MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

mercoledì, maggio 21, 2008

Nessuno è perfetto (anzi)


















Per tutti quelli che vedono Travaglio come il nuovo messia, ecco come lui stesso si presenta: di destra e cattolico. Nessuno è perfetto.

Ecco il link all'intervista.

Valete.

37 commenti:

Elo ha detto...

Ergo? Non capisco il problema...

bèllo ha detto...

eh, se uno è di destra ha tanti problemi..

Sereno Polveroso ha detto...

Madonna si sapeva da quel po'....

Infatti bisognerebbe preoccuparsi di come mai non ci sia nessuno che faccia un lavoro come quello che fa lui, da sta'altra parte.

Che mi tocchi preferire uno che si dice di destra è grave... lo riconosco! Ma è grave per la nostra sinistra!

bèllo ha detto...

giornalisti? te ne faccio conoscere quanti ne vuoi. basta non guardare solo la televisione...

sereno polveroso ha detto...

Con lavoro non intendevo mestiere!

E poi già il fatto che lo faccia alla Tele è importante, visto che non lo fa nessuno.

Cmq hai ragione è pieno di gente preparata che denuncia crimini indipendentemente da chi li commetta ...

Cmq prego presentameli io aspetto...

bèllo ha detto...

pieno sicuramente no, ma ci sono tanti giornalisti bravi, seri e preparati che non hanno mai votato lega nord!

certo che è importante che lo faccia alla tele, ma io credo anche che molti suoi colleghi lo farebbero se ne avessero la possibilità. è che travaglio, come tutto in italia, va di moda!
chiaramente non è colpa sua, e non si discute sulla sua bravura o meno. le denuncie che fa sono sacrosante. ma, per fortuna, non esiste solo travaglio.

Sereno Polveroso ha detto...

Di giornalisti bravi ce ne sono, ma non raggiungono molto pubblico per vari motivi, se avessero la possibilità farebbero la stessa cosa.

Che cazzo vol dire è una moda???
Sarebbe più grave se la gente si disinteressasse completamente di quello che dice!!!


che un giornalista sia bravo anche se cattolico o di destra pare strano anche me, ma prima guardo al lavoro e poi all'appartenenza. Una cosa buona è buona anche se è fatta da Belzebù. E se belzebù continua a fare cose buone io inizio a rivalutare belzebù. Giudico le persone per le cose che fanno, non le cose per le persone che le hanno fatte.

Red ha detto...

Esatto! Se un cattolico si dimostra migliore di tutti gli anticattolici presenti sulla terra io non mi scandalizzo ...Certamente per questo non abbraccerò il cattolicesimo.

poi quando travaglio dice d'esser "di destra" usa il termine in una accezione a noi ignota in Italia. Per noi destra= Mussolini;DC;MSI;Berlusconi;Postfascismo;

Credo che lui lo utilizzi nell'accezione anglosassone. Infatti ha votato DiPietro, non la Sega Nord.

Ettore ha detto...

Vedo che adesso neppure lui vi va bene, pur essendo uno che si batte per la libera informazione.
Invece di scagliarsi contro di lui solo perché si definisce un liberale di destra (come lo era Montanelli) o perché a votato lega nel '96 (Béllo, molti ex elettori di rifondazione in queste elezioni hanno votato lega: allora cos'è? prima erano dei grandi e adesso dei mentecatti. Erano mentecatti prima come lo sono adesso), io penserei un po' ai vostri vari "pecoraro scanio" che con le loro battaglie ideologiche (a mio parere sterili), con le loro feste di piazza, con il loro ambientalismo dei cartoni animati e con i loro "NO a tutto" senza proposte alternative concrete, hanno fatto colare a picco la Sinistra italiana.

Io tutta questa perfezione nella VOSTRA Sinistra, lasciatemelo dire, non ce la vedo proprio! Di gente con dei problemi ce n'è numerosa all'interno della vostra cara Sinistra Arcobaleno!
Se Italia dei Valori e Radicali non sono di sinistra cosi come se Travaglio è di destra, non me ne frega un benamato cazzo! Mi piace il suo modo di fare informazione e lo preferisco a Sansonetti, tanto per fare un esempio....
Fai i nomi di questi "alter ego" di Travaglio che stanno a sinistra...

