MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

mercoledì, dicembre 23, 2009

Radio Animale - Buon Natale!

I tradizionali auguri di natale da alcune radio un po' speciali.

lunedì, dicembre 21, 2009

Presepe dei blogger 2010








Come l'anno scorso ecco che arriva il tempo del Natale. Il Natale è una festa tradizionale che viene rubata alle religioni passate dalla religione dominante: in questo secolo vince il Cattolicesimo, infatti si festeggia la nascita di un bambino.

Colgo l'occasione per partecipare all'iniziativa di KBlog il "Presepe dei Blogger 2010": i blogger che aderiscono adottano una statuina di questo virtual-presepe composto dai personaggi che più hanno avuto piede nei mass-media. Il mio personaggio è il sempremerde Lamberto Sposini (alias Melchiorre) che ogni giorno regala al nostro Presdelcons un bello spazio in televisione dove fare della disinformazione di altissima qualità.

Questo è il link dell'iniziativa.

Ora vi lascio, ho degli psicopatici da addestrare.

Valete.

martedì, dicembre 15, 2009

Mandanti morali













Gesù: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra."

Cicchitto: "Gesù è un mandante morale!"

Valete.

lunedì, dicembre 14, 2009

Riflessioni collaterali

Togliamo i crocifissi dalle scuole: sono pericolose armi contundenti.

(Massimo Tartaglia aveva con sè, oltre al souvenir del duomo, una punta di plexiglass, un posacenere e un crocifisso. Considerati dalla polizia tutti oggetti contundenti.)

Valete.

domenica, dicembre 13, 2009

Faccia da premier













Berlusconi aggredito in piazza Duomo dopo un comizio. Ecco per l'occasione

le dieci spiegazioni date alla polizia di Massimo Tartaglia

10. Cercavo la prova che potesse essere ferito.
9. Non volevo colpirlo: Berlusconi è piccolo e pensavo ci entrasse dentro.
8. Quante storie per una volta che qualcuno fa opposizione.
7. Gli volevo regalare qualcosa da mettere sul treppiede.
6. Non ho mai colpito nessuno! ...perché però quando smentisce lui ci credete?
5. Alla faccia di quelli che diventano famosi col Grande Fratello!
4. E' stato solo un diverbio fra malati di mente.
3. Me lo ha detto Gianfranco.
2. E' un frainteso: io mi stavo solo mettendo in tasca un souvenir.
1. Come al volto? Io volevo infilarglielo in culo!

Valete.

Chi ti ama ti pupa



Per quanto mi riguarda spesso mi pupa anche chi non mi ama.

(grazie ad Ale)

Valete.

venerdì, dicembre 11, 2009

Le comiche






















Caso mafia e governo. Niente di nuovo, Berlusconi aveva già rivinto le elezioni.

Spatuzza, l'accusatore di Berlusconi e dei suoi amichetti, viene fatto passare per uno poco affidabile nelle testimonianze: come si può credere ad un omicida? Molto meglio Dell'Utri, che ha solo una condanna in concorso esterno in associazione mafiosa.

A proposito, il boss Graviano ha voluto chiarire i suoi rapporti con la criminalità organizzata: "Non ho mai conosciuto Dell'Utri!", ha detto, spaventato.

Nel frattempo Berlusconi sta uscendo di testa. Rilascia dichiarazioni deliranti e attacca tutti gli organismi di garanzia dello Stato. Poveraccio, non deve essere facile disintossicarsi dal viagra.

Nell'attesa che Bersani faccia un po' di opposizione, ecco uno spot che ci ricorda il livello della difesa del presidente del consiglio.



No, dai, in realtà Bersani fa opposizione. Al no Berlusconi day.

E' bello come il PD riesca sempre a rispondere positivamente alla domanda "vuoi che possano fare peggio di così?"

Critiche su Santoro che manda in onda le intercettazioni di Berlusconi, Dell'Utri e Confalonieri che parlano di Mangano come se fosse il nipotino viziato, e intanto la Rai vuole eliminare ogni docufiction o sondaggio sui processi in corso. Cioè vuole evitare che si parli di Berlusconi. Stasera al TG1 Minzolini ha spiegato ai telespettatori come farsi un buon contorno occhi senza sbavature.

Su Raidue, verso le 14:00, c'è Monica Setta e il suo "Il fatto del giorno". Trasmissione scandalosamente filogovernativa, con ospiti fissi (o quasi) Storace, che dopo lo scandalo Marrazzo è tornato di moda (come se fosse un angioletto), Alessandra Mussolini, la ragione per cui il duce avrebbe dovuto farsi la vasectomia, e Cristiano Malgioglio, l'indossatore di tinta per capelli.

E questi parlano di politica.
Servizio pubblico. Eh si, proprio un cesso.

Valete.

domenica, dicembre 06, 2009

martedì, dicembre 01, 2009

Fate un dispetto all'AIDS




"Non si può superare questo problema dell'AIDS con la distribuzione dei preservativi che al contrario aumentano il problema".
Papa Ratzinger durante un viaggio in Africa, 17/03/09

Combattete l'AIDS usando il preservativo. Farete un bel dispetto ad entrambi.

Valete.

venerdì, novembre 27, 2009

Legittimo impedimento




















Processo Mills, udienza per Berlusconi fissata il 4 Dicembre. Ghedini: "Legittimo impedimento: quel giorno il premier ha il Consiglio dei Ministri".

E meno male che è la magistratura a mettere i bastoni fra le ruote di Berlusconi: non riescono a processarlo da 15 anni. Per questo vi riassumo qui

le dieci giustificazioni più efficaci che Ghedini ha utilizzato per evitare a Berlusconi di presentarsi in tribunale

10. E volete far cantare Apicella da solo?
9. Vada per l'8 di Ottobre: dovremmo avergli già assicurato l'immunità, per allora.
8. Cavolo, in quel giorno è invitato ad un compleanno di una minorenne.
7. Senza lo stradario non sappiamo come si arrivi in procura.
6. Avrebbe voluto esserci, ma il Milan si gioca il tutto e per tutto in Champions quella sera.
5. Io lo farei anche processare, ma dopo "ciao ciao stipendio!".
4. Scusi... qui non c'è campo... mi richiami fra una ventina d'anni.
3. Oggi no, mi dispiace. Ha già dato la caparra per quelle tre puttane.
2. Il cane mi ha mangiato gli atti.
1. Eddai, tanto si sa che è innocente!

Nella foto (da destra) il deputato PdL Ghedini, l'avvocato di Silvio Berlusconi e una delle comparse di Thriller di Michael Jackson.

Valete.

Napolinano























"Nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini-elettori il consenso necessario per governare"
con queste parole il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha detto la sua opinione sulla vittoria alle elezioni del partito nazionale fascista, del partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori, di Ahmadinejad, di Milosevic e di Saddam Hussein.

Valete.

mercoledì, novembre 25, 2009

Angelino ti conosco

Ballarò, si parla della legge "processi brevi". Ministro Alfano: "Non e' il presidente del consiglio che scarica sul paese i suoi problemi: e' il paese che ha scelto Berlusconi per governare."

Come dire: "cazzi vostri".

Valete.

lunedì, novembre 23, 2009

Screzi



















Tremonti e Brunetta litigano fra di loro per la gestione dei bilanci. Due cime dell'economia.

Sacconi: "chissenefrega delle loro liti, l'importante è che il governo sia compatto e la politica sia una sola: salvare il culo di Berlusconi."

Meno male che dall'altra parte c'è Bersani che fa benissimo il segretario del PD.

Intanto in TV si parla in continuazione di transessuali con Alessandra Mussolini e Vittorio Sgarbi. Due autorità nella materia. Oggi la Mussolini ha spiegato il perchè gli uomini scelgono le transessuali: per prenderlo in culo.

Lo stesso motivo per cui scelgono Berlusconi.

La Mussolini in realtà è molto offesa per il fatto che molti uomini preferiscono le trans alle donne vere come lei. Ok, finitevela voi la battuta.

