita", quelli di bricolage Brico Io, i discount Dico), servizi, turismo (Robintur , Planetario, Bonolatours, VCO), produzione a marchio (Coind, caffé Meseta), agro-alimentare, industria e costruzioni, gestione immobiliare (Igd, Fondo immobiliare Estense) e finanziaria (Simgest), credito al consumo, assistenza sociosanitaria, formazione… per un fatturato nel 2005 di oltre 45 miliardi di euro.
Vi sembran pochi? Tra i grandi gruppi italiani, secondo la rivista specializzata Fortune, nel 2005 hanno avuto un fatturato maggiore solo Assicurazioni Generali (circa 64 mld. di €), Eni (57 mld.), Fiat (46 mld.)! A seguire, con un minor fatturato, Enel (43 mld), Telecom (30 mld.) e le principali banche. L' "impero" berlusconiano si ferma a 3,4 mld., oltre dieci volte di meno... Naturalmente sappiamo bene che stiamo paragonando realtà non omogenee: da una parte gruppi industriali con una precisa identità giuridico-economica, dall'altra un insieme di aziende - spesso tra loro indipendenti - legate da alleanze economiche o da vincoli più propriamente politico-associativi. Ma questo paragone ci dà un'idea, pensiamo, della gigantesca dimensione economica del fenomeno "cooperazione rossa".
Quali legami ci sono tra queste realtà economiche e i DS?
E' necessario anzitutto ricordare che l'attività politica ha grandi costi: più entrate ci sono, più è possibile rendere capillare la presenza nel territorio (sezioni di partito, funzionari) e potente la propaganda (manifestazioni, convegni, testate d'informazione, campagne pubblicitarie). Le fonti di finanziamento tradizionali per un partito sono il finanziamento pubblico ai partiti, le quote del tesseramento, le sottoscrizioni volontarie e il ricavato di iniziative come le feste di partito. Ma il PCI poteva contare anche su altre fonti. La prima era quella dei contributi segreti - e illeciti - ricevuti dall'Unione Sovietica (si veda il libro Oro da Mosca, di Valerio Riva). Tali contributi durarono fino all'inizio degli anni '80, ben dopo il finto "strappo" di Berlinguer. Questo perché il Partito Comunista Italiano era strategico nella politica dell'Unione Sovietica di destabilizzazione dell'Occidente. La seconda fonte di finanziamento era il monopolio che l'URSS assegnava, per gli scambi commerciali tra Italia e Paesi del Patto di Varsavia, alle società di import-export italiane legate al PCI: queste società potevano pretendere compensi più alti, rigirandone una quota al partito. Queste due fonti di finanziamento erano talmente ingenti, consentirono un radicamento del partito così forte, da costringere ben presto la DC (che era nata come partito "leggero", basato sul volontariato di matrice cattolica), sotto la segreteria Fanfani, a reagire e strutturarsi di conseguenza. Nacque l'epoca delle partecipazioni statali, che divennero lo strumento di finanziamento principale dei partiti di maggioranza, sommandosi a somme più esigue ricevute da Confindustria e - alla fine degli anni '50 - dagli Stati Uniti.
Le due fonti di finanziamento "alternativo" del PCI, naturalmente, sono venute meno con la crisi dell'URSS negli anni '80. Un'ulteriore fonte erano - e continuano ad essere anche per i DS - i contributi erogati al partito dalle realtà economiche 'vicine': contributi finanziari diretti e indiretti (pubblicità alle Feste dell'Unità o sulle testate giornalistiche, concessione e allestimento gratuito di spazi per convegni e manifestazioni, servizi, ecc.). A questi contributi si aggiungono anche 'favori' per dirigenti e iscritti: il posto di lavoro nella cooperativa, l'alloggio nell'immobile di proprietà, la consulenza, ecc.
Affinché le realtà economiche parallele al partito siano in grado di sostenere questi sforzi, è necessario che abbiano una notevole robustezza economica: a questo ha sempre mirato il grande sostegno dei militanti (che in passato, quando il Partito era una sorta di chiesa, era molto più consistente e disinteressato): ogni buon militante comunista ha sempre fatto di tutto per sostenere anche economicamente la sua realtà: si preoccupava di leggere L'Unità, scegliere l'UNIPOL per l'assicurazione della macchina, fare la spesa alla Coop, metter su casa con la cooperativa edilizia indicata dal partito, ecc.
