MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, aprile 29, 2008

Rosa fuori, rosso dentro, nero mai













Stare alle regole? Col cazzo!

Ronaldo è stato beccato mentre flirtava fuori dal matrimonio con degli uomini travestiti. In america una coppia ha lasciato morire la figlia sostituendo le cure mediche con la preghiera a dio. Schifani è presidente del Senato. Un padre austriaco segrega la figlia per anni e la mette incinta non so quante volte. La Finocchiaro spera di fare un'opposizione dura ma anche di collaborare col governo.

Vi pare che possa smettere di essere un rompicoglioni?

Qualche notiziuola:

Schifani a colloquio da Berlusconi per ben due ore. Complimenti al nuovo premier, ha eiaculato molto dopo la media nazionale.

Fini non riesce a diventare presidente della camera. Tre fumate nere per l'esito della sua nomina: neanche dovesse diventare papa.
Anche se non gli dispiacerebbe parlare dal balconcino.

Rifondazione Comunista fa un appello a Napolitano, e ricorda che Bossi e la lega sono anticostituzionali. Bossi dice che è pronto a fronteggiare la sinistra: ricorda che ha a disposizione 300 mila uomini e che i fucili sono sempre caldi.
Voglio vederlo, bello, col fucile e la stampella. Pensa a non pisciarti addosso, valà.

D'altro canto, devo dare ragione a quelli che dicono che l'elettore della Lega non è ignorante.
L'elettore della lega non capisce proprio un cazzo.

Vogliamo dire due parole su Beppe Grillo? Beppe Grillo che si indigna per i finanziamenti pubblici ai giornali. Se posso anche essere d'accordo sul regolare meglio i contributi statali ai quotidiani, vi rendete conto che fare una roba del genere vuol dire lasciare l'informazione in mano agli sponsor? Ovvero sopravviverebbero solo quelli che si finanziano grazie alla pubblicità: e non devo dirvi io chi è che in Italia ha in mano la pubblicità (e, parola di Grillo, possiede 40 fra quoditiani e riviste), vero?

Grillo e il suo appello a non andare a votare. Italiani, non votate! Ascoltatemi! Io vi dò l'informazione! Io vi faccio pensare!
Sono 27 euro.

Valete.

20 commenti:

luca ha detto...

Fini può solo fumare nero.

Antonio Valerrio ha detto...

Bel articolo, tranne per il paragrafo di beppe grillo,
1) Questi giornali sono tutti uguali e li paghiamo noi con le nostre casse.
2) Pensi che scriverebbe solo lo spiconano? Beh tanto adesso scrive solo lui ma con i nostri soldi.
3) Secondo me se ci fose un giornale serio con notizie vere riuscirebbe e vivere solo con le vendite. (Negli altri paesi funziona cosi)

bèllo ha detto...

leggiti il manifesto! cooperativa, il giornalista che prende di più prende 1400 euro. le notizie che grillo dice siano state "insabbiate" quali tav, no dal molin ecc.. sono il perno e la base del "quotidiano comunista" per eccellenza. quindi non sono tutti uguali e grillo lo sa e sbaglia a dire queste cose e a omologare tutto. e quello che mi dispiace ancora di più è che chi lo segue è di sinistra.
cosa pensi che se uno sponsor investe su un qualsiasi giornale non detti la sua linea di pensiero? detta in soldoni: spenderebbe dei soldi per farsi dire contro? io non credo proprio. e credi che i giornalisti delle grosse testate rinuncerebbero al loro aureo stipendio di 15.000, 20.000 euro?
allora io credo che le sovvenzioni statali siano si da regolare, ma da mantenere a tutti i costi! altrimenti realtà piccole ma molto importanti a livello culturale, come il manifesto, scomparirebbero dalla faccia della terra.
ormai però l'andazzo è quello, il cercare di far scomparire la sinistra, e grillo ha fatto e fa la sua parte.

www.ilmanifesto.it

bèllo ha detto...

la stessa cosa vale per i pregiudicati in parlamento: bisogna fare dei distinguo e usare la testa, non la pancia.

Mont ha detto...

Se permettete, dare un contributo al manifesto è ben diverso che dare un contributo al mensile di Sky.

Sono ben felice di contribuire ad una cosa che migliora il paese in qualche modo.

E un giornale "serio" vorrebbe dire un giornale "ricco". I ricchi in italia sono i soliti quattro che da 40 anni si parano il culo a vicenda. Se questo è pluralismo...

luca ha detto...

ma perchè bossi è autorizzato a dire tutto quello che gli passa per la metà sana del suo cervello?

luca ha detto...

p.s. la metà sana ovviamente è quella colpita da ictus.

ighi ha detto...

certo, il problema resta lo stesso: chi decide come ripartire a chi? perchè sul blog di mont dicono che il manifesto è valido allora lasciamo i soldi al manifesto e li togliamo a berlusconi che è tanto cattivo. a me togliere la sedia sotto al culo di ferrara o feltri farebbe godere un casino. quelli del manifesto hanno lettori affezionati quindi non credo avrebbero problemi, poi sono talmente motivati che potrebbero anche decidere di vendere a domicilio per assurdo. gli altri giornali vivono già di pubblicità e in più prendono i contributi che sono miliardi di euro. e comunque grillo sarà pure un rompicoglioni ma almeno mette in tavola certi argomenti che veltroni e neanche il compianto bertinotti, o il verde pecoraro, si erano mai sognati. non dico pensato di proporre o attuare, dico sognati.(lasciamo stare i radicali, quel balletto delle poltrone per entrare nel pd e l'ennesimo finto sciopero del culo di pannella per avere la sedia a 103 anni sono stati impagabili)

Anonimo ha detto...