Anche a Sgarbi è stato chiesto un parere, ma stava urlando a ripetizione "capra" a un comodino.

Gheddafi fa un meeting privato con 400 ragazze bone per fare propaganda, filmare il tutto e mandarlo in onda nella sua nazione. Le ragazze ci sono rimaste male: il leader libico non aveva nemmeno un lettone di Putin.

Gheddafi ha fatto lezione di Corano. Anche noi abbiamo imparato qualcosa: se sei donna, per diventare musulmana devi essere figa e alta almeno 1 e 70.

A proposito di Islam: oggi su Raiuno l'ennesima trasmissione anti-musulmani. Borghezio ha dato del fondamentalista antidemocratico a un Imam ospite in trasmissione. Ma ha anche esordito con "buona padania", quindi va preso per quello che è.

Pochi giorni fa, sempre Borghezio ha addirittura detto che i musulmani istigano al razzismo. Mi chiedo perchè allora non vadano d'accordo.

Rotondi dice che la pausa pranzo riduce la produttività. In effetti ha ragione: avete idea di quanti portafogli riescano a produrre i bambini in Colombia?

Valete.

lunedì, novembre 16, 2009

2012










Volete la prova che il mondo non finirà nel 2012?

Semplice: secondo voi Berlusconi farebbe tutti 'sti casini per annullare i suoi processi se fosse certo che fra qualche anno il mondo sarà kaput?

Valete.

mercoledì, novembre 11, 2009

mercoledì, novembre 04, 2009

Indagini a Garlasco

















Consulente 1 - Alberto Stasi, in cucina, con le forbici.
Consulente 3 - Impossibile, ho io la cucina.
Consulente 2 - Però le forbici no, vero?
Consulente 3 - No, le forbici no.
Consulente 2 - Abbiamo fatto un passo avanti allora.
Consulente 1 - Direi proprio di si.

Valete.

martedì, novembre 03, 2009

Una croce sopra

















L'Europa boccia il crocifisso nelle scuole pubbliche. Secondo la Corte Europea lede la libertà di scelta nell'educazione dei ragazzi. Il Vaticano si infuria, la Gelmini grida ad una "corte idealizzata", Buttiglione la giudica una "scelta aberrante", Bersani cambia canale.

In realtà Bersani avrebbe sostanzialmente detto che il simbolo non offenderebbe nessuno, dimostrando di non aver nemmeno capito la sentenza.

Mariastella Gelmini dichiara: "il crocifisso non significa adesione al cattolicesimo, è un simbolo della nostra tradizione".
La prossima volta che mia mamma mi beccherà mentre mi masturbo le dirò: "mamma, non significa adesione alla masturbazione, è un simbolo del fatto che sono solo".

In effetti senza crocifisso in aula come fai a giocare a frisbee nell'intervallo?

Millantano le radici cristiane, ma dimenticano che il 18% degli Italiani si dichiara ateo (fonte ilTempo, 2003). Quasi uno su cinque, sei anni fa, non sentiva sue le radici cristiane, oppure le sentiva e ha scelto di disconoscerle o di ignorarle. Mi pare che sia una buona minoranza per essere ignorata.
Lo so, il dato è piuttosto alto, ma sono certo che non si discosi troppo dalla realtà. D'altrocanto il Vaticano quest'anno ha dichiarato che il 95% degli Italiani è cattolico, quindi potevo spararla più grossa anche io.

Il caso europeo è comunque un caso tutto nostro: una signora italiana di origini finlandesi chiese ad un istituto statale di Padova, frequentato dal figlio, di rimuovere il crocifisso dalle aule. Nisba. La donna si rivolse ai tribunali. Nisba. Appoggiata dall UAAR si appella a Strasburgo. E, tanto per farci riconoscere, a Strasburgo le danno ragione. Lo Stato Italiano dovrà, oltre a rimuovere i crocifissi, risarcire la nostra amica con 5000 euro.

Come Marrazzo.

5000 euro che moltiplicati per gli studenti italiani da risascire fa sicuramente di meno di quello che diamo ad oggi al Vaticano.

Nella foto, il commento di Gesù.

Valete.

venerdì, ottobre 30, 2009

In fondo al mar

Ecco come si smaltiscono i rifiuti in Italia.



Testo:

Il campo del tuo vicino
è zeppo di scorie ormai
le vuoi metter sotto terra
Non sai che gran sbaglio fai

Se tu ti guardassi intorno
Vedresti che il nostro mar
È pieno di meraviglie
e un'altra non può guastar

In fondo al mar
In fondo al mar
non serve aiuto
butti il rifiuto
poi torni al bar.

la polizia farà dei blitz,
tu sarai al sole con lo spritz.

Ti godi il rutto
se butti tutto
In fondo al mar.

Se invece vuoi stare a riva
ti serve un'imbarcazione
di scorie riempi la stiva
e imbracci il tuo bel cannone

Tu mandi la nave al largo,
bombardi una paratia
così tornerai in letargo:
e i tuoi crucci vanno via!

In fondo al mar
In fondo al mar
presso i relitti
gamberi fritti
puoi degustar.

Seppia all'uranio nel buffet
un vero tocco da gourmet.

Fai sulla chiglia
triglia alla griglia
in fondo al mar.

In fondo al mar
quali tossine?
Son bollicine
da nuclear.

Son le sirene ed i tritoni
frutto di verdi radiazioni

ogni creatura
cambia natura
In fondo al mar.

Il rettile cilum
la carpa tardona
i polipi bondage
la roba qua è buona
sto pesce è rincoglionito da sè
il luccio ha la pinna frisee.

Il pesce ecstasy
e il tonno killer
sti due flippati
e st'affare nero
sembra una storia ma è tutto vero
noi siamo i frutti del tuo nuclear.

In fondo al mar
In fondo al mar
ma che bellezza
quanta monnezza
si può affondar!

prima che si veda lassù
passan vent'anni o forse più.

ci sono fusti
per tutti i gusti
In fondo al mar

niente tumore
vince l'amore
In fondo al mar

E ora che han detto
sì al nucleare
pensa ai rifiuti
pensa al da fare!
Hey, non c'è storia:
butta la scoria
In fondo al mar!


PS: si, è vero ci sono delle differenze fra audio e testo. E' dovuto al fatto che la canzone è stata scritta e cantata in due momenti diversi e nel quando ho unito le due parti non ho avuto voglia di riascoltarla.


Valete.

lunedì, ottobre 26, 2009

Primarie Democratiche



















Bersani è il nuovo segretario del PD. Sempre che la parola "nuovo" per voi abbia un significato.

Si ispirerà all'Ulivo, quel futurista di Bersani. Era così contento che per festeggiare si è comprato il suo primo Betamax.

Oggi Studio Aperto ha trasmesso una parte di intervista a Bersani. Cito a memoria: "Io sono contrario alle sigarette e all'alcool, però fumo e bevo".
Ecco perchè ha vinto.

Caso Marrazzo. Berlusconi confessa di aver avvertito dell'esistenza del video il governatore del Lazio. I ricattatori hanno tentato di venderlo al settimanale CHI, il direttore Alfonso Signorini ha contattato il premier che ha deciso di non pubblicare la notizia. Poi ha consigliato a Marrazzo di contattare i possessori del video per tentare di acquistarlo e ritirarlo dal mercato.

Se ne deduce che (analisi per i ritardati):

1 - Marrazzo ha mentito su un bel po' di cose.
2 - Alfonso Signorini è un servo del padrone.
3 - Il capo del governo consiglia di assecondare i ricattatori, quindi di assecondare dei criminali.
4 - Se Berlusconi ha il potere editoriale sui rotocalchi di gossip, figuriamoci sui quotidiani e i canali tv.

Marrazzo ha concordato una prestazione da 5000 euro. Peggio di un dentista!

Rutelli intanto dice che lascia il PD per andare con Casini. Mi pongo solo una domanda: chi dei due è quello passivo?

Nella foto il nuovo segretario del PD.

