MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

domenica, novembre 30, 2008

La top ten del Terredì




















Le dieci frasi che Bossi ha utilizzato per giustificare l'ennesima bocciatura del figlio all'esame di maturità

10. Chissenefrega se non ha saputo rispondere ad una domanda su quel terrone di Sciascia.
9. Da quando la scuola è tutto nella vita?
8. Ignorante mio figlio? I professori non sapevano nemmeno di quel paesino gallico che resistette agli attacchi romani grazie alla pozione del druido locale!
7. Colpa del mio lato destro, era lui che gli doveva fare filosofia.
6. Ma che deve parlare Italiano! El gà da parlà lumbard!
5. Quanto vorrei avere un altro ictus adesso.
4. Con calma! Prima deve imparare a leggere.
3. Dovete capirlo: non si è ancora ripreso dalla vittoria americana del negro.
2. Visto che l'ha superato Borghezio pensava fosse un esame molto più facile.
1. Evidentemente non capisce proprio un cazzo.

Valete.

sabato, novembre 29, 2008

Una scimmia che starnutisce

O è Bush? Sta di fatto che Letterman vuole che questo video venga diffuso. Così sarà.



Valete.

venerdì, novembre 28, 2008

Veri uomini















India - Attacchi a Mumbai. Uccise 151 persone in un assalto multiplo coordinato. Va bene tentare di far passare in secondo piano il casino Alitalia, ma questa volta Berlusconi ha proprio esagerato.

In realtà i terroristi volevano portare all'attenzione del mondo i grandi problemi dell'India: la povertà, la malnutrizione e Kabir Bedi.

Intanto da noi il primo terrorista Silvio Berlusconi annuncia che la nostra nazione è la più avanti rispetto alle norme contro la crisi. Poi dice che ha mantenuto tutte le promesse elettorali nonostante la pesante eredità del precedente governo.
Ammazza... ormai non fa più neanche la fatica di cambiare le cassette.

Al ministro Alfano è arrivata una busta con un proiettile. Che ancora i nosti terroristi non abbiano capito che per funzionare devono metterli nelle pistole, io non ci credo.
Forse è stato un carabiniere.

USA - Al nuovo presidente degli stati uniti Barack Obama sono arrivati circa 290 mila curricula per cercare lavoro con lui. Su 290 mila curricula, 100 mila sono di Monica Lewinsky: ti pare che possa perdersi l'occasione di conoscere il presidente con quello che si dice sui neri?

Ora fatevi una partita a questo gioco online: è prodotto da una marca di birra per pubblicizzare la sua bevanda. E comportatevi da veri uomini!

Valete.

martedì, novembre 25, 2008

Bella ciao















Vladimir Luxuria vince l'isola dei famosi.

Finalmente un successo anche per Rifondazione.

Valete.

lunedì, novembre 24, 2008

Gente del villaggio











Al processo per la strage di Erba, Olindo e Rosa lasciano fare ai loro avvocati. L'avvocato di Olindo proclama la sua innocenza, dato che, secondo lui, la confessione del suo cliente è stata indotta. Forse difende la moglie, forse è solo rincoglionito. La cosa certa è che anche con questo processo ci divertiremo un sacco.

Rimini - Beccati dalla polizia i quattro ragazzi che hanno dato a fuoco ad un barbone per divertimento. Poveretti, lo hanno fatto troppo presto: la depenalizzazione di quel reato era nel programma del Pdl.

Spagna - Una giudice ordina di togliere il crocifisso dalle scuole. La Spagna cattolica è anche laica. E' bello sapere che saremo sempre gli ultimi ad arrivare a queste conquiste.

In Usa un diciannovenne si toglie la vita in diretta online davanti a 1500 persone. Un po' esagerata come reazione all'ultimo album di Brintey Spears.

A proposito di reazioni: durissima la protesta dei gay americani per rispondere alla cancellazione della legge sui matrimoni omosessuali, dopo il referendum. L'iniziativa "A day without a gay" prevede che gli omosessuali scioperino per dimostrare quanto siano utili alla società. Si dovranno quindi astenere dall'andare al lavoro, frequentare lezioni, fare shopping e celebrare funzioni religiose.