Io cmq spero che puntiate su Nichi Vendola per il futuro: ho letto una sua intervista e dalle sue parole a me pare l'unico vero lume nel buio in cui brancolano i politici della vostra coalizione...

Ettore ha detto...

ah comunque sapevo già che Travaglio era anti-comunista, non lo scopro ora e lo apprezzo infatti per quello che dice non perché "va di moda"

bèllo ha detto...

cioè forse non avete capito: a me piace travaglio quando fa certe denunce. non mi piacciono altre cose di lui (il suo pensiero politico) che inevitabilmente alle volte si riflette su quel che dice.

io invece giudico le persone a 360°e guardo cosa c'è di buono e cosa di cattivo E FACCIO DELLE DISTINZIONI. questa moda grillina di voler classificare tutto nella stessa barca: il primo dei mali.

a me che sia cattolico o no non mi interessa, certo che se preferisce il ritorno alla messa in latino (come ha affermato) un piccolo ragionamento ce lo faccio, e buttare via il concilio vaticano II e abbracciare il ratzinger-pensiero è grave: non mi dilungo perchè non è la parte che interessa a me.

il termine destra lo utilizza nell'accezione liberal conservatore (se leggi l'intervista lo dice): ha come idoli Cavour, De Gasperi, Montanelli.
personaggi che non sono sinceramente i miei preferiti, tutt'altro.
per fare una battuta, se travaglio si interessasse anche di storia-politica con la stessa cura con cui si interessa di diritto, saprebbe che mazzini non sarebbe mai potuto andare in parlamento, perchè condannato.
lasciamo stare de gasperi (partito popolare, DC) un uomo orribile, un inciucione antidemocratico eccellente (famoso anche per la legge truffa).
che dire di Montanelli: a me sta storia che se uno ha come "maestro" montanelli è automaticamente bravo mi fa ribrezzo. A me montanelli non mi piace per niente, ma proprio zero. monarchico, anarchico e fascista. secondo me era un po' confuso.

ettore il tuo discorso è fuori luogo, stiamo parlando di travaglio, cosa vuoi che me ne freghi di Scanio? tra l'altro io non sono dei verdi, quindi parla con altri.
se degli elettori di sinistra hanno votato lega hanno un grosso problema, come ho sempre detto. secondo me chiunque voti nella sua vita lega ha un grosso problema.
la tua analisi elettorale è veramente folkloristica.
inoltre il discorso sulla purezza della sinistra arcobaleno dimmi che cazzo centra? per farmi girare i maroni visto che spari delle cazzate. nessuno è perfetto, è chiaro, ma ideali di destra e ideali di sinistra sono contrapposti (sennò non ci sarebbe la destra e la sinistra ma il puffo e la panna!!!!!!!!).
quindi se sei di sinistra farebbe bene a interessarti cosa lo è e cosa non lo è, ovviamente analizzandone le varie situazioni.

i nomi: il manifesto, in blocco. ovviamente non avete mai sfogliato neanche una pagina, però vi permettete di parlare parlare parlare.

Ettore ha detto...

un giornale super partes....

Sei te che critichi tutto ciò che oggi "non è di sinistra": il mio discorso "folkloristico" sta a dire solo che l' odierna sinistra ti fa venir voglia di non far parte di loro.
Ho usato il termine "pecoraro scanio" perché penso sia uno dei personaggi-emblema di questa disfatta.
E comunque a mio avviso c'è di differenza tra uomo di destra liberale e uomo di destra "MSI"..

Ettore ha detto...

e poi perché, tu béllo leggi altri quotidiani oltre al manifesto?
A ognuno il suo preferito...

Sereno Polveroso ha detto...

"quindi se sei di sinistra farebbe bene a interessarti cosa lo è e cosa non lo è, ovviamente analizzandone le varie situazioni."

Non confondiamo i passaggi!! Che discorso è? Io mi chiedo se una cosa è bene o no, e poi noto che la maggior parte delle volte la "cosa" buona è sostenuta dalla sinistra. ma non che mi chiedo se una cosa è di sinistra per valutare se una cosa è buona. Perchè, anche se so che non è quello che intendi, altrimenti sembra come durante la guerra fredda che ciò che era i sinistra lo decideva il il partito comunista sovietico e ha attaccato l'ungheria con la scusa che il loro partito comunista non era abbastanza comunista.