L'articolo e i commenti conseguenti sono una chiara ammissione di assoluta vuotezza mentale e di un chiacchericcio qualunquista da quattro soldi, che ci fanno disperare delle qualità dei supposti giovani di questo blog.

Anonimo ha detto...

AMEN

paolo ha detto...

magari i nostri 50-60enni avessero la vuotezza mentale dei giovani di cui sopra.

Sereno Polveroso ha detto...

Bene: non sei d'accordo su quello dei fianzimaneti pubblici; andavi a firmare solo per l'abolizione della legge gasparri, oppure all'eventuale referendum voti NO,...
oppure perchè grillo è incoerente e ci sta sul cazzo facciamo i bambini e apposta non andiamo a firmare così impara?

Mi pare che siamo su sta linea ragazzi e mi fate ridere...

Mont ha detto...

Mi pare che sia proprio Grillo a dire "i politici mi stanno sul cazzo e io non vado a votare così imparano!". A me non serve un grillo per sapere che la gasparri è merda, che i giornali sono finanziati a uffa o che l'ambiente va protetto. Dico che fra speculatore e benefattore ce ne corre.

Enrico B. ha detto...

a dire la verità io a vedere grillo ci sono andato (la scorsa volta) non al v-day (perchè organizzato sempre in giorni in cui lavoro)ma in un'altra occasione, a Cervia. c'era la raccolata firme e anche 30 euro di spesa per lo spettacolo (che alla fine era un v-day). a parte questo, che me lo aspettavo, ci sono tante cose che non approvo, non è questione di fare i bambini. a me grillo piace un sacco quando fa il comico, non mi piace quando tenta di fare il politico. in primis la scelta dei giorni in cui organizza i v-day, e di questo ne ho già parlato, e la motivazione è ovvia.
poi ovviamente non mi piace perchè è populista, parla di pancia e non analizza bene le situazioni ammettendo anche i dovuti distinguo.
volendo si poteva benissimo firmare per l'abolizione della gasparri e dell'albo dei giornalisti, su quelle due cose sono d'accordo anche io. purtroppo le firme raccolte non serviranno perchè non andranno a referendum visto che non c'è stato un iter burocratico obbligatorio (notizia che ho letto in qualche giornale, non conosco i particolari).
in ogni caso nessuno dice che alcune cose che porta avanti siano sbagliate. il modo è sicuramente sbagliato. e mi fa ridere che le piazze di persone che lo ascoltano urlino con lui "vaffanculo" spesso (o forse sempre?) senza sapere che non tutte le realtà sono uguali. quando grillo a torino elencando i giornali che prendono sovvenzioni ha gridato "il manifesto", tutti hanno detto vaffanculo, senza minimamente conoscere quella realtà. la cosa che fa veramente ridere è che era una piazza targata pd, sa.

Sereno Polveroso ha detto...

Mont, non taccare a fare il maurysto dicendo cose che non ho detto!! Quando cazzo ho detto che è un benefattore???

Il concetto è semplice: La gasparri è merda, forse c'è uno spiraglio perchè venga tolta, nonostate sia stato etichettato di qualunquismo e pesssimista cosmico, vado a firmare!
Non ho pagato nessuno per farlo..

Mont ha detto...

E' questo l'errore: grillo dice "non votate" e "firmate per rimuovere la gasparri". Non vedi che c'è qualcosa che non va? Poteva dire di votare per un partito che voleva togliere la gasparri, invece preferisce inneggiare al non voto e raccogliere firme.

Tu vai a firmare, io non lo faccio. Io voto e faccio politica.

Il discorso del benefattore/speculatore non era riferito a te, ma ai grilli. Grillo fa quello che berlusconi ha fatto con 'forza italia': ha preso uno slogan popolare (vaffanculo) dei problemi veri e ha fuso le cose semplificandole col populismo. Proprio come berlusconi. E non sei tu che paghi grillo, ma la gente che lo segue, quella che legge il suo blog e lo segue come un libro sacro.

Anonimo ha detto...

Io sono per grillo for president.
Non lo sono perchè credo che in lui ci sia il salvatore rincarnato. Non lo sono perchè perchè in lui vedo il meno peggio. Non lo sono neanche perchè lo credo un bravo comico (ho 27 anni e come comico penso di non averlo mai visto).
Lo sono semplicemente perchè lui ha idee che in italia sono rivoluzzionarie mentre in altri paesi (che fino a 5 anni fa erano molto più in dietro di noi) sono all'ordine del giorno. Lo sono perchè (nelle sue spanciate) parla di problemi che ritengo seri e che nessun altro vuole affrontare. Non credo che possa essere un bravo politico, ma credo che sarebbe così estremo che forse potrebbe dare una scossa agli Italiani che sembrano addormentti, che si lasciano fare di tutto, e che son bravi solamente a lamentarsi del canone rai, della fetta di prosciutto che è aumentata del 8% e dell'immondizia che nessuno vuole.
Detto questo, se fosse candidato alle elezioni, non lo voterei mai.
Saluti cari.
pupo

Enrico B. ha detto...

ma certo che parla di problemi seri, ma sono i modi e le soluzioni che non lo sono!
che fatica!

Sereno Polveroso ha detto...

Cosa te ne frega se lui dice "non votate, andate a firmare": guarda a quello che si può fare per raggiungere un obbiettivo buono. Prima voto, poi firmo e vediamo come va...

Raccoglire le firme mi sembra una maniera civile che stimola la gente in prima persona enon ci vedo niente di male, così come nel votare.

bèllo ha detto...

vabbè, se non vuoi capire la finiamo qui, mi son stufato. ti ho detto che va bene firmare se sei d'accordo, ho detto il contrario? non mi sembra.
i modi sbagliati sono generalizzazione e populismo. ma mi sembra di esser stato chiaro, o ci arrivate o bona!