Valete.

sabato, ottobre 24, 2009

Fraintesi















Secondo me sono stati tutti fraintesi.

Carabiniere 1 - A me 'e mignotte de sta zona nun me piacciono.
Carabiniere 2 - E che 'tte piace?
Carabiniere 1 - M'arrazzo a trans!
Carabiniere 2 - Er presidente d'a reggione? Nooo!

Anche Silvio è stato accusato ingiustamente.

Giornalista 1 - Odio intervistare i politici: perdi un sacco di tempo e ti fanno chiedere solo quello che vogliono loro.
Giornalista 2 - Il peggio è quando sono pure antipatici! Io, per esempio, Rutelli non lo sopporto, se la tira un sacco.
Giornalista 1 - Sai chi sono quelli che mi stanno più antipatici?
Giornalista 2 - No, dimmi.
Giornalista 1 - Carfagna, Bocchino, Berlusconi.
Giornalista 2 - Carfagna bocchino Berlusconi?!?

Valete.

venerdì, ottobre 23, 2009

Piove, governo ladro


























Berlusconi è bloccato in Russia per il maltempo.

Dovremo organizzare dei turni per fare continuamente la danza della pioggia.

Valete.

venerdì, ottobre 16, 2009

mercoledì, ottobre 14, 2009

GaBinetti 3













"Ora mi sento anche io una minoranza, anche io voglio essere tutelata" Ha detto la Binetti dopo le critiche subite dai colleghi di partito e dal mondo civile.

Bene, il carnefice che si finge vittima. Anche lei poverina vuole avere il diritto di discriminare chi le pare.

La Binetti ha un odio profondo verso gli omosessuali, eppure si dice seguace di Cristo che promuoveva l'amore per tutti.
Pensate il casino se Gesù avesse avuto anche solo un tirapugni.

E per fortuna non l'avete sentita parlare mai dei neri, dei mancini o dei rossi di capelli.

Non è curioso che i cattolici per avere una vita in paradiso dopo la morte debbano renderla un inferno agli altri prima?

Ecco una cosa sconcertante: nulla si sa sull'infanzia di Paola Binetti. Le teorie sulla sua genesi sono poche: pare che sia nata da una nideata di serpi dopo un sacrificio umano, oppure dopo una sveltina in un bagno.

Fioroni (PD) la difende: "Non si può espellere, è al 90% in linea col partito".

- Dai, è in linea col partito.
- Ma è razzista!
- Nessuno è perfetto.

Ma ricordiamo lo slogan del PD: "più forti noi, più forte tu". Io preferivo quello scartato "pizza stasera?".

Valete.

martedì, ottobre 13, 2009

Scambiamoci un segno di pace

Propongo per la prima volta un sonetto amorfo (nel senso che non è rispettata completamente la metrica e la struttura) sul caso gaBinetti. L'ho scritto un po' di tempo fa, ma mai come oggi è attuale.

Si scambiano un segno di pace
Appogian le guerre, difendon la razza,
condannano a morte, ti cacciano via.
Li chiami razzisti, qualcuno s'incazza:
sei tu che minacci la democrazia.

Sei relativista se hai un'opinione
che stride con la proverbiale Scrittura,
la scienza dimostra chi è che ha ragione
ma loro decidon cos'è la natura.

Implorano dio, confessano il male,
mentendo però su un paio di peccati,
e poi basta un gesto, piuttosto banale,

per esser rendenti e venir perdonati:
nel tempio che guarda e che placido tace
si scambiano, ipocriti, un segno di pace.

Valete.

GaBinetti











Stroncata in Parlamento una prima legge a tutela delle persone omosessuali.

Ovviamente la razzista cattolica Paola Binetti vota contro: "Per come era formulata la legge, le mie opinioni sull'omosessualità potevano essere individuate come un reato".

Cara vecchia di merda, le tue opinioni DOVREBBERO ESSERE reato.

Franceschini, commentando il caso Binetti: "E' un problema. Un signor problema".
Ma buongiorno! Qualcuno gli dica anche che rischia di essere rieletto segretario.

Nella foto la vecchia si interroga se faccia o no parte del genere animale.

Valete.

giovedì, ottobre 08, 2009

GOLD for Eternity!

Ecco presentato il nuovo gioco/lotteria della Sisal! Potete vincere 20 euro al mese per 4000 anni!

























Valete.

I tre Pidiellini


















Il Pd non chiederà la crisi di governo. O almeno non lo farà finchè il governo che c'è gli andrà bene.

Massimo D'Alema: "è sbagliato trarre conseguenze politiche. I governi cadono se manca la maggioranza, non per una sentenza".

E' bello sapere che D'Alema tifava per il senatore Palpatine.

Ma è normale che Massimino sia un po' amareggiato: con tutto quello che ha fatto per mantenerlo al governo ora glielo vogliono buttare giù. Sti stronzi.

"Si è dimesso il premier delle Isole Turks e Caicos, l' arcipelago caraibico territorio d' oltremare britannico. Michael Misick è stato costretto a lasciare in seguito a un' inchiesta da cui sono emersi «chiari segni» di corruzione nel suo operato di governo". (24 marzo 2009) - Corriere della Sera

Isole Turks e Caicos 1 - Italia 0.

Valete.

mercoledì, ottobre 07, 2009

Utilizzatore finale






















Utilizza stocazzo.

La consulta ha dichiarato il lodo Alfano illegittimo, quindi niente scudo legale per il corruttore del consiglio. Gli ci sono voluti 2 giorni per accorgersi che fosse anticostituzionale.
Ragazzi, per la prossima volta mandatemi un'email, è qui sul blog.

Bonaiuti: "sentenza politica". Per forza lo è: Berlusconi è entrato in politica per evitare la galera! E' una sentenza politica per colpa sua.

Il governo è si dice tranquillo e conferma la sua volontà di arrivare a fine legislatura. E come? Se Berlusconi venisse condannato in che modo arriverà alla fine? Con libro e moschetto? Con le squadracce? Non si capisce, ma dopotutto questa non è propriamente una dittatura.

In compenso la faccia di Emilio Fede questa sera non aveva prezzo.

Valete.

martedì, ottobre 06, 2009

Semplice corruzione























Le dieci giustificazioni che Silvio Berlusconi ha utilizzato contro l'evidente reato di corruzione che pende sulla sua testa

10. Deve avermi confuso col mio fratello tonto.
9. Ordino un nuovo speciale di Porta a Porta e le rispondo.
8. Secondo lei quel bonaccione di Previti è in grado di fare una cosa del genere?
7. Non ho mai negato di non aver detto di non aver corrotto un giudice, se questa frase è vera.
6. I miei soldi! Lei non sa quante mani mi infilano nei pantaloni ogni giorno.
5. Un padre non può neanche lasciare ai suoi figli un impero rubato onestamente?
4. Crede che gli Italiani ascoltino più volentieri un tizio vestito con una toga da demente o uno che gli fa vedere il grande fratello?
3. In fondo chiedo solo di arrivare alla morte ricco e impunito.
2. D'accordo, mi farò giudicare. Ma dopo la pubblicità.
1. Ha perfettamente ragione. Due milioni le bastano?

Valete.

martedì, settembre 29, 2009

Wonderful day for pie



















Brunetta, dopo fannulloni (le sue proposte sono state abolite), artisti (l'attacco ai teatri da vero fascistino), la sinistra da morire ammazzata e Michele Placido, oggi se la piglia con la magistratura: i magistrati non fanno un cazzo e alle 2 in tribunale non c'è già più nessuno.

"Forse i magistrati si sono un po' montati la testa" dice l'halfling del padrone.

Ah dì, se la sono montata loro la testa eh? Per essere uno che da ospite del costanzo show è diventato ministro, in effetti potrebbe tirarsela di più.

A proposito, sapete perchè Brunetta è diventato ministro? Per la sua abilità innata di trovare pentole d'oro in fondo agli arcobaleni.

Emma Marcegaglia si infuria contro l'azienda mafia: "E' un cancro globale che avvelena la vita del nostro paese".
Quanto casino solo perchè non è iscritta a confindustria.