Ma molto più importante è l'impegno del partito nelle sedi istituzionali (governo di enti locali, amministrazione di enti pubblici, contrattazione consociativa col Governo nazionale) per "garantire la parità dei diritti" dei soggetti economici amici. L'impegno per concedere agevolazioni legislative al mondo della cooperazione, innanzitutto (ne è un ultimo esempio il decreto del luglio 2006 sulle cosiddette "liberalizzazioni" ). L'impegno per snellire le pratiche (ne parla con schiettezza in un'intervista l'ex amministratore della grande - e poi fallita - Coopcostruttori). Abbiamo assistito anche al fenomeno della cosiddetta "lottizzazione", per cui i diversi partiti si preoccupavano che quote di appalti predeterminate andassero ad aziende ad essi vicine. Un vero e proprio sistema di potere, che diventa egemonico in molte Regioni amministrate dal centro-sinistra e, in particolare, nelle Regioni rosse: qui si assiste da decenni ad un quasi monopolio dell'imprenditoria rossa (in provincia di Modena, Coop e Conad occupano circa il 75% del mercato!), che soffoca le altre realtà imprenditoriali e politiche.
Dove sta la "questione morale"?
Beh, per certi versi si potrebbe parlare - addirittura - di questione giudiziaria. In passato molti dei finanziamenti ricevuti erano illeciti. Non dimentichiamo che Tangentopoli colpì soltanto reati commessi dopo il 1989. Per il periodo precedente il Parlamento aveva votato un'amnistia, col consenso anche del PCI. Lo stesso Di Pietro, nel processo sui fondi neri della Montedison, si rammaricò di non poter procedere anche contro il PCI per reati a suo dire commessi poco prima dell'amnistia. Ed anche per il periodo successivo ci sono stati numerosi esponenti del PDS colpiti dalla magistratura, sebbene la "gestione" mediatica della sinistra sia stata molto più abile (si pensi solo che la quasi totalità degli esponenti democristiani finiti sulla gogna per un semplice avviso di garanzia sono poi stati assolti, come dimostra il libro Storie di ordinaria ingiustizia, di Carlo Giovanardi).
Ad ogni buon conto, il 29 luglio 2006 i DS hanno votato l'indulto, che garantisce tre anni di sconto di pena anche per i reati finanziari, svuotando molti processi (Consorte & C. ringraziano). Lo hanno votato, va ricordato, d'intesa con l'opposizione: Previti non se ne è ramamricato...
Esistono comportamenti illeciti ancora oggi?
Nella condotta di Consorte (indagato per associazione a delinquere, appropriazione indebita, ricettazione, aggiotaggio, manipolazione del mercato e ostacolo all’autorità di vigilanza, con oltre 50 milioni di euro trovati sui suoi conti correnti bancari) pare di sì.
E nei rapporti tra Unipol (e più in generale tra le coop rosse) e i DS? Questo non lo possiamo dire con certezza, naturalmente. Ricordiamo sempre che l'amministratore di un ente pubblico o l'eletto nelle istituzioni amministrano i soldi di noi tutti: se fosse dimostrato che favorisce un'azienda amica, e che in cambio ne vengono vantaggi a lui o al partito, questo sarebbe un reato (anzi, sarebbe un comportamento che integra diverse fattispecie di reato, tra cui quelle delle cosiddette "tangenti"). Ma gli amministratori pubblici e gli eletti di sinistra hanno sempre negato che la loro 'difesa' delle cooperative e delle imprese amiche sia un favoritismo, sostenendo che è solo una battaglia per difendere lo spazio vitale di imprese che rischiano di essere emarginate dai politici di altro colore. Gli amministratori di cooperative e imprese legate ai DS, dal canto loro, hanno sempre negato che i loro aiuti al partito siano il corrispettivo di favori ricevuti, sostenendo che sono semplicemente modi di farsi pubblicità o di contribuire liberamente ad un progetto politico ritenuto valido. Spetta ai giudici dimostrare se c'è un legame diretto tra i due fenomeni, e nel caso perseguirlo.