Il manifesto l'ho letto soprattutto per le questioni dell'america latina (cosa di cui nessuno parla, è già per questo è un merito), poi eran cose specifiche sulle quali avrei da fare appunti. Poi anche io sono d'accordo che sia un ottimo giornale sicuramente migliori di quelli più famosi. Però io quando parlavo di alvori di travaglio, più che ad un articolo di giornale mi riferivo tipo ai libri sulle indagine precisamente documentati, che è una cosa diversa è, ammetterai, non molto usuale.

bèllo ha detto...

ettore, a te ti farà venir voglia di non far parte di loro, per me è il contrario, piuttosto che votare pd o di pietro mi taglio un marone.

certo che c'è differenza, ma a quanto pare sei partito in quarta con un discorso pensando di avere ragione e invece fai solo un gran casino. non si parla di differenze tra fascisti e giolittiani. in ogni caso sono ideali che non apprezzo, in nessuno dei due casi.
cosa vuoi una classifica di chi secondo me è meglio o è peggio? ma che cazzo stai dicendo, sta bono va là.
"un giornale super partes"... ettore, ma che cavolo scrivi?? cosa centra! me lo spieghi? si parla di inchieste e di quelità di informazione, che cacchio vuol dire super partes?
è chiaro che ognuno legge quello che vuole, cmq non leggo solo il manifesto. su internet c'è un sacco di roba: ad esempio l'intervista che ha postato mont l'avevo letta su libero. sennò ogni tanto leggo la repubblica su internet. a volte liberazione, a volte quello che c'è da dondolino. è chiaro che però reputo il manifesto un ottimo giornale per mille aspetti, e abitualmente leggo quello. se te credi che nel giornale che leggi non ci siano notizie o giornalisti in grado di fare buona informazione, cambia giornale!

nicolò, non confondo proprio niente, il discorso era riferito al tuo fratello. non estrapolare passaggi che poi mi vien la tigna. è chiaro che se una cosa è fatta bene ti può piacere. COME HO DETTO TRENTA VOLTE, QUELLO CHE FA TRAVAGLIO è GIUSTO E FA BENE A FARLO!!! ma possibile che non capiate mai??
io mi riferisco all'intervista postata da mont in cui travaglio parla di politica! (che fatica!!)
e quello che dice non mi piace ok? è chiaro e semplice?
quindi secondo me, per il popolo della sinistra, di quelli che un minimo la pensano come me, è necessario stare attenti a questi soggetti, perchè sicuramente fanno bene il loro lavoro, ma poi hanno anche tanti altri aspetti pericolosi e soluzioni ai problemi viste da un'ottica conservatrice, che non mi rispecchia affatto.

Ettore ha detto...

Un gran casino: ho detto che c'è differenza tra liberali e fascisi, punto! mi sembra una frase, non un gran casino e mi sembra anche vera. Poi se vogliamo inventare delle stronzate, allora è un altro discorso...

Se a te ti fanno cagare nella maniera più assoluta tutti, dai fascisti ai socialisti ai liberali ai radicali ecc... fino a Pd e Di Pietro, ovvero tutto ciò che non rientra in quella specie di coalizione che avete messo su per queste elezioni o in quell'armata brancaleone di partito dove c'avete 5 correnti diverse, mi sa che hai gli occhi foderati o dal prosciutto o dalla falce e il martello.
Fai te, a me quella coalizione mi fa cagare e mi fa cagare il loro modo di far politica e non mi convinci del contrario venendomi a insegnare chi e che cosa è o non è di sinistra. Stai tranquillo che ci arrivo anche da solo, anche se studio i denti e non leggo il manifesto.
Travaglio sarà per voi un "fascista", un imperfetto perché non di sinistra, ma a tanti altri pregi che i vostri "eroi" dell'arcobaleno non hanno manco per niente!
Avete veramente rotto i coglioni con la vostra manna dal cielo!

Ettore ha detto...