Delitto Garlasco. Dopo una nuova indagine sembra che sia stata tolta dal registro indagati Annamaria Franzoni.

Comunque, chissenefrega: it's a wonderful day for pie!


Valete.

giovedì, settembre 24, 2009

Minimo D'Alema



















"Io credo nella laicità della politica, un convincimento che non deriva dalla tradizione comunista ma da quella democristiana".
Massimo D'alema (Adnkronos)

Come volevasi/dovevasi dimostrare.

Nella foto Massimo D'Alema spiega a Pietro Ingrao il perchè sia a sedere di fianco a lui.

Valete.

mercoledì, settembre 23, 2009

Servizietto pubblico













"Occorre una riflessione sul servizio pubblico, che deve essere plurale. Ma nella mia carriera che mi ha portato a girare molti paesi del mondo non ho mai visto programmi anti-politici. Non ho mai visto all'estero reti di servizio pubblico che facciano programmi apoditticamente contro''.

Con queste parole Masi dichiara che la TV pubblica deve essere a favore del governo. Ma non dobbiamo stupirci: Masi è un uomo di Berlusconi che, come ovvio, lavora per il padrone.
Masi è lo stesso che ha tolto i canali RAI dal pacchetto SKY per metterli nel pacchetto Tivù Sat, dove i soci sono RAI e Mediaset. Ovvero il governo e Berlusconi.

Sentite un brividino lungo la schiena? E' normale, vi stanno inculando.

Novità in edicola, esce Il Fatto quotidiano, giornale diretto da Antonio Padellaro. Travaglio è tra i giornalisti di testa. Lo volevate acquistare? Impossibile. Esaurite in poche ore le copie nelle edicole.
Chiambretti doveva asciugarsi la bavetta.

Primarie del PD. Ricordate il PD, vero? E' il partito che assieme al PdL ha cancellato la sinistra dal parlamento. Ricordate la sinistra, vero? Neanche io.

Primarie PD, 3 candidati. Franceschini, Bersani e Marino. Per chi non li conoscesse: Franceschini è quello secchione che non scopa, Bersani è quello col motore figo e la fila di donne, Marino è quello che non vince.

Speravo si ricandidasse Veltroni. Sarebbe come vedere per la seconda volta un bel film comico: ti ricordi che faceva ridere ma non conosci a mente le battute.

Influenza A. Contagiato Marilyn Manson. "Purtroppo sopravviverò" ha fatto sapere ai suoi fan.
Come dargli torto?

Nella foto Mauro Masi (a destra, ovviamente) con un indagato per vari reati.

Valete.

sabato, settembre 19, 2009

Elite



"Ci sono elite irresponsabili che stanno preparando un vero e proprio colpo di stato".

Queste le parole di Renato Brunetta, ministro del pubblico ludibrio. Non sapendo più come sbolognare i guai del partito, si inventa un'altra delle sue panzane: redarguisce la sinistra moderata e le consiglia di abbandonare i compagni malvagi, quelli delle rendite, dei cattivi sindacati, della cattiva editoria. Brunetta si è scagliato contro quest'èlite, augurandosi che "vada a morire ammazzata".

Ma èlite significa stare in alto, quindi è comprensibile ogni vaneggiamento di Brunetta.

Il vero problema è, come ho già detto, come tappare le falle dei loro problemi: un governo che non sa affrontare la crisi, un bluff con le case ai terremotati, i continui problemi giudiziari e non del premier, le critiche da fronti inaspettati. Parlare di colpo di stato dopo che uno in 15 anni di politica ha consolidato le sue proprietà, abbattuto la concorrenza, dominato la tv pubblica, comprato giornali, elisiato giornalisti, modificato leggi in suo favore, salvato amici e amichetti, ed essersi arricchito a dismisura, mi sembra un pelino fuori luogo.

Ma Brunetta è forte e ha la faccia come il culo, tanto nessuno gli dà contro.

Si scaglia pure contro la chiesa: "la chiesa non ha mai avuto tanto dallo Stato italiano in termini di 8 per mille e questo dimostra la nostra serietà". E quindi?
Della serie "li paghiamo, almeno che stiano zitti!".

Renato, non riuscite a far star zitte le puttane, figurati i preti.

Insomma, l'intervento di Brunetta è riassumibile in "non la pensate come me? allora andate affanculo". Con quel suo fare da mosca fastidiosa.

"Bzzzz. Pensi una cosa? Allora io penso il contrario. Bzzz".

L'ANSA dice che il ministro è stato salutato da molti applausi.
Non erano applausi. Stavano cercando di ammazzarlo.

Valete.

mercoledì, settembre 16, 2009

Quant'è bravo Gaston



Avete visto il duetto Berlusconi/Vespa ieri sera nello speciale di porta a porta? Neanche io, ho preferito infilare la testa in un mucchio di letame.

Per oltre tre ore il presidente del consiglio Berlusconi ha ciarlato delle promesse mantenute, delle case che ha portato ai terremotati, dei giornalisti che dovrebbero vergognarsi. Ne ha sparate così tante e così grosse che anche i telespettatori (che lo hanno votato) hanno preferito guardare Canale 5 e la fiction che stava andando in onda.

Fiction contro fiction, ha vinto quella più credibile.

Dopo aver fatto cambiare 2 palinsesti, tanto che gli converrebbe nominare un ministro della propaganda, non è riuscito nemmeno a battere Gabriel Garko e Manuela Arcuri.

Nel PD stanno seriamente pensando di candidarli alla segreteria.

Silvio trova il tempo di arrabbiarsi pure.
"Siamo circondati da troppi farabutti in politica, stampa e tv". E lo speciale di "Porta a Porta" ne è la prova.

Farabutto: uomo tristo, intrigante e di malaffare, imbroglione.
Berlusconi: uomo doppiamente losco (dal latino guercio, poi divenuto torvo, equivoco, disonesto).

Nel video un estratto della trasmissione di ieri sera.

Valete.

sabato, settembre 12, 2009

Il miglior premier della storia































"Se mantengo il silenzio è per un segno di rispetto e cortesia istituzionale".
Non poteva dire di meglio.

Nella foto Zapatero in una riuscita imitazione di Gasparri.

Valete.

giovedì, settembre 10, 2009

Di gran lunga













Il miglior premier della storia.

Dice Silvio che, come una sua parente si diceva ogni giorno che era bella perchè nessuno glielo diceva mai, anche lui si fa i complimenti perchè nessuno glieli fa.

Non pensa che forse non sia vero.

Il miglior premier della storia.
L'uomo più sporco degli ultimi 30 anni si proclama il migliore. E' piuttosto recente la testimonianza di Massimo Ciancimino che vede Berlusconi destinatario di una proposta di scambio di favori fra Forza Italia e mafia, e lui si dichiara il migliore.

Andreotti è invidiosissimo: oggi è uscito di casa gridando a squarciagola "conoscevo i Salvo! conoscevo i Salvo!".

Il miglior premier della storia. Ma poi ha rettificato: questo è ciò che dicono le puttane che pago.

Avete visto la faccia di Zapatero mentre Berlusconi dice di essere il migliore? Sembra chiedersi "cazzo sta dicendo il traduttore?".

Attacco finale a El Pais, giornale spagnolo. Frattini rincara la dose e dichiara che esiste una rete internazionale che vuole il male di Berlusconi. Io ho trovato un filmato di questa organizzazione.





PS: è vero, è morto Mike Bongiorno. Aveva 85 anni, succede.
Valete.

martedì, settembre 08, 2009

Non è propriamente una battuta

Berlusconi: "non sono un dittatore, in Italia la libertà di stampa è diventata libertà di calunniare". Stava parlando con Feltri?

E ancora: "i dittatori chiudono i giornali, io no". Lui li compra.

Infine: "questa non è propriamente una dittatura". Cioè lo è nella forma, ma non nei metodi. E intanto ridono e se la ride.

http://tv.repubblica.it/dossier/10-domande/berlusconi-non-e-dittatura/36565?video=&pagefro

Berlusconi (sulla crisi): "non gettare croce addosso alle banche". Poverine, neanche fosse colpa loro.