In realtà non resteranno a braccia incrociate: passeranno il loro tempo ad aiutare il prossimo in centri di volontariato. Le associazioni più aiutate saranno quelle di poliziotti, operai, soldati, indiani, cowboy e motociclisti.

Nella foto il giornalista Sandro Curzi, recentemente scomparso. Finalmente la Rai si è liberata di quel terribile puzzo di pipa.


Valete.

domenica, novembre 23, 2008

La top ten del Terredì

I dieci motivi per cui il vostro candidato sindaco non è così convincente

10. Tutti gli uomini della sua squadra hanno il suo stesso cognome.
9. Ha già cominciato a truccare gli appalti.
8. Chiama gli assessori "feudatari".
7. Prende a modello la città di Catania.
6. Continua a ripetere che si stava meglio quando c'era "lui".
5. Ha previsto l'assessorato alla riscossione generi alimentari.
4. Il suo slogan è "Miglioriamo questa città di merda!".
3. Il vicesindaco è il suo cane.
2. Si vuol mettere la fascia attorno alla testa, tipo Rambo.
1. E' al secondo mandato, ma nessuno se lo ricorda.

Valete.

mercoledì, novembre 19, 2008

Harry Potter e il governo italiano

Dall'alto ci hanno mandato una donna che dovrà portare rigore nella scuola. Dovrà ridare lo scettro alla disciplina e alla subordinazione. Sarà fiscale con le divise e il comportamento. Manderà via gli insegnanti, promuovendone uno unico. Tratterà con disprezzo ogni studente oppositore.
Renderà la scuola una caserma dove sarà accettata una sola verità.
La sua.

Non sto parlando di Mariastella, come credete. Sto parlando in realtà di Dolores Umbridge, la vera e prima restauratrice scolastica. Però abbiamo capito a cosa si ispira la nostra povera Gelmini.



Sapere che il solo libro che la Gelmini ha letto è Harry Potter non mi conforta: neanche se la ribellione degli studenti di Hogwards finisce bene.

Valete.

domenica, novembre 16, 2008

La top ten del Terredì

I dieci segnali che dall'alto ti stanno un po' prendendo per il culo

10. Tremonti dice che chi sbaglia deve fallire.
9. Brunetta si dichiara socialista e berlusconiano come se le cose andassero in disaccordo.
8. C'è il governo ombra!
7. Sei affogato dalla crisi economica e ti dicono di essere ottimista.
6. Il PD si allea con l'UDC.
5. Si festeggia per la vittoria di Obama come se fosse il nostro nuovo presidente.
4. Il papa dice che servono più politici cattolici.
3. Daniele Capezzone è portavoce di Forza Italia.
2. L'Alitalia è salva.
1. Ti fanno credere che Berlusconi ha avuto un malore.

Valete.

venerdì, novembre 14, 2008

The Simpsons After Movie

Questa è la sigla della diciannovesima stagione dei Simpson, la successiva al film. Godetevela.



Valete.

Una notizia cattiva e una cattiva
















Brutte notizie, l'Italia è in recessione. Ma state tranquilli, Tremonti sta già pensando a come fregarsene.

Ma andiamo all'estero.

Vaticano. Il vaticano si permette di criticare Obama sulle staminali. Si Permette di dare giudizi sul caso Englaro. Si permette di criticare le banche per la crisi mondiale. Ma guai a noi se ci permettiamo di commentare il processo di beatificazione di Pio XII.

Chiesa ciucciami il cazzo. (lo so, rischio che lo voglia fare sul serio)

Eluana Englaro ha il diritto di cessare le sue sofferenze. Non deve essere un obbligo, sia ben chiaro, ma una scelta. Così voleva. Io per me stesso non lo vorrei mai, credo. Ma se questa fu la sua scelta non può che avere la mia comprensione e il mio appoggio. Sticazzi ai vescovi che non fanno altro che riempirsi la bocca di puttanate, com'è loro solito. Ma è comprensibile, se mi pagassero per dire delle puttanate, direi le peggio cose anche io. Già lo faccio qui, gratis.

