MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

lunedì, maggio 19, 2008

Amara Carfagna













"Non servono i gay pride".

Parola di Mara Carfagna, neo ministro alle pari opportunità, che ha così negato il patrocinio al Gay Pride nazionale in programma il 28 giugno prossimo a Bologna. Non contenta, ha aggiunto che è contraria al riconoscimento delle coppie omosessuali e, che a dire di suoi amici gay, non c'è neanche tutta questa discriminazione.

Ecco confermata la mia teoria: la Carfagna è stata scelta perchè riesce a fare i rutti ingoiando lo sperma.

Le frasi della ministra hanno suscitato reazioni in tutto il mondo politico: dal PD alla sinistra, persino l'IDV, tutti hanno giudicato negativamente la presa di posizione della Mara. Mancuso, presidente di Arcigay, ha chiesto un incontro "affinché possa distaccarsi dal mondo delle favole e ritornare tra i comuni mortali, che hanno bisogno di risposte concrete, non di consunte e provocatorie esternazioni sui giornali. Per questo sarebbe bene che un principe la baci e la svegli".

Vladimir Luxuria consiglia di provare a baciare un'altra donna, per vedere se non ci sono problemi.

Nessuno ha detto quello che bisogna dire.
Questo è un governo FASCISTA e RAZZISTA. Come si può solo pensare che possa patrocinare una manifestazione pro-gay?

La mia opinione è che Arcigay non doveva neanche chiedere il patrocinio. Doveva da subito schierarsi contro questo governo. Però un saggio amico mi ha fatto notare che è importante il fatto che il ministro alle pari opportunità abbia negato un'opportunità. Così hanno chiarito la loro posizione.

Spero che questo sia il pride più politico della storia. Orgogliosamente gay, orgogliosamente antifascista.

Valete.

9 commenti:

GP ha detto...

Io non ho votato per questi, ftantomeno per una arrivista sconosciuta, messa lì dal cavaliere. Posso solo dire che questo governo è solo all'inizio, nella sua fase di secondo rodaggio, capace di stupirci moolto ma moolto di più, e non mancherà di farlo. E noi? Noi a Bologna andremo al gaypride a ballare e divertirci e a vedere della gran gnocca. Spero ci sia anche la Carfagna.

Pepes ha detto...

E' davvero allucinante questa donna. Sarebbe veramente utile che provasse a baciare una donna un pubblico, per rendersi conto di quello che succede.

ighi ha detto...

hai dimenticato di chiudere con : PER SPARTA!

béllo ha detto...

dio bo, celerini vs gay! pesante! per sparta!

Nicola Andrucci ha detto...

promuoveranno solo tette culi e pompini di proprietà loro (vedi foto che ho postato sul blog)

Red ha detto...

In tutte le sue foto che girano sul web la Carfregna ha sempre gli occhi sgranati. Che sia allibita dalle macroscopiche dimensioni del pene di Brunetta? oppure -come direbbe Luttazzi- che sia sorpresa dalla sue stesse scoregge?

La parola all'esperto...

Elo ha detto...

Mi sento di spezzare una lancia in favore di quel pezzo di passera.

Comunisti! Massimalisti! E pure Culattoni! :)

maurysto ha detto...

Poveri......

Siete al delirio !!

Mont ha detto...

Grazie per la compassione.

Lo sai che hai c'è un posto nel tuo corpo, buio e angusto, che produce un sacco di escrementi, dove potresti anche metterla?

No! Sbagliato. Non è la bocca.