Berlusconi: "la crisi sta finendo". Beh, se consideriamo che fino a qualche mese fa non c'era nessuna crisi, è un passo avanti.

Alemanno: "non sono mai stato fascista, solo missino". Che è come dire "non sono mai stato nazista, solo Furher".

Valete.

giovedì, settembre 03, 2009

I Cesaristi
























"È meglio la peggiore delle democrazie che la migliore di tutte le dittature".

Così diceva Pertini.

Noi siamo tanto fortunati che ci troviamo nelle mani della dittatura più demenziale: la dittatura delle banane. Sembra un grande Bagaglino, coi tempi comici, attori capaci, ma con battute vecchie e un sacco di ballerine. Nello show del Bagaglino le ballerine servono (ma non funzionano) a far passare in sordina la bassa qualità dei testi e della satira, che come levatura si piazza fra il qualunquismo e la Bibbia.
Da noi le ballerine sono di vario genere: ci sono le uscite populiste (di Bossi il dialetto nelle scuole, le bandiere regionali; di Brunetta i fannulloni), i colpi di testa dei giornalisti (per esempio Feltri con Boffo-gay, Studio Aperto con Garlasco, il Tg5 con GUSTO, il Tg1 col Tg1), le querele a comici e quotidiani, e le vere e proprie ballerine, che nel nostro caso non ballano ma fanno i pompini alle feste private. Tutto per mascherare che questo è un governo di incompetenti in ogni campo.

Tremonti (fonte Il Manifesto) ha dichiarato ieri che il PIL è sceso, ma non così tanto come in altri paesi europei, dimenticando sbadatamente però, per esempio, la Francia in cui le cose vanno un po' meglio.

"La Francia non è in Europa!" ha risposto Tremonti.

Il lavoro più grosso di La Russa è il colore del fumo delle Frecce Tricolori. Credevate invece che fosse respingere gli immigrati?
Quello non è un lavoro. Quello è il suo hobby.

Ci spaventano con l'influenza A, e poi (su Repubblica) Buffon ci fa sapere se si farà vaccinare o meno. Influenza A, risponde Buffon. Quando arriverà la B avvertiremo il Cesena.

Buffon: "O mi vaccino, o cerco di retrocedere".

Il mondo ci cogliona, com'è giusto che sia, e noi invece stiamo qua assopiti davanti al televisore, alle solite quattro facce di merda che ci raccontano che stiamo bene, che non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Ci guardiamo "I Cesaroni" e non ci accorgiamo che siamo "I cesaristi".

Avrei voluto demolire anche il PD, ma non si parla male degli assenti.

Valete.

martedì, settembre 01, 2009

Due mesi

Tante cose sono cambiate dall'ultimo post: la crisi avanza, la clandestinità è reato, le ronde sono effettive, l'omofobia dilaga, i media sono controllati da una sola forza politica... niente, tutto è come al solito.

Il lavoro da cameriere quest'anno mi ha portato via più tempo e libertà della volta precedente. Saranno le nuove norme del lavoro del governo: le catene, le fruste, i taser.

Per coloro che pensano ancora che l'Italia sia una democrazia: "prendete il telecomando e mandate avanti veloce".

In questi giorni la pseudopolemica placebo che ci propinano è quella Boffo-Feltri. Boffo, direttore di Avvenire critica Berlusconi perchè è un puttaniere pedofilo, Feltri gli risponde "e te sei gay". Ragazzi, ragazzi, non litigate: avete ragione entrambi.

Vogliamo commentare il fatto che Feltri mi paragoni pure pedofilia e omosessualità? L'ho già detto: Feltri sta al giornalismo come Tremonti all'economia.

Il vero problema del giorno sono le Frecce Tricolori. In Libia stanno litigando col dittatore locale per i colori che dovranno utilizzare nell'esibizione. Gheddafi urla "verde", La Russa "verde rosso bianco". Sembrano le fatine della Bella Addormentata.





E chissà che casino quando la lega scoprirà che il verde è il colore dei musulmani.

Valete.

sabato, giugno 27, 2009

The league of Psychoville

















Questo blog ha l'onore di ricordare nel suo nome una serie televisiva inglese superba, un capolavoro del piccolo schermo. "The league of gentlemen" ha accompagnato un breve periodo della mia vita qualche anno fa, e in qualche modo mi ha cambiato. Il 19 di Giugno è uscita in Gran Bretagna la nuova serie TV di due degli autori di "TLOG": "Psychoville".




Non vedo l'ora di conoscere anche questa perla di humour nero inglese.

Valete.

venerdì, giugno 26, 2009

Nero su bianco























Si è spento all'età di 50 anni una delle più grandi icone pop del nostro tempo. Michael Jackson è stato ucciso da un arresto cardiaco, forse causato da una eccessiva dose di farmaci che gli erano stati prescritti.
Adesso partiamo con il pessimo gusto.

E' morto Michael Jackson, ma forse no: potrebbe essersi solo addormentato.

E' morto Michael Jackson, lutto mondiale nel mondo cattolico.

E' morto Micheal Jackson. Lo vogliamo ricordare per quello che era: un grande cantante che dondolava i bambini dalle finestre.

E' morto Michael Jackson. Mio nonno me lo diceva sempre di non camminare all'indietro.

E' morto Michael Jackson. Ora chi plagerà le canzoni di Al Bano Carrisi?

E' morto Michael Jackson: il corpo sarà restituito all'Area 51.

E' morto Michael Jackson. "La Repubblica" attacca Silvio Berlusconi.

E' morto Michael Jackson. Ora canterà "I'm dead, i'm dead".

E' morto Michael Jackson: non sapeva come spiegare ai fan che non aveva la minima intenzione di fare una nuova tournée.

E' morto Michael Jackson. Finalmente prenderà il colore che ha sempre sognato: blu cobalto.

Valete.

domenica, giugno 21, 2009

Da quello nuovo

Come sapete il nostro piccolo e nero presidente del consiglio pochi giorni fa ha fatto una visitina da Obama, tanto per capire a chi deve fingere di leccare il culo a questo giro. Ecco il momento più interessante del loro incontro.


"E' la mosca più insistente che abbia mai visto". Certo che i giornalisti esteri sono proprio un'altra cosa!
Da notare la classe del Silvietto nostro nela fare il morto per compiacere il presidente Obama.
Valete.

lunedì, giugno 15, 2009

Riflessioni

Dopo i lunghi giorni di assenza (me ne vergogno un po') eccomi di nuovo qua con la speranza di essere più regolare possibile.

In quest'ultimo mese ne sono successe un sacco: la campagna elettorale, le elezioni comunali, la politica italiana che assomiglia sempre di più ad un episodio di OC.
In tutte queste cose ho avuto la mia piccola particina. Ecco dei brevi pensieri che ho prodotto proprio durante i 30 giorni passati.

Campagna elettorale

1. Ho scoperto che esiste un porta a porta senza il bisogno di Vespa o dei testimoni di geova.

1 bis. Ho scoperto che il 70% dei contadini sono comunisti, e il 90% dei fascisti sono contadini.

2. Ho scoperto che quando fai volantinaggio con in bella mostra il simbolo di Rifondazione, i testimoni di geova, i preti e i fascisti cambiano subito strada.

3. Ho scoperto che nessuno nel PD ha un'idea sulla linea politica del partito (un membro del PD locale ha detto "noi non ci sbagliamo: facciamo il contrario di quello che fa Berlusconi". Infatti Berlusconi vince e loro perdono).

4. Ho scoperto che "lista trasversale" significa "lista di centrodestra con i socialisti che, solo in Italia, in realtà sono di destra".

5. Ho scoperto che i fascisti si comportano da fascisti, parlano da fascisti, votano da fascisti, ma se li chiami fascisti si incazzano.