Intanto un malato di leucemia subisce un trapianto di midollo e guarisce dall'AIDS. Ratzinger si è prontamente schierato contro al midollo.

Ma veniamo in Italia. Senza masturbarci.

G8 di Genova. I processi ai poliziotti colpevoli che torturarono i manifestanti durante la "più grave violazione di diritti umani dal dopoguerra" sono finiti in modo ridicolo. Ne escono puniti solo i pesci piccoli, mentre i manovratori se la ridono e ringraziano la giustizia italiana.
Cossiga dopo la notizia ha avuto tre orgasmi di fila. Ora deve comprarsi un cappello nuovo.

A Roma intanto una marea di manifestanti fa sentire al governo che ancora qualcuno che combatte c'è. La Gelmini: "Capisco gli studenti, ma stiamo lavorando per voi". Ovvero "brutti rompicoglioni, non capite un cazzo".

Notevole la partecipazione dell'opposizione. Veltroni stamattina si è svegliato, si è rigirato dall'altra parte e si è riaddormentato.

Nella foto, Tremonti fa vedere ai colleghi che 'stavolta ha studiato e non si è scritto nulla sulle mani.

Valete.

mercoledì, novembre 12, 2008

Luttazzi ha Fede



Perchè commentare?

Valete.

lunedì, novembre 10, 2008

Destinazione Madrid - Parte V













I classici boni per le strade di Madrid.


Riassunto delle puntate precedenti

Aereo, ostello, porta rosa, rum, coca cola, birra, plaza mayor, sorpresa, regine del trash-can (hey, i post sono salvati, leggeteveli!).











Due cessi e un bidone.

Episodio V

La serata era finita nel migliore dei modi. Non ricordo quale, ma doveva essere buono, ci eravamo divertiti. Ci svegliamo con comodo alle 2. A Madrid, che sappia io, non esiste la mattina. In programma abbiamo un bel giretto al parco del Retiro: dopo 5 km di salita arriviamo ad una radurina dove ci sdraiamo e ci diamo per morti per un paio di orette.











Yoga. Posizione del vattenaffanculo.

Relax totale, salvo un paio di momenti di svago.























Poco prima che arrivassero gli agenti della CSI.

A farci compagnia e a complicare un sacco le presentazioni, nel frattempo si aggiunge Marco, un ragazzo amico di Marco, anche lui lì per passare un po' di giorni di vacanza. Il parco del Retiro è molto bello, enorme e i Solero costano 2 euro e 50. Mei cojoni.











Marco, Marco e Marco.

Quando riusciamo a persuadere Pippo dal provarci con tutti i poliziotti che vede, ci ricordiamo che oggi è il giorno della sorpresa. Quindi ci rivestiamo e ci incamminiamo verso l'uscita del parco. Che incredibilmente è sempre in salita. Vita di merda. Direzione stazione degli autobus. Arriviamo circa una mezz'oretta prima del tempo previsto. Tranquillamente ci sistemiamo in piedi ad aspettare la sorpresa, e io inganno il tempo bevendomi un litro e mezzo d'acqua, che sarà la sola acqua che ingoierò per tutto il resto della vacanza.
In lontananza vediamo arrivare un autobus. Direi normale. Si apre la porta. Una sagoma appare sull'uscita anteriore. Stanco e provato lo vediamo scendere come una Wanda Osiris de no antri: Raffa ha finalmente completato il gruppo.
Ora ce manca solo un boa e siamo a posto.














Appunto.

Per la sera abbiamo in programma di mangiare a casa di Pippo, quindi tutti a far la spesa! Raffa ovviamente, da buona stileuse, ci tiene ad apparire sobrio ed elegante.














Ero proprio contento: questo gruppo, appena formatosi, mi piaceva proprio un sacco. Non eravamo mai stati tutti insieme. I peggio produttori di sperma di Madrid.











