MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, giugno 10, 2008

Il marchese di Mestre

Ecco a voi la prima web fiction testuale prodotta da questo blog: narra la storia, a puntate, delle avventure amorose e degli intrighi del marchese di Mestre e della sua corte.

PRIMA PUNTATA

I cavalli correvano a più non posso sotto la pioggia scrosciante, costretti allo sfinimento dalla frusta del cocchiere. Una figura buia dall'interno della carrozza guardava il paesaggio dominato dai lampi. In lontananza un reggia principesca contraccambiava lo sguardo curioso dello sconosciuto. Un altro colpo del cocchiere comanda alle bestie di aumentare ancor di più il passo e in pochi minuti è solo il cancello del grande giardino a ostacolare il tragitto verso la grande dimora.
Zuppo di acqua come un assorbente interno un omino corre a rimuovere il fermo: la strada è aperta e la carrozza si affretta ad entrare nella rimessa, al riparo dal maltempo. Il cocchiere si preoccupa dello sportello, e dal buio del calesse una scarpa elegante si fa strada verso il pavimento umido e ricoperto di paglia.

- Signora! - grida il piccolo uomo - Il marchese è tornato!

Dalla scala a chiocciola che porta dentro alla reggia la marchesa Nouvenia, una donna smilza, seppur bella, scende di corsa e si fionda verso il marchese, che la accoglie con un sorriso.

- Finalmente sei arrivato - lo bacia - mi hai portato gli assorbenti? Questo mese il flusso è più abbondante del solito.
- Eccoli, mia cara Nouvenia. Quelli con le ali, come piacciono a te.
La moglie del marchese prende il pacchetto e corre di sopra, in camera.
- Ne avrà per almeno una mezz'ora. Andate pure a riposarvi, voi due. Dite a Tampax di aspettarmi nel mio studio.

Il marchese, con la certezza di essere rimasto solo, sale di nuovo sul calesse. Sollevato il sedile, apre uno scomparto segreto dal quale recupera un pacco, sigillato da un oscuro marchio rosso. Nascosto il pacco all'interno della giacca sale le scale e si prepara per l'incontro con Tampax, il suo segretario personale. La porta del suo studio è socchiusa: davanti al caminetto acceso, in piedi rivolto al fuoco, il profilo del sedere definito di Tampax causa nel marchese una vistosa erezione.

- Signore, bentornato. - Dice il segretario - spero che la pioggia non vi abbia fatto dannare troppo.
- No Tampax, tranquillo. Ho recuperato il pacco, perciò niente problemi questa sera.

Con un gesto improvviso il marchese lancia il pacco sopra l'elegantissima scrivania d'ebano. Tampax lo prende in mano.

- L'avete trovato? E' meraviglioso!
- Si, lo so. - fa il marchese con gli occhi lucidi - Quando sarò sicuro che sia veramente ciò che cerco potrò finalmente essere felice.

Il fedele segretario fa per abbracciare il suo padrone, che lo ferma e lo guarda dritto negli occhi. Una mano del marchese afferra la camicia del servo all'altezza del petto.

- Non dire nulla finchè non saremo sicuri. - fa minaccioso. Tampax annuisce.

Il marchese strappa con forza la camicia e affonda le sue labbra sul petto nero e muscoloso che si trova davanti.

- Aspettate, non vi ho detto una cosa. - si interrompe Tampax - Oggi abbiamo avuto visite.
- E chi, di grazia?
- Lady Tena, signore. E' tornata in città e pensa di resterà per qualche tempo.

Gli occhi del marchese si sbarrano in stile Carfagna. Subito lascia il pacco di Tampax per afferrare il pacco sulla scrivania.

- Dobbiamo nasconderlo! Non mi fido di quella megera, anche lei lo sta cercando.

Un lampo illumina i corridoi mentre i due raggiungono la cassaforte. Quella notte è solo la prima di tante notti insonni. Il marchese sa che Lady Tena non è da sottovalutare, già in passato gli ha dato del filo da torcere.
Ora il pacco è suo, e nessuno potrà mai portarglielo via.

FINE PRIMA PUNTATA.

Valete.

1 commento:

ighi ha detto...

promette bene. come sarebbe una web fiction non testuale? l'ho capita dopo, il marchese. tampax avrebbe potuto rispondere anche: sono venute le mie amiche. ma forse non è questo il tema della ueb fission. o sì?