6. Sono convinto che Zino (UDCino locale) se non fosse cattolico sarebbe comunista.

7. Ho scoperto che se scrivi una puttanata su un volantino con un simbolo politico la gente ci crede.


Elezioni comunali


1. Ai seggi ci sono 3 tipi di persone: quello che aspetta il risultato, quello che fa i conti dopo ogni singola scheda estratta e quello vestito da carabiniere.

2. Ho notato che tutti al seggio si vogliono bene.

3. Spesso e volentieri gli adulti nei seggi sono peggio dei bambini che frequentano quei locali quando c'è la scuola.

4. Credo che se ha vinto il centrosinistra il merito sia mio, e se non lo è me lo prendo lo stesso.

5. Dopo Gasparri e Baldassarri, è arrivata anche Melchiorre.

6. Se fate una scoreggia al seggio e siete rappresentante di lista, avete il diritto di farla mettere a verbale.

7. Citando qualcuno: "Com'è stare al seggio?" "Mej che lavorà".

Generali

1. Berlusconi è un corruttore accusato direttamente dal processo Mills, ma grazie ad una legge che si è appena fatto non può andare in galera. Ovviamente il governo non è in crisi per questo, ma perchè il premier organizza sexyparty a casa sua. Ora, io come faccio a fare delle battute?

2. I comunisti vanno alle europee divisi e non passano lo sbarramento. Vendola probabilmente confluirà nel PD, Ferrero e Diliberto non sanno cosa fare, Ferrando va da solo. Torna Bertinotti e dice di fare un partito unico con IdV, PD e sinistra.
Ragazzi, d'accordo sulla liberalizzazione delle droghe leggere, ma 'sta canna passatela ogni tanto.

3. Corpus domini. In genere un locale palloso e ripetitivo va in malora nel giro di un paio di mesi, poco più. La chiesa tira da 2000 anni: qualcuno sa spiegarmi il perchè? Avete mai fatto un aperitivo là? Un vinaccio solo e delle fettine di pane sottili sottili senza niente sopra. La sola cosa positiva è che c'è l'offerta libera.

4. Guardia Nazionale Italiana. Ottima idea, soprattutto perchè la sigla è il rumore che si fa durante una cagata ostica.

5. Gheddafi viene in Italia e si concia come un idiota. Si presenta con patacche attaccate ovunque, foto appese alla giacca e dei bellissimi peli pubici in testa. "Volevo far ridere più del vostro governo" si è giustificato.

6. Gheddafi ha dormito in tenda, ma solo perchè non si fida dei costruttori italiani.

7. Berlusconi: "Ora mi diranno che sono pure gay..."
No, non sei gay, sei bisessuale: l'hai messo in culo a tutti, maschi e femmine.

Valete.

martedì, giugno 02, 2009

E' morto Silvio Berlusconi

Ecco alcuni falsi titoli delle principali testate italiane nel caso morisse improvvisamente Silvio Berlusconi (che sarebbe l'unica e efficace soluzione ai problemi della nostra nazione).

Repubblica: E' morto Silvio Berlusconi. Senza risposte le dieci domande.

Il Giornale: Morto prematuramente Silvio Berlusconi. Il parlamento accelera i tempi per il "Lodo Aldilà".

Avvenire: Morto il presidente Berlusconi. Silvio Santo Subito.

Liberazione: Liberazione!

Libero: L'infarto è comunista.

La Padania: Addio Cavaliere. Odino è con te.

L'Unità: E' morto Silvio Berlusconi. Franceschini: "ennesima mossa elettorale".

Il Manifesto: Madre natura, unica opposizione.

Top Girl: Povero Papi!

Valete.

martedì, maggio 26, 2009

Questione d'immagine

Un citofono nel mio paese. Nessun regista, solo un casuale abbinamento di cognomi.








San Piero in Bagno. Odiate il mondo e tutto ciò che succede al suo interno? Usate un cartello come questo.



Ognuno ha i suoi problemi.






Ho imparato nel duomo di Bologna che la comunione può avere anche sbocchi divertenti.




Bologna, incrocio fra via Indipendenza e Matteotti. Una signora che evidentemente si è dimenticata qualcosa.









Valete.

domenica, maggio 17, 2009

Si viaggiare
















Si è concluso il viaggio del papa in terrasanta. E' tornato vivo.

In viaggio dall'8 di maggio, Ratzinger è stato accolto in medio oriente dal re Abdallah II.
"Che meraviglioso esemplare di senza-coda!" il commento del papa alla vista di Rania di Giordania.

La prima tappa in un centro per disabili. Meno male che si veste tutto di bianco.

Il papa è arrivato in terrasanta come portatore di pace e di dialogo interreligioso. E' facile farsi bello dove non ti conoscono.

"La religione è sfigurata dalla violenza". E la democrazia è violentata dal vaticano. Siamo infelici anche noi.

Seconda visita papale in una moschea. Ma solo per puro caso: stava cercando una toilette.

Ratzinger ha ripercorso le tappe fondamentali della Bibbia nei luoghi sacri: il monte Nebo da cui Mosè vide la terra promessa, il muro del pianto, il cenacolo, il sepolcro di Gesù.
Un po' come noi quando andiamo agli Universal Studios.

"La shoah non sia mai negata!" il monito di Ratzinger. "Non dopo la fatica che abbiamo fatto."

Il papa ha chiaramente appoggiato la soluzione dei conflitti e la creazione dei due stati. "Due squadre, come ad Amici. Poi sceglie il pubblico a casa."

Qualche giorno fa un quotidiano titolava: "Il papa contro i muri". Magari, con la papamobile.

In Italia intanto viene arrestato un prete, a Gambettola, per violenza sessuale nei confronti di un 22enne. Lapidario il commento di Ratzinger: "Così vecchio?!".

Ricordiamoci che nel suo bel viaggetto, il signor papa non ha nè visitato la striscia di Gaza, nè ha espresso opinione sui crimini israeliani commessi verso i civili palestinesi.
"Non è nè il momento, nè il luogo." la risposta del vaticano.

Nella foto, Ratzinger mostra alla stampa quanto la fece grossa quella mattina.


Valete.

mercoledì, maggio 13, 2009

Abbattiamo le frontiere


























Oggi volevo parlare di Ratzinger in terra santa, ma la mia attenzione è stata spostata verso la cinematografia francese. Era l'una e mezza di notte, stavamo tornando dal cinema, ma non eravamo ancora sazi di film. Così passiamo dal video noleggio e lasciamo scegliere ad Alberto (amico di infanzia) quale pellicola ci terrà compagnia per le due ore seguenti.

Alberto ha l'abilità di indicare d'istinto i film più brutti che siano in commercio. Una volta ha chiuso gli occhi e ha indicato casualmente il discorso di capodanno di Napolitano.

Il film trash, anzi, l'Al-B-Movie (leggasi Albi movie) come diciamo noi di ieri sera è stato "Frontiers", un horror francese acclamato dalla critica considerato uno dei migliori film d'oltralpe degli ultimi anni. Certo, se paragonato ad "Asterix e Obelix alle olimpiadi".

Nazisti, merda, maiali, torture, suv e nostalgia. Come al convegno del Popolo della libertà.

La trama è semplice: in una Francia in rivolta dove un fascista dei peggiori sta per diventare presidente, un gruppo di ragazzi decide di mettere in atto una rapina e fuggire in Olanda. Prendono i soldi ma uno di loro resta ferito mortalmente e, braccati dalla polizia, cercano rifugio in un alberghetto sperduto vicino alla frontiera. Qui una famigliola di nazisti cerca di mantenere vivi i loro ideali e li trucida nei peggiori dei modi.

Vi ho rovinato la trama? No, vi ho salvato dal buttar via 2 delle vostre ore di vita.

Un appunto va al vecchio nazi capofamiglia: una macchietta degna da Sturmtruppen che parla come Ratzinger, ogni tanto si incazza in tedesco come in una gag del bagaglino e che fischietta in continuazione "Lilì Marlene" come fosse l'ultimo singolo di Hitler.