Valete.

venerdì, novembre 07, 2008

Mont feat. The Tremont Band

Eccoci di nuovo alle vecchie glorie. Sono tre, sono fighi, sono piuttosto non-stonati. Ecco Mont che canta "I can hear the bells" da Hairspray. Il pezzo è stato il regalo di nozze per un'amica che si è sposata lo scorso Giugno: quindi ne approfitto anche per dare un bacio alla Nicoletta!



Valete.

giovedì, novembre 06, 2008

Are you local?

Locali, fatevi vedere!

E' vero, ho copiato a Heecabot un accessorio da blog. Da oggi, in cima alla colonnina a destra, c'è un frame col quale potrete scattarvi una foto (ovviamente solo se possedete una webcam) ed entrare nell'album dei locali. Il servizio lo fornisce Trombiblog, un nome tanto buffo quanto promettente.

Lettore, ringraziami. Ora puoi dire che trombi anche tu.

Valete.

mercoledì, novembre 05, 2008

La Voce del duce

Riporto qui un articolo tratto da "Il barbiere della sera" sulle politiche del direttore de La Voce di Romagna riguardo i rapporti fra i suoi giornalisti e i sindacati. Questo è il link.
09.10.2005
La Voce. Niente Cdr sotto la fiaccola della Libertà
di cerasio giada

Alla Voce di Romagna vogliono farsi valere: e il direttore li trasferisce. Botta e risposta tra Franco Fregni e Fnsi

La Voce di Romagna ADORA il sindacato. E infatti in questi giorni ha trasferito un caposervizio dalla redazione di Rimini a quella di Ravenna. Per un secondo collega non è stato necessario tanto: aveva un contratto a termine, gli hanno semplicemente negato il rinnovo.

Gli interessati - guarda caso - partecipano allo sciopero della firma cominciato quando il direttore ha inserito un'immagine della Statua della Libertà sotto la testata (accompagnata dal motto "Le ragioni dell'Occidente") senza informare la redazione della scelta: anzi prendendo un paio di giorni di ferie strategici per non affrontare, è suo costume, la questione.

Ha avuto il suo peso anche il tentativo di costituire un comitato di redazione, con tanto di assemblea convocata dal sindacato e di editore che ha negato i locali.

Un paio di lanci Ansa a testimonianza di quanto accaduto.

Prima, un'avvertenza: La Voce è edita da Gianni Celli e Alberto Donati: il secondo guida la delegazione degli editori per il rinnovo del contratto.

(ANSA) - ROMA, 5 ott - La Giunta della Fnsi e la consulta delle associazioni regionali di stampa «denunciano il comportamento degli editori della Voce di Romagna che tentano di impedire con ogni mezzo la costituzione del primo comitato di redazione negando di fatto da ben sette anni, l'agibilità sindacale all'interno dell'azienda, di cui è socio Alberto Donati, capo-delegazione della Fieg nelle trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico».

Lo spiega una nota Fnsi. «La Giunta e la consulta - continua il sindacato - esprimono piena solidarietà alla redazione che sta attuando lo 'sciopero delle firmè per protestare contro la mancata comunicazione da parte del direttore e dell'editore del cambio della testata e della linea editoriale del giornale. L'azienda, anzichè aprire un confronto con la redazione ha risposto con trasferimenti improvvisi e mancati rinnovi di contratto a termine.

Chiediamo un immediato intervento della Fieg - conclude la Fnsi - per ripristinare, i diritti sindacali e contrattuali in un azienda nella cui proprietà è presente il Capo delegazione degli editori».(ANSA).

EDITORIA: FNSI A VOCE DI ROMAGNA SI .... DELLE 15.25

(ANSA) - ROMA, 5 ott - «Non c'è stato nessun cambiamento nella linea editoriale della Voce di Romagna». Lo dice il direttore Franco Fregni che replica così alla Fnsi. E sottolinea: «lo sciopero delle firme è attuato da una minoranza dei redattori».

«Riguardo alla situazione sollevata dalla Fnsi sul Cdr della 'Voce di Romagnà - si legge in una nota firmata dal direttore del quotidiano - il direttore Franco Fregni, non entrando nel merito delle questioni che riguardano l'azienda e la sua situazione sindacale, precisa che lo sciopero delle firme è attuato da una minoranza di redattori, 5-6 su un totale di 25 e che non c'è stato nessun cambiamento della linea editoriale del giornale.