Mi rendo conto di essere andato giù pesante, è perché sono stanco. Però cmq è ora di finirla col voler sempre porsi come chi ha in mano l'assoluta verità o il lume della ragione (specie se nn ci si sforza neanche di riconoscere gli errori della sinistra di oggi). E' un atteggiamento che io non tengo e che, come si può vedere, non accetto che venga utilizzato nei miei confronti!
Chiudo qui l'intervento.

bèllo ha detto...

ma cioè, devo dire quello che ti pare a te o posso avere il mio pensiero personale? no perchè se non è così allora non stiamo neanche a parlare. io non ho la verità in tasca, però se dico una cosa, so cosa sto dicendo. non mi sembra di volere aver ragione, sto esprimendo il mio pensiero in merito a una persona. posso avere il mio pensiero? se è diverso dal tuo a me cosa me ne frega? io non voglio convincere nessuno, dico le cose come stanno, se poi sei d'accordo con me bene, sennò amen, non muoio mica.
non mi fanno cagare nella maniera più assoluta (oddio, qualcuno si), cerco di analizzare la situazione e di sviscerarla: MA SONO STATO BEN CHIARO, non ho voluto fare VOLUTAMENTE di tutta un' erba un fascio. l'ho anche specificato nella prima frase del post!!!!!! ma dio bono, leggi quello che scrivo o fai apposta?
poi sul resto del tuo post, oltre a essere infantile e ignorante non saprei cosa dire.
fino a un quarto d'ora fa non sapevi neanche cos'erano le mozioni o le correnti (ma poi questo cosa vuol dire?), quindi vedi di star zitto che se c'è uno che ciarla senza sapere quello che dice sei te. non voglio insegnarti niente e neanche convincerti, ma sicuramente io giustifico i miei interventi, te parli per luoghi comuni. io credo di aver ragione e cerco di dimostrarlo, fai lo stesso.
ti rendi conto che mi stai criticando perchè voglio avere ragione? ma secondo te, parlo per non avere ragione? ma come cazzo sei spianato? è ovvio che se credo in una cosa è perchè ho fatto delle considerazioni che mi hanno portato a una certa conclusione. potrei dire che te vuoi aver sempre ragione perchè non la pensi come me. ma sei all'asilo?
in ogni caso si parla di travaglio, lo capisci che sei fuori tema o no?

Elo ha detto...

Non voglio entrare in questa polemica per nessun motivo al mondo perché c'è solo da perderci e per delle stronzate! Comunque mi permetto di farti notare una cosa Béllo, che vorrei chiarissi:

"eh, se uno è di destra ha tanti problemi.."

"MA SONO STATO BEN CHIARO, non ho voluto fare VOLUTAMENTE di tutta un' erba un fascio"


Mi sembrano un po' in contraddizione...

Ettore ha detto...

Delle correnti lo sapevo già, me l'avevi già detto tempo fa.

Se pensi di avere ragione tientela, non volermela imporre a me e non volermela venire a vendere come la verità che tieni in tasca te e soprattutto non darmi dell' ignorante che parla per luoghi comuni, perché faccio presto anche a mandarti a cagare.

C'è differenza tra sostenere le proprie idee e considerare MERDA TUTTE le ALTRE IDEE ALTRUI! Questo è il punto, poi se non lo capisci lo zucchettone sei te, scusami...

bèllo ha detto...

si elia è vero, ma la prima cosa che ho detto era una battuta a quello che avevi scritto te.
in ogni caso sono convinto che se uno è di destra ha dei problemi, non tutti hanno gli stessi, ma qualcosa c'è. non è una contraddizione.

ettore, ti ho appena detto che non ti devo convincere di niente, cosa hai capito? sinceramente quello che considera merda tutti gli altri sei te che non fai le dovute distinzioni. è vero, io sostengo le mie idee, e considero le altre in maniera minore perchè non è quello che penso. non le considero merda, le analizzo le metto a confronto e le critico. cosa totalmente legittima.

nessuno ti ha dato dell'ignorante. se hai la coda di paglia è un problema tuo.

bèllo ha detto...

tra l'altro quello che si è inserito nella discussione dicendo: "voi, non vi va bene niente, pensate per voi e bla bla bla", sei te, non io. quindi se devi mandare a cagare qualcuno mandatici da solo visto che non sai fare una discussione civile ma devi sempre alzare i toni in maniera infantile e arrogante.

l'ignorante era riferito al tuo modo di fare non a quello che dici.

Ettore ha detto...