La famiglia è composta dal vecchio, da due giovani e belle donne che si scopano tutti, un poliziotto e una specie di biker (tipo village people con psicofarmaci), un grassone, Hans, che si scopa una bambina con la gobba e i figli di quest'incesto, segregati nelle miniere sotto le loro case. Ah, e la vecchia, forse moglie del capofamiglia, che non sa masticare e rigurgita tutto quello che le infilano in bocca attraverso il tubino della tracheotomia.

Un mix di cose già viste nei classici dell'horror anni 70 mixate in un film lento, con scene forzate, finte, a tratti davvero noioso.
O come direbbe Albi, un film "spettacolo".

Vi prego, non lo guardate.

Nell'immagine una delle locandine ritrae la bambina con la gobba. Secondo Albi non è poi così brutta: "l'hai vista solo così!" dice lui.

Valete.

venerdì, maggio 08, 2009

Il cappellano di Arcore










E' morto Gianni Baget Bozzo. Lascia solo il suo unico parente, l'omino ciribiribì kodak.

Prete "di partito" da sempre, il suo processo politico cominciò dalla Democrazia Cristiana, per seguire con il Partito Socialista craxiano, fondò poi Forza Italia fino ad arrivare al Popolo della Libertà: insomma, come si chiama nel linguaggio scientifico, la "digestione".

Gianni Baget Bozzo redasse la carta dei valori di Forza Italia.
"Ne abbiamo una?!" fu il commento di Dell'Utri.

Al decennale di Forza Italia, in una sua lettera, don Baget Bozzo dichiara che il partito era nato grazie allo spirito santo. Spirito santo che smentì nel giro di un'ora.

Per questo l'arcivescovo di Genova, Tarcisio Bertone, lo riprese subito, chiarendo che solo il papa poteva promuovere delle tesi tirando in ballo cose che non esistono.

"Un prete che sta con Forza Italia è anormale". Ma perchè dare la colpa a Forza Italia?

Fu convinto berlusconiano e ratzingeriano.
Io soffro di aerofagia, ma non me ne vanto in giro.

Pochi giorni prima della morte, ha rilasciato un'intervista sul caso Berlusconi-Lario: il prete assolve il comportamento del premier in virtù del fatto che alcune debolezze nei potenti vanno giustificate, perché controbilanciano i tanti meriti.
La stessa cosa che Goebbels diceva di Hitler.

Nella foto (www.ansaldi.it) Jabba the Hutt.

Valete.

lunedì, maggio 04, 2009

Divorzio all'italiana
























Dopo trent'anni di coma, Veronica Lario si sveglia e si accorge che suo marito è una merda.

Veronica Lario, moglie del premier, chiede il divorzio. Le motivazioni riguardano i vizi di Berlusconi: le veline, le minorenni, la figa.

La signora Lario cerca così di passare da vittima: tutti quei lifting in faccia direi che lo dimostrano.

Silvio risponde da signore: "rispetto le scelte di mia moglie, ma certe volte è proprio una gran puttana".

I Tg nostrani evitano la notizia come la peste. A tal punto che Sircana si è offeso: "Quella volta non stavo andando a trans, gli stavo chiedendo il divorzio".

Ancora peggiore è il silenzio del vaticano. Ma è comprensibile: non si possono schierare contro uno che si scopa le minorenni.

Ora facciamo i seri: secondo voi, quanto deve essere trasparente la vita privata di un politico, di un personaggio pubblico, di un amministratore? E' giusto che il voto di un popolo dipenda anche da questo?

Nella foto il manifesto elettorale per le europee del PdL.

Valete.

martedì, aprile 28, 2009

Influenza divina
























Influenza suina, influenza divina (il paragone è immediato).

Messico, scoppia l'influenza suina. In realtà il virus si è sviluppato in una donna ma, come è noto, è impossibile distinguere un maiale da una messicana.
Forse solo per i baffi.

Pittoresco il modo di seppellire le vittime: legate ad un bastone con una mela in bocca.

Le peggiori influenze si sono radunate e fuse all'interno dei maiali. E così è nato il PdL.

"Tre ceppi di virus, una carne sola", recita il nuovo spot di McDonalds.

"Feci bene a fare il maiale all'ospedale!" avrebbe detto un mio compaesano (beccato vent'anni fa circa mentre macellava l'animale nella cucina del nosocomio locale).

Dopo suini, bovini e uccelli, ci rimangono solo gli ovini. Insomma, tutti a pecora.

Il virus si trasmette solo tramite la saliva e le vie respiratorie: vorrei proprio sapere chi cazzo si è messo a fare linguetta con un maiale. Da crudo, intendo.

Non è quindi pericoloso mangiare la carne di maiale, a meno che non siate Giuliano Ferrara: è vero che non si contrae il virus, ma sarebbe cannibalismo.

Nella foto un ristorante che ha colto la palla al balzo.

Valete.

martedì, aprile 21, 2009

Durban 2


















Durban 2. Dopo Street Fighter, ecco il nuovo picchiaduro dell'ONU. Scegliete i migliori lottatori del mondo per sconfiggere le armate di Ahmadinejad.

La santa sede contro Ahmadinejad. Si contendono le posizioni più estremiste.

Ahmadinejad ha risposto pettinandosi la riga dall'altra parte.

Sempre di idioti. La Russa, ministro alla difesa, dice la sua sui partigiani: "non vanno celebrati come liberatori". In effetti è molto più interessante la sua versione del 1945: i fascisti soccombono alla dittatura partigiana fino all'arrivo degli americani, senza però riuscire a impedire a Mussolini, ormai depresso, di compiere il gesto estremo.

Oppure quella di Gasparri: Mussolini e il suo popolo riescono ogni volta a salvarsi dalle trappole insidiose del partigiano Gargamella.

Grande Fratello. Gli Italiani fanno vincere un ragazzo di origini Rom. In realtà non volevano che vincesse, volevano solo non farlo uscire. E se dopo stuprava qualcuno?

Valete.

giovedì, aprile 16, 2009

Gesù ci salverà

Nel video seguente Gesù, visibilmente imbarazzato, tenta di colpire il santo padre con un piede di porco.



Valete.

mercoledì, aprile 15, 2009

Crollo

Terremoto. Berlusconi subito sui luoghi delle tragedie. Le disgrazie non vengono mai sole.

Per chi ancora non se ne fosse accorto, o per chi guarda il TG1 (direbbe Luttazzi), il regime sta sborrando divertito sulle nostre teste mentre siamo chinati a raccogliere i corpi dei nostri cari. In Abruzzo lo sciacallaggio propagandistico, giornalistico, presenzialista non fa scalpore finchè non si toccano gli interessi o i veri colpevoli. Santoro è stato punito per l'ultima puntata di Annozero, sulla tragedia abruzzese. L'accusa è di aver offeso le vittime e i loro parenti e la protezione civile. Il motivo vero è probabilmente perchè Annozero è la trasmissione più vicina all'Italia dei Valori.
Ma veniamo sl blog.

Vista la faziosità dell'ultima puntata di Annozero Santoro dovrà fare un'altra puntata riparatrice. Condurrà Bruno Vespa.

(pensate che brutto se questa pena fosse generalizzata: Berlusconi punito per il suo malgoverno, dovrà fare un'altro governo riparatore)

Bruno Vespa punta il dito verso Santoro: "lui è un privilegiato. Se io avessi fatto programmi come i suoi, da tempo avrei dovuto abbandonare la Rai". Se Vespa avesse fatto programmi come i suoi sarebbe un giornalista.

Vauro è stato sospeso per una vignetta sulle politiche del governo. Il testo recita: "Aumento delle cubature. Dei cimiteri".

Ovviamente secondo i dementi questo offende la sensibilità delle vittime. Non i quintali di cemento che li hanno sepolti vivi. Non l'incompetenza dei costruttori. Non la cupidigia degli investitori.

Vauro.

Averlo saputo prima che era così facile.

Valete.

sabato, aprile 11, 2009

Compagno

Ieri ci ha lasciato Santi Mazzoli, Mariggia, segretario storico del circolo di Rifondazione Comunista di Bagno di Romagna.