E parlate di conflitto d'interessi ??????

Se scavi nel passato di ognuno di loro trovi quello che cerchi.

Berlusconi è mafioso ?

Andreotti pure. Ma i voti per tenere a galla il governo vi servivano ?

Trovami uno puro……….ma non lo trovi.

Chi ti dice che Berlusconi non ha accettato confronti ?
Lui ha sempre detto che vuole confrontarsi con il leader non con il pioppino del leader.

Contro Prodi ha avuto due incontri nelle ultime elezioni.
Vedrai che anche contro Veltroni accetterà.

Spiegami tu il significato della parola “comunista”.

MONT :

Scusa ma perché io dovrei accettare la disonestà di Berlusconi e tu non quella di D’Alema, Bassolino, Prodi, Fassino ?
Perché Berlusconi ti sembra più disonesto ?

E che credi che loro sono santi ???

Ma vaaaaaaa !!!!

Non avranno fatto grandi furti solo perché sono tanto stupidi, ma ciò non limita il danno.

Bassolino ha fatto spendere un casino di soldi alla Regione per agevolare la banca e l’ufficio dove lavora il figlio.
Ti sembra poco ?

Per Francesco Caruso (PRC) sono stati chiesti 6 anni per associazione sovversiva.

Anche questo ti sembra poco ?

So cosa dirai : che Caruso non si candida a premier. Certo ma ha governato l’Italia !!!
L’Italia !!!! governata da uno che ha lottato contro la polizia …….prendendola a sassate, rubando ai supermercati………

Non ho parole.

Berlusconi è sempre stato il vostro nemico.
Il nemico giurato della sinistra anticapitalista e giustizialista con i propri avversari, con i suoi no.

Votate per il PD. Così sarete contenti.
Come nel 2006. Si è visto chi sono e quanto bene hanno fatto all'Italia, mettendola in ginocchio.

Una frase di Indro Montanelli, su tutte :

"La sinistra ama talmente tanto i poveri che ogni volta che governa ne crea degli altri."

Indro Montanelli era un giornalista con 3 palle, non uno stupido qualunque.

Mont ha detto...

Tu non hai capito che per io non osanno Fassino e D'alema. Io dico che Berlusconi è un politico perchè sennò finiva in galera. E non lo dico io.

Caruso, per quanto mi stia sui coglioni, è un criminale, ma di certo non lo ha fatto per interessi personali. Poi che sia un demente è fuori di ogni dubbio.

Ma io non faccio paragoni. La mia alternativa non è Fassino, non è D'alema. La mia scelta è NO a Berlusconi. Anche i fascisti veri dicono no a Berlusconi! Perchè lo fa per interesse e non per ideale.

E non ti sembra una pessima cosa citare Montanelli visto che è stato cacciato proprio dal tuo amato Silvio? Vai a vedere quale era il suo pensiero su Berlusoni...

maurysto ha detto...

MONT :

E qual' è la tua alternativa ?
Chi consideri degno di governarci ?

Il tuo no a Berlusconi mi sembra sterile, strumentale a dire di no al nemico giurato dei comunisti.

Montanelli era certamente un giornalista di spessore eccezionale e di spirito libero, ma come ben sai non fu cacciato da Berlusconi, bensì si dimise autonomamente, non condividendo la linea editoriale.

Mont ha detto...

Infatti io so che la mia scelta politica è triste, perchè costretto a votare il male minore.

I comunisti in italia non esistono! Basta! Se ci fossero io saprei cosa votare, ma non ci sono!

Tornando a Montanelli. Si dimise perchè Berlusconi andò in redazione e disse: "Ragazzi, da oggi si fa come dico io, dovete diventare i miei lacchè". E come poteva essere ovvio Montanelli, con rammarico, si dimise.
Lo chiami atto volontario? Sei un buffone come il tuo Berlusconi. E Biagi se n'è andato in vacanza?

VERGOGNA.

Délla ha detto...

@ MAURYSTO:

Vuoi far passare il principio che la politica è piena di illeciti in ambe le parti? Va bene, fai pure.
Ma documentati su tutto.
Quando vedo un giornalista (che ha innalzato l'Italia nel mondo) piangere in conferenza stampa, dicendo che con Berlusconi non esiste libertà, mi viene da pensare...

http://www.youtube.com/watch?v=LhOJc1JBpKI&feature=related

Inoltre, rubare una mela è DIVERSO dal rubare montagne di soldi: lo dice la legge. Ma capisco che in certe zone non si è capaci di rispettarla.

In ultimo:
- Se dici che Berlusconi non ha problemi di conflitto d'interessi (che tra l'altro ha fatto approvare leggi paraculo proprio per questo) sei uno stupido;
- Visto che dici che Berlusconi accetta confronti pubblici, vuol dire che ti ha proprio offuscato la mente: indicami o dammi informazioni su quanti ce ne sono stati, oltre a quelli in fine campagna elettorale (a cui non poteva rifiutarsi).
- Io non sarò capace di spiegarti sicuramente il termine "comunista", ma ho letto qualcosa, come non credo abbia fatto tu. Ti limiti ad usarlo come fa il buon Silvio e non ti rendi conto di coprirti di ridicolo.