Il punto è questo: già di per se è secondo me sbagliato questo post, perché atto al voler "sfatare il mito" da parte di chi tiene la verità in tasca; lo SAPEVO GIA' che Travaglio non era di sinistra (come non lo è Di Pietro, per il quale lui a votato e per il quale io simpatizzo), e ho ribadito il fatto che NON MI IMPORTA, perché preferisco quelli come lui rispetto ad altri che si definiscono di sinistra.

Anche per il fatto che sia cattolico, non si è mai comportato come gli altri cattolici del panorama televisivo (tra l'altro ha incluso Wladimir Luxuria nella sua "Top 17" dei parlamentari della scorsa legislatra, cosa che un cattolico integralista non si sognerebbe mai!).
Per cui se l'obiettivo di questo post era smontarmi Travaglio, può considerarsi un obiettivo fallito.

Mi fa piacere che tu dica che il tuo secondo intervento, che ha rincarato quello scritto nel post, era solo una battuta; io spero che non giudichiate un giornalista soltanto in base alla sua identità ideologica; bisognerà vedere anche come fa informazione e per cosa si batte.
Ho riconosciuto di essere stato ignorante (nel senso di maleducato), ma l'ho fatto intenzionalmente, anche perché la discussione era già degenerata.

Ettore ha detto...

Mi sn sbagliato non era il tuo secondo intervento, era il tuo primo: quello di "uno di destra ha sempre dei problemi.."

bèllo ha detto...

allora, punto numero 1 (e questo te l'avevo già detto in passato): se parli con me, parli al singolare, come io faccio con te. non c'è nessun voi, ci sono io con le mie idee, nessuno me le impone. già questa cosa mi fa altamente incazzare.

numero 2. te ragioni come se ci fosse qualcuno che brancolando nell'ombra, trama alle tue spalle per distruggere quello in cui credi. ma sei uscito dalle favole dei Grimm o sei el blog di mont?
se uno non la pensa esattamente come te, non è che ti puoi incazzare. l'obbiettivo non è smontare qualcuno, anche io sapevo già com'era, e in un certo senso si smonta da solo: mi basta solo il fatto del voto lega nord. se è cattolico o meno non mi interessa, l'ho già scritto in un post precedente.

in ogni caso scegli quello che vuoi, non mi interessa, ma dal mio punto di vista dire "non mi importa" non la reputo una motivazione. a me non piace (sia lui che di pietro) per degli aspetti di pensiero politico, non perchè ho la verità in tasca o perchè mi sta antipatico (ho ripetuto 200 volte che quello che fa nel suo campo lo fa bene: non lo ripeto più, mi sembra di parlare con i muri).
la discussione è degenerata perchè i tuoi interventi sono fuori luogo e arroganti, non certo per colpa mia o degli altri. sei partito dall'esordio con arroganza e parlando di temi che non centravano una sega. fossi in te mi prenderei una camomilla e mi darei una rilassata.

Délla ha detto...

Scusa Bèllo ma:

"...in ogni caso sono convinto che se uno è di destra ha dei problemi..."

non mi sembra una buona posizione da sostenere: in questo modo tu ridicolizzi o consideri insensata la posizione politica di un buon 50% di persone, non solo in Italia ma in tutti gli altri stati dell'occidente.
Allora senza sminuire ideali e valori della sinistra, ti voglio fare accorgere che ne esistono altrettanti e validi, sotto vari punti di vista, anche nella destra; anzi la vita che conduce al giorno d'oggi la maggior parte di noi si avvicina all'ideale di destra: a partire dal consumismo di cui tutti godiamo dei vantaggi (ed in parte degli svantaggi).
Quindi è giusto sostenere le proprie opinioni e dibattere sulle questioni più controverse, partendo però dal presupposto che chi non la pensa come noi non debba essere obbligatoriamente affetto da qualche "problema". Quest'ultimo sì che mi sembra un atteggiamento infantile.