L'unico cambiamento - prosegue Fregni - è stato l'inserimento in prima pagina di una effige della Statua della libertà con le bandiere italiana, israeliana, britannica e statunitense accompagnate dalle parole 'Le ragioni dell'Occidentè che è il titolo del mensile che la 'Vocè pubblica da due anni»

Infine, conclude la nota, «il direttore specifica che i trasferimenti improvvisi e i mancati rinnovi di contratto di cui parla Serventi Longhi sono in realtà un trasferimento e un mancato rinnovo di contratto dovuti esclusivamente a motivi professionali».
Direi che è ora di smettere di acquistare questa merda.

Valete.

Il nero sfina
















Il 44esimo presidente degli USA è Barak Obama. McCain è uscito super sconfitto dalle urne: 338 a 160 voti per il candidato nero.

"Dovevamo non far votare i negri come l'altra volta" ha scritto Bush a McCain con un sms.

Numerosi i messaggi di congratulazioni da parte degli altri leader politici. Berlusconi un po' meno, dovrà aumentare la dose di Toradol per Bossi.

A proposito, stamattina eravamo in piazza a raccogliere le firme contro il lodo Alfano e un signore si è avvicinato curioso. Legge un volantino, poi commenta: "Anc'a noi uc servirebb' un Obama!" (trad. Anche a noi ci servirebbe un Obama).

"Invece noi i negri li buttiamo fuori" ho risposto.

Al di là delle battute, Silvio è contentissimo: era sicuro comunque che sarebbe andato d'accordo col nuovo presidente USA, che fosse favorevole o meno alla guerra in Iraq, ai matrimoni gay, all'integrazione.
Berlusconi è la puttana degli USA. Peggio: è la puttana che dopo la scopata ti dice "offro io".

E sempre al di là delle battute, Gasparri ha voluto confermare la sua demenza congenita commentando la vittoria di Obama:
"Con Obama alla casa bianca Al Qaeda sarà molto più contenta."
Il detto dice: è meglio stare zitti e dar l'idea di essere stupidi piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio.
Gasparri riesce a fare l'una e l'altra cosa.

Anche Veltroni ha detto la sua: "il vento gira in America e poi gira anche da questa parte".
Mai che lui alzi un dito, eh! Aspetta il vento.
Poretto.

La migliore dichiarazione comunque è quella del vaticano.

"Dio illumini Obama".

Stronzi: è nero, non è al buio.

Valete.

martedì, novembre 04, 2008

lunedì, novembre 03, 2008

L'erba cattiva
























Giulio Andreotti è quasi morto in diretta durante la trasmissione Questa Domenica condotta da Paola Perego. ''Sono contento del fatto che mi avete messo tra due belle ragazze invece che tra due ladroni" ha commentato il mafioso poco dopo l'accaduto.

Non gli è bastato il cricco in diretta, si è pure paragonato a Cristo. Certo che poteva fare come ha fatto Cristo e morire a 33 anni.

E invece no. A 89 anni si permette ancora di prenderci per il culo.

"Sto per morire! Sto per morire!...Scherzavo!".

Nella foto Andreotti che imita Satana. O viceversa.


Valete.

sabato, novembre 01, 2008

Chi lo ha detto?














"Mi stupisco di chi conoscendo il mio rispetto per la dignità delle persone, abbia potuto fraintendere così vistosamente il mio pensiero. Per me non era affatto in discussione la dignità degli omosessuali, anche perché più di una volta in questi anni mi sono soffermata nel sottolineare la mia stima nei loro confronti, in molti casi anche la mia personale e sincera amicizia, riconoscendo loro tutte le qualità umane e professionali, affettive ed organizzative che caratterizzano il loro impegno in tanti e svariati campi."
Di chi è questa dichiarazione?

1 - Maria de Filippi
2 - Renato Zero
3 - Paola Binetti
4 - La nonnina dell'ACE candeggina
5 - Francesco Cossiga

Valete.