Un ultima cosa: se fossi veramente una persona coerente riporteresti le schifezze di tutte e due le parti; non ti limiteresti a difenderne una ed ad attaccare l'altra. Io ammetto che anche a sinistra ci sia del marcio, ma cerco di dare un peso. Tu, invece, pesi solo la merda che vuoi pesare e tratti l'altra come oro.

maurysto ha detto...

Si Si sempre la solita solfa che voti il meno peggio....secondo te.
Comunisti non esistono ?
Non certo i russi ovvio, ma i vari Diliberto ed altri che parlano di "risarcimento sociale" "Redistribuzione dei redditi" non mi sembrano del tutto lontani.
Magari sono la brutta copia dei comunisti.....fortunatamente per noi e per la nostra libertà.

Montanelli, (e su questo ti ricambio il buffone), fece una libera scelta.
Il proprietario del giornale gli imponeva una direzione.
A lui non andava bene e se ne andò.

Se lavori in un azienda che attua una politica che non condividi, vai via ?
Lui lo fece.

Biagi ha sempre fatto del vittimismo sul famoso editto, utilizzando la tv a modo suo e per i suoi scopi.
Non credo che Berlusconi sia responsabile di una condotta ignobile perpetuata da Biagi.
Ascoltavo spesso Biagi ed il fatto, ma era un continuo di attacco a Berlusconi, solo lui, contro di lui.
Anche Ferrara attaccò Biagi per come aveva condotto quella trasmissione, Benigni poi sarebbe bravissimo se solo non si ostinasse a parlare di politica.........dio mio......... sempre contro Berlusconi.
E BASTA !!!!

Facciamo un altro gioco.

Parliamo di programmi, politica e non di persone.

Non scriviamo fiumi di parole per sostenere o denigrare qualcuno.

Sentiamo le proposte programmatiche non le castronerie contro Berlusconi.

Mont ha detto...

Sei tu che confondi la politica con Berlusconi. Berlusconi è l'antipolitica.

Biagi diceva il vero. Montanelli pure. E guarda un po', a causa di Berlusconi entrambi sono "spariti". Perchè non spariscono i vari Vespa, Mentana, Ferrara ecc? Montanelli era un giornalista vero: se l'azienda lo obbliga a seguire una politica (ma come, se dite sempre che il conflitto di interessi non esiste! facce da culo) e lui è un professionista serio se ne va. Ma non è una scelta, è un obbligo. Ferrara è un buffone, giornalista per il denaro e non per la serietà e l'importanza di que tipo di lavoro, e asseconda il padrone.

Hai strane e confuse idee sulla democrazia, mio caro, che destano preoccupazione: siete la cosa più antidemocratica che esista nel mondo occidentale.

maurysto ha detto...

DèLLA :

Mi limito a scrivere contro la vostra parte....perchè contro la mia parte ci pensate già troppo voi a scivere.

In televisione, ora te lo ri-dico visto che non lo capisci, il confronto mai nessun leader lo ha voluto con lui.

Scusa se si candida Prodi come premier, Berlusconi si confronta con lui.
Se si candida Veltroni, si confronta con lui.

Con chi dovrebbe confrontarsi un leader di uno schieramento come Berlusconi ? Con Caruso o con il suo gioppino ?

Il rubare una mela è metaforico, provolone di un comunista.

Ovvio che non parliamo di mele....no ?

Parlavo di furti di minore entità che io considero comunque furti.

Guardati Berlusconi a POrta a POrta.......

Impara dal Capo.

Mont ha detto...

Bravo guardati porta a porta, simbolo del trash in tv. Lo sai che nelle altre nazioni non sanno neanche definire una trasmissione come porta a porta?

Impara dal capo: deve essere quello che dice il tuo silvio ai giornalisti come vespa.

Pino Scotto ha detto...

Oh ma Maurysto ma allora devi proppprio bruciare. Ma che cazzo dici ao? Io mi sono fatto il culo per fottere quegli stronzi come Vespa, bastardi leccaculo e tu me vieni a di' de guardallo? Oh ma vatte a fa' un bagno nel letame coglione.

Délla ha detto...