E come ultima cosa: effettivamente non capisco se il post sia satirico o rispecchi effettivamente un pensiero. In quest'ultimo caso mi sembrerebbe completamente fuori luogo: Travaglio è uno dei pochi giornalisti validi e che fanno seriamente il loro lavoro rimasti in Italia; se non uno dei pochi, sicuramente l'ultimo rimasto in televisione. Poco importa se i suoi libri e le trasmissioni televisive in cui compare gli fanno guadagnare molti o pochi soldi. Quelli che guadagna, a parer mio, se li merita tutti. Inoltre, proprio perché si deve valutare la correttezza professionale della persona, non dovrebbero contare in alcun modo le posizioni politiche ed a maggior ragione quelle religiose (di cui nessuno può sentirsi arbitro di giudizio).

Mont ha detto...

Il post è un pensiero. Credo che il lavoro di Travaglio sia splendido, giornalisticamente parlando.
Ma aggiungo che in essere di destra in un paese come l'Italia, con la destra che ci ritroviamo, vuol dire che hai qualcosa che non va. A meno che tu non sia affine al fascismo, allora puoi essere di destra, ma a quel punto hai tantissimo che non va.

In Italia essere di destra non vuol dire essere liberale: vuol dire essere razzista e reazionario. Questo non è mai un bene. Come non è un bene esserlo dall'altra parte, sia ben chiaro. Il nostro è un paese dove la sinistra guarda al futuro (ma non ci va mai, purtroppo) e la destra al passato (e spesso ci fa una capatina).

Se uno è cattolico poi, avrà sempre e comunque il mio disappunto personale. Vuoi credere in dio? Benissimo. Sii cristiano, sii libero dalle gerarchie. Cattolico proprio no.

bèllo ha detto...

io non credo proprio che ci siano ideali di destra validi. il buonismo di facciata lo schifo. io la penso in un modo, è ovvio che chi la pensa al contrario di me, secondo me, sbaglia. è inutile che sto qui a dire: capisco quello che dici ma non lo condivido. è un buonismo di facciata inutile. preferisco dire: non sono d'accordo con quello che dici perchè secondo me è sbagliato per questo questo questo o quest'altro. cosa mi interessa se il 50% non la pensa come me? probabilmente è più del 50%, sta di fatto che io sono convinto di quello che dico e che penso e coerentemente a questo non posso dire che ha ragione anche qualcun'altro che ha un'idea opposta. ma ragazzi state scherzando? un po' di maroni e di spina dorsale ci vuole cari miei!
la vita che condurrai te si avvicinerà all'ideale di destra, la mia no di sicuro (sinceramente non ho capito cos'hai cercato di dire e se ho capito non sono d'accordo).
essere affetto da un problema non vuol dire che ha una malattia. è semplicemente che sostiene degli ideali che per me non sono validi, anzi, sono contrari ai miei, e per me chiaramente questo è un problema.

quello che dici su travaglio è vero, nessuno dice che sia un cattivo giornalista. ma visto che è un personaggio pubblico e che spesso esprime idee politiche che non apprezzo, posso fargli delle critiche?
cosa me ne frega della correttezza professionale???????????????????????????????? sto parlando di un'altra cosa!! ma non è possibile una roba del genere oh!

bèllo ha detto...

in ogni caso state dimostrando proprio l'icipit del post: "non toccate il messia travaglio".

Sereno Polveroso ha detto...

"In Italia essere di destra non vuol dire essere liberale: vuol dire essere razzista e reazionario."

Non mi pare che travaglio sia della destra italiano altrimenti non scriveebbe quello che ha scritto e mi pare ovvio. E (anche se direte "si ma, anceh se come forma di antiberlusconismo, ha votato al lega") lui ha definito troglodita chi è razzista (puntata con Tosi di annozero) e la legge trenta (legge-biagi) una porcata... quindi non mi pare proprio un calderoli.
E cmq visto che facciamo tanto i fighi, volevo far notare che per essere di sinistra bisogna essere mooolto coerenti, altrimenti non si può parlare: quindi in primis un esame di coscenza ragazzi, che come ha detto bello viviamo e siamo integrati in una società capitalista, e nessuno ci vieta di andare a cuba se volessimo....

Ettore ha detto...

Io ho detto solo che da come l'avete posta sembra lo vogliate smontare SOLO PERCHE' è DI DESTRA e CATTOLICO; a prescindere da queste due cose DOVRESTE APPREZZARLO SE AMATE LA LIBERTA' DI PAROLA (che mi sembra sia un caposaldo della sinistra).
Ripeto da come tu Mont hai postato e da come tu Béllo hai commentato, sembra che vogliate dire "E' un cattolico di destra, per cui è una merda e qualsiasi cosa faccia è merda".
L' impressione era questa, poi se sostenete di no, ben venga; me lo augurerei proprio e vi reputo abbastanza intelligenti per poterlo pensare...