A lui vanno i miei saluti.

Valete.

martedì, aprile 07, 2009

Rave party


















Venerdì sera Mancio mi ha portato ad un rave. Era il mio primo rave. Avevo paura.
Paura degli elefanti rosa che circondavano la casa.

Sfatiamo un mito: non è vero che ai rave ci si droga. Si trova un'alternativa al governo Berlusconi.

Io non mi drogo, ma dopo la strobo che stava all'ingresso avevo le pupille dilatate come la figa di Moana Pozzi. Ho iniziato a smascellare e nessuno si è accorto che non ero fatto.

Ai rave c'è la musica Goa. La Goa è una musica che spacca. Finchè non la senti.

I cani dei punkabbestia sono di sicuro gli animali che più apprezzano la musica Goa. Dovevate vederli mentre organizzavano dei branchi per assaltare il dj.

Poi si è presentato Pino, che gli piace guardare la gente che si droga, con una bottiglia di J&B.

Pino non può drogarsi, perchè l'hanno beccato con la roba. Pino ha un amico che si chiama come me solo con la A in fondo. Pino non è dipendente dalla droga, piuttosto si taglia un marone. Pino si diverte a vedere la gente che si droga, è bello. Pino è con la sua ragazza. Pino stasera può solo bere, e quando sente odore di droga bestemmia. Pino quando parla urla come un matto, forse perchè così non sente Pino che piange perchè sa che senza le droghe non ce la fa.

Pino è simpatico.

Valete.

Terremoto

La cecità della natura.

L'inettidutine dell'uomo.

Valete.

mercoledì, aprile 01, 2009

Immondizia












Arrestato nuovamente Mario Chiesa, primo pizzicato di Tangentopoli, per un giro di bustarelle legate al mondo dei rifiuti.


Si, beh... come Tangentopoli.


Valete.

Whose line is it anyway?

Crisi mondiale: i potenti pronti per il G8 in Sardegna. Berlusconi: "Noi siamo pià avanti: abbiamo già fatto il GF9".

Poi si fa serio: "Dovremo rinunciare ad alcuni interventi." Preoccupato il suo chirurgo plastico.

Anche la CEI fa qualcosa: aiuterà i poveri con 300 milioni di euro. Ruini dovrà rinunciare al sesso a pagamento.
Per il mese di Maggio.

Francia, esplode la rabbia operaia. "Visto? Succede a chiunque!" ha commentato uno dei dirigenti Thyssenkrupp.

Assediato nella sua macchina monsieur Pinault, proprietario del marchio Gucci, da centinaia di operai infuriati. Meno male che dentro aveva il frigobar.

Delitto di Garlasco. Il padre di Chiara Poggi rivela: manca un martello.
Ah guardi, a me manca anche una falce.

Libia. A picco 3 barconi: 200 morti. Maroni: "Noi siamo intervenuti, ma poi abbiamo finito le birre".

Brunetta: il ministro dà sette giorni alle province. Come se fossero i suoi.

Afghanistan. Hillary Clinton vuole dialogare con i Talebani moderati. Cioè quelli che ti decapitano con le forbici con la punta arrotondata.

Nel frattempo è stato legalizzato lo "stupro familiare". Le donne dovranno, volenti o no, dare al marito soddisfazione sessuale. Mara Carfagna sta prendendo appunti per un nuovo disegno di legge.

Mara Carfagna si sposa. Finalmente col vestito bianco non avrà più problemi durante i colloqui di lavoro.

Valete.

lunedì, marzo 30, 2009

Riavvio















Lo so, mi sono preso un po' di pausa, ma visto che qualcuno vede il blog come mio lavoro, ogni tanto devo prendere due ferie, no?

Ritorniamo all'attualità. Nel weekend il papa ha visitato il quartiere della Magliana, a Roma.
Il pontefice ha celebrato messa in una parrocchia ricavata da un'ex centrale ENEL.
Probabilmente è l'unico modo di vedere la luce.

Fini ospite ad un seminario sulla legalità, dialoga con gli studenti: "non ci sono mafiosi in parlamento". Eh no, sono proprio al governo.

A proposito di giochi di potere: pare che Riotta sia in procinto di passare dal Tg1 al Sole24Ore. Che sia arrivata l'ora di Belpietro al primo canale? Il panorama informativo sarebbe così degno di una dittatura sudamericana: RAI1 - Belpietro (Berlusconi) e RAI2 - Mauro Mazza (An). Tempo fa parlai con un amico (Béllo) dello stranissimo e celere licenziamento di Mentana dalle fila di Mediaset, e del tentativo dei media di farlo passare come un bolscevico ribelle a Berlusconi. Che non ce lo vogliano mettere al Tg3 e fare filotto.

La TV della libertà.

E finiamo con un classico, una top ten. Nel dettaglio

Le dieci cose che ricorderemo del primo congresso del PdL


10. Fini e la sua faccia da "io non ci volevo venire qui".
9. La scenografia in miniatura costruita apposta per non far sfigurare Renato Brunetta.
8. La logica scelta di tenerlo fuori dal passaggio all'ora legale.
7. Lo sguardo stupito di Gasparri quando si è accorto di non essere alla Corrida.
6. L'unanimità irachena che ha eletto Berlusconi presidente.
5. L'imparzialità innegabile delle reti mediaset che alternava Grande Fratello, PdL e ipnorospo.
4. L'inizio della III° repubblica che, come tutti i sequel, farà sicuramente cagare.
3. Il rumore assordante di Franceschini che intanto si arrampicava sugli specchi.
2. Il discorso di chiusura di Berlusconi che ascoltato al contrario contiene un discorso di Berlusconi.
1. Il drastico aumento della criminalità a Roma durante i tre giorni di festa.

Valete.

lunedì, marzo 23, 2009

Come together right now over me











Il cardinal Bagnasco s'è arrabbiato perchè tutta l'Europa ha ricordato al papa che (anche) quando parla di AIDS non sa niente e ha ordinato ai vescovi di stringersi tutti attorno all'amatissimo santo padre.

Bukkake?

Valete.

Un parola sola: elettore medio

Riporto direttamente da youtube un botta e risposta fra me e tale LOPINO3 perchè descrive in modo impeccabile l'elettorato medio italiano (che in maggioranza vota PdL). Il video in questione è Anno Zero - Travaglio vs Castelli (parte 4) 15.05.2008 e il "dialogo" è cominciato perchè ho risposto ad un commento stupido (l'ultimo, quando visitai la pagina) con un pizzico di ironia.

LOPINO3 - i stranieri sono il primo ploblema pensiamo prima a gli italiani forza silvio mandali a casa tutti..................

montinim - Prima ti andrebbe di imparare l'italiano? Poi magari potrai avere voce in capitolo.

LOPINO3 replica perchè si sente offeso ingiustamente.

LOPINO3 - e cretino forza slvio la speranza dell'italia.
PRODI per vincere ha fatto anche un partito gay con tutti i problemi dell'italia vedi se possiamo parlare dei gay o dei stranieri. giudicate voi.

Allora, in primis va un plauso all'enfatico "e cretino" per iniziare con stile la frase. Poi mi illumina sul partito gay fondato da Prodi, di cui io ignoravo totalmente l'esistenza. Ma analizziamo la punteggiatura inesistente: secondo voi la nuova fazione omofila di Prodi è "un partito gay con tutti i problemi dell'italia" oppure il nostro Montanelli si è semplicemente dimenticato di mettere qualche virgola? Per il resto ha ragione, anche io parlerei "dei stranieri": se parlo dei gay mi si rivoltano "le recchie".
Conclude con un lapidario "giudicate voi". Il monito del saggio.

A questa abbondanza di riflessioni replico:

montinim - Ripeto: l'italiano è importante. Impariamolo.

E lui chiude in modo eccezionale. Non poteva fare di meglio.

LOPINO3 - un parola sola forza italia .

La mia teoria è sempre la stessa: il suffragio universale è una cagata pazzesca.

Valete.