Io non ti avevo screditato o ridicolizzato postando i miei commenti; ho anche aspettato ad incazzarmi, sperando di ricevere risposte di un livello quantomeno ragionevole.
..."provolone di un comunista." si vede quanto sei sfigato.
Per tua informazione, io non sono proprio comunista. Ripeto: sfigato.
Terza informazione: io dico confronti seri in tv, tipo con anche giornalisti che fanno domande serie (ad es. Travaglio) e che non si limitano a chiedergli dei nipotini e del Milan. Ripeto: sfigato.
Se consideri "Porta a Porta" una trasmissione di informazione non capisci un cazzo. Sfigato.
Rompi i coglioni agli studentelli che non hanno esperienze di vita vissuta: studia tu di più. SFIGATO.
Informati su cosa pensano all'estero dell'Italia di Berlusconi. Sfigato.

Sono io che devo placarmi: è giusto che gli italiani si prendano la merda che si meritano, perché hanno idee di merda. Come le tue.
Ultimo consiglio: prova ad aprire gli occhi e le orecchie, poi puoi rimanere delle tue idee. Ti assicuro che io lo faccio. Sfigato.
Posso anche smettere di sostenere discorsi con gente che non sa dire altro che "comunisti!!!". SIETE PROPRIO DEI BEI BURATTINI!!!
Siate felici della vostra insulsità...berluschini.
Sfigato.

Délla ha detto...

Naturalmente, il mio post precedente era per il bellissimo esempio antropomorfizzato dell'errore che ha fatto quel Qualcuno a donare agli uomini il libero arbitrio.

-> ovviamente Maurysto

Roberto Mancini ha detto...

Bruno Vespa è un burattino come Franco Ordine. Sappiamo tutti per chi lavora. Sta lì a raccontar balle dalla mattina alla sera perché il padrone lo paga.

silvio berlusconi ha detto...

Bravo Maurysto!!! Sicuramente avrai un posto privilegiato nel mio impero!!! Tu e tutti quelli che si sottomettono al Capo (ossia Io)!!!

Babbo di Roberto ha detto...

Bravo Roberto! Bell'esordio!

maurysto ha detto...

DèLLA :

Mi rifaccio al mio ultimo post, dove chiedevo di piantarla con questa solita solfa di Berlusconi e di parlare invece di programmi politici.

Ne siete capaci ?

(il "provolone comunista" era scherzoso e sdrammatizzante, ma vedo che non lo hai capito).

Per PINO SCOTTO :

Io non so chi cazzo sei
Io non so che cazzo vuoi
Io non so da che cazzo di parte stai
e non mi interessa.

Sei capace di non rompere la minchia ? e parlare solo ?
Non sei d'accordo con me ?
Bene !! l'abbiamo capito.
Ora hai finito di rompere la minkia ?

Io voglio solo dire la mia.
Tu dici la tua ma senza usare parolacce, perchè se facciamo a gara conta che ne so una caterba.... ma non credo sia il caso, non credi ?
ok.

Pino Scotto ha detto...

Oh ma maurysto allora nun capisci pproprio. Io so solo dove nun sto: dalla parte degli stronzi come te. Stronzo. Ma vvaffanculo.

Vai Jack.

maurysto ha detto...

PINO SCOTTO :

I coglioni non vanno mai da soli.
Infatti pino scotto, viaggi con Jack ?

Lo stronzovaffanculo lo giro a te e quella

stronza
zoccola
troia
rottainculo e
scolarottapereta di tua sorella.

Vedo che le buone maniere sono proprie di questo blog.

Un appello al proprietario perchè metta fine a questo penoso scambio di cortesie.

Pino Scotto ha detto...

Ma vvaffanculo. Se ti piscio in testa ti crescono i capelli. Ma vvaffanculo.

maurysto ha detto...

PINOSCAZZO :

Piscia in culo a tua sorella, sempre quella che la da sulla Nomentana.

Pino Scotto ha detto...

Ma vvaffanculo. Pezzo di mmerda.

Vai Jack.

maurysto ha detto...

Pezzo di merdarottoinculo, pisciasotto, strunzemmerd', pompinaro, chiavat'assoreta !

bèllo ha detto...

wow, mi sono assentato per parecchio visto che pensavo che discussione fosse chiusa e invece guarda un po'!!
non sto a commentare tutto perchè dopo quello che ho letto mi cascano le palle.

per maurysto, grazie per il "meno stupido", mi sentivo già superiore!

maurysto ha detto...

Infatti BèLLO, è proprio il tuo "sentirsi superiore" che ti classifica come "meno stupido".....

béllo ha detto...

è già qualcosa, te ti senti inutile, infatti lo sei.