P.S.: Anche il vostro idolo Luttazzi ha un passato da cattolico fervente e democristiano: e di lui come mai non dite niente?

Délla ha detto...

@Mont:

condivido completamente che la destra in Italia sia una totale distorsione di una posizione politica alla quale non si avvicina minimamente; il mio discorso si riferiva ad una destra per così dire "sana", non certo a quella italiana. Volevo spezzare una lancia per evitare di bollare definitivamente una posizione politica che non sia di sinistra, perché possono essercene di altrettanto valide e alternative.
Per quanto riguarda il cattolico, si può discutere, ma credo che le mie posizioni e le tue siano altrettanto valide (perché in questo caso si avvicinano).

@ Béllo:

Parto dal fondo, perché rispondere alla prima parte del tuo discorso sarebbe come dare addosso ad un bimbo che fa le bizze.
Travaglio non è il messia: il succo del mio discorso era (te lo spiego perché forse non hai capito) che se tale personaggio viene stimato è per il lavoro che svolge; il suo lavoro lo fa in maniera eccellente e non c'entrano niente posizioni politiche e religiose. Su queste ultime posso non essere d'accordo, ma la mia stima verso il "Travaglio giornalista" non cade per questo: scindo professione da religione e ideologia politica (penso che riesca abbastanza anche lui a scindere tra professione ed ideologia politica, al contrario dei giornalisti del manifesto, dei quali fai grandi elogi - e l'ho letto a volte tranquillo). Inoltre, non tutto quello che dice è oro colato: assolutamente; questo appare solo perché in Italia di giornalisti veri ce ne sono ben pochi ed appena uno salta fuori per forza sembra un fenomeno.

Dico solo qualcosa per quanto riguarda il "buonismo di facciata" e la spina dorsale e i maroni: preferisco guardare a 360 gradi e valutare con mente libera tutte le sfumature anziché restringermi ad un paio di minuti. Poi ovviamente mi faccio una mia idea. Libero di avere idee diverse dagli altri, sono però conscio che esiste la remota possibilità che in un futuro mi renda conto di avere sbagliato: per questo motivo sostengo le mie idee in modo deciso, ma mai arrogante.

Ettore ha detto...

Con questo non voglio condannare Luttazzi, gli errori tutti li possono commettere, ma mi chiedo perché siete COSì INDULGENTI CON LUI che era un democristiano, mentre NON LO SIETE con Travaglio che ha votato Lega Nord... bella domanda, eh?

bèllo ha detto...

parto dal fondo: ettore, luttazzi è un comico, mi fa ridere, probabilmente se parlassi di politica con lui non ci troveremmo d'accordo su molti aspetti. in ogni caso non è il mio idolo.
è ovvio che l'impressione che hai avuto è sbagliata, e poi a me delle "impressioni" me ne frega relativamente. leggi quello che abbiamo scritto dall'inizio e non sto nascondendo nulla. sono schietto come sempre, se vuoi capire capisci. bona

quello che mont ha detto sulla destra è vero ma secondo me in parte. fai riferimento alla destra liberale, che cmq in italia c'è, c'era, e ci sarà, non è vero che non c'è. poi ogni nazione ha le sue peculiarità ovviamente, in ogni caso il liberalismo a me non piace.
dico questo perchè mi collego a quello che dice della: io parto dal presupposto di non cambiare idea, perchè sono convinto di ciò che penso. è chiaro che analizzo tutto a 360° e infatti mi posso permettere di avere un opinione personale, cosa che non potrei fare se non avessi un'idea chiara di come vanno le cose (o in ogni caso risulterei stupido e superficiale, cosa che penso di non essere).
su travaglio ho già detto che è bravo (oh, mi vien da ridere, quante volte l'ho scritto?), ma non mi piace il suo pensiero politico che non è vero che è distaccato da quello che dice, perchè se una persona pensa certe determinate cose è inevitabile che agisca di conseguenza, anche nel campo lavorativo, infatti ogni tanto da quello che dice si capisce come la pensa politicamente. stessa cosa per il manifesto è ovvio, in ogni caso c'è scritto anche quotidiano comunista, non è che lo nascondono. e tra le due, visto che sono comunista, ovviamente preferisco il manifesto. penso che sia legittimo.
sul fatto della tua non arroganza penso che darmi del bambino che fa le bizze non sia un buon esempio e neanche una buona partenza se vuoi parlare con me in maniera civile. quindi vedi di star zitto se devi rompere i maroni. io ho le miei idee e me le tengo ben strette. dai del bambino a chi ti pare ma a me no di sicuro e pensa prima di parlare.

arriviamo a nicolò che è l'unico con il quale si riesce a parlare: sicuramente non si rispecchia nella destra di berlusconi, perchè è onesto, questo è ovvio.il fatto di dare del troglodita a tosi (aggettivo che gli sta come un pigiama nuovo)è positivo, ma cmq a suo tempo si è rispecchiato in bossi, presidente di un partito razzista e xenofobo dalla nascita. con questo non dico che travaglio sia razzista, però da questo punto di vista è sicuramente confuso.
cmq anche se travaglio è di un'altra destra, a me politicamente non piace comunque. (ti puoi ricollegare a uno dei primi post che ho fatto su cavour de gasperi montanelli ecc...).

e chiaramente bisogna sempre essere coerenti, non solo in politica, ma nella vita. è chiaro che viviamo in una società capitalista, globalizzata, e questo cosa vuol dire, che ci dobbiamo adeguare? io lavoro per cambiarla, e nel mio piccolo, sono coerente, e non penso che la soluzione migliore per cambiare le cose sia la fuga oltre oceano.

Délla ha detto...

Béllo stai tranquillo, ti riporto le cose che hai scritto:

-"io non credo proprio che ci siano ideali di destra validi. il buonismo di facciata lo schifo"
-"In ogni caso state dimostrando proprio l'icipit del post: "non toccate il messia travaglio""
-"ma ragazzi state scherzando? un po' di maroni e di spina dorsale ci vuole cari miei!"
-"cosa me ne frega della correttezza professionale???????????????????????????????? sto parlando di un'altra cosa!! ma non è possibile una roba del genere oh!"

Il modo di porti e di scrivere che hai nei commenti mi ha portato a fare l'incipit del post precedente, anche perché prima mi sembrava di essere intervenuto in maniera tranquilla.
Poi "quindi vedi di star zitto se devi rompere i maroni": hai pienamente ragione. Cosa parlo a fare...che io sono arrogante.

Comunque senza fare inutili polemiche, il discorso mi pare semplice: Travaglio è un giornalista eccellente; puoi non rispecchiarti nelle sue posizioni politiche e a maggior ragione religiose, ma questo non c'entra un cazzo...a meno che ti dia fastidio il semplice fatto che non sia fortemente di sinistra. Quindi ora il discorso non sussiste neanche: forse è un semplice modo di dare addosso a qualcuno che adesso è in voga e, come è noto, chi sta troppo sulla cresta dell'onda non piace più.

Poi scusa ma:
"ma cmq a suo tempo si è rispecchiato in bossi" cosa c'entra??? Una volta magari ha rubato anche un pacchetto di caramelle in tabaccheria da giovane. E allora? Si può cambiare idea e si può sbagliare. ...non mi sembra che adesso si rispecchi tanto nella Lega (...tra l'altro ha votato Di Pietro).
Inoltre, sul fatto della coerenza, sono d'accordo che la soluzione non sia correre oltre oceano, ma ci sarebbe molto da discutere sul fatto che si critica così aspramente questa società, eppure si è così ben integrati all'interno di essa...

Anonimo ha detto...

Scusate, mi sembra che non vi capiate.... state dicendo TUTTI che Travaglio è un bravo giornalista, poi le sue idee ad alcuni non piacciono e ad altri sì..

bèllo ha detto...

bravo anonimo, è quello che sto dicendo da duemila post.

mi chiedo: della, hai almeno letto l'intervista alla quale ci stiamo riferendo e dalla quele è nata la discussione? capirai che c'entrano le sue posizioni politiche e religiose, perchè proprio di quello stiamo parlando.