MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

venerdì, gennaio 16, 2009

Genocidio

Bomba su casa mentre parla in tv

Esplosione uccide tre figlie e due nipoti di medico palestinese

(ANSA) - TEL AVIV, 16 GEN - Una cannonata israeliana uccide in diretta televisiva le figlie di un medico palestinese che sta rilasciando una intervista. L'esplosione ha ucciso tre delle figlie del medico e due sue nipoti. Le voce di Ezzeldin Abu el-Aysh, che ha rapporti di lavoro con un ospedale di Tel Aviv, si esprime in perfetto ebraico e vive nel nord della Striscia, e' echeggiata in tutto Israele. Per lunghi minuti dagli schermi tv israeliani si sono sentiti solo i suoi singhiozzi disperati.

E voi volete ancora credere che Israele voglia colpire i terroristi? Continueranno finchè ci sarà rimasto un palestinese vivo, ragazzi.

Intanto l'ambasciatore Israeliano in Italia scrive una lettera alla RAI per esprimere il suo dissenso nei confronti del programma di Santoro, che definisce uno "spettacolo vergognoso".

Si vede che non ha la più pallida idea di quello che succede a Gaza.

La Livni, ministro della "difesa" del paese assassino, dichiara che le truppe stanno agevolando il processo di pace.
Certo che è più semplice far pace se si è da soli.

Valete, anche se non ha un gran senso, ormai.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

non riesco a capire come fai a dire queste cose quando sai bene che sono loro e cioe' hamas che ha incominciato a tirare missili ecc benjamin

Brusca ha detto...

eh certo, è sicuramente colpa di hamas, non dei giacimenti di gas naturale al largo della striscia di gaza

Mont ha detto...

Ad un razzo non si risponde con l'esercito, e mai si bombardano i civili.

jguru ha detto...

per me israele è un paese assassino e non merita l'appellativo di nazione.
non posso essere daccordo con la risposta violenta dei palestinesi in quanto due torti non fanno una ragione, ma resta il fatto che gli israeliani sono dei burattini usa, burattini assassini.

jguru

Watkin ha detto...

"Si vede che non ha la più pallida idea di quello che succede a Gaza"... beata innocenza.

Sereno Polveroso ha detto...

Anonimo, che cazzo dici?? Israele occupa militarmente da anni e anni, e tiene i palestinesi in uno stato che è vergognoso, violando ogni diritto umano anche in tempo di ""pace"". Dire che è hamas che ha iniziato a tirare i razzi è come dire che erano i partigiano ad aver iniziato a fare gli attentati alla wehrmacht..

Sereno Polveroso ha detto...

*partigiani

Brusca ha detto...

la cosa divertente che la maggior parte dei sostenitori di israele sono poi quelli che considerano omicidio e scandaloso che Eluana possa morire in pace. Probabilmente perche' non è palestinese... o araba.

falcon82 ha detto...

Secondo me dal secondo morto in poi hanno torto entrambi in egual misura, a prescindere da chi ne ha fatti di più in 3.000 anni

Mont ha detto...

Beh, quando si sta 1100 a poche decine, quando su 1100 400 sono bambini, quando uno stato occupa dei territori e toglie le prime necessità, c'è qualcuno che ha più torto e qualcuno che ne ha meno.

Red ha detto...

Beh, è innegabile l'interesse di Hamas nel mantenere la situazione in un perenne stato di crisi, lo dimostra il fatto che stuzzica con dei razzi da 2 soldi i coloni israeliani, senza mai raggiungere veri obiettivi strategici, ma solo per provocare, ottenendo morte e violenza per la Palestina.
Siamo tutti consci che Israele e Hamas stanno dalla stessa parte: cioè contro il popolo palestinese.

Sereno Polveroso ha detto...

Mi chiedo però...Ma quale sarebbe l'interesse di Hamas? mantenere il potere? Ma lo aveva già, aveva vinto le elezioni proprio grazie alla sua indole violenta, alle politiche di welfare e a una crisi economica interna (e all'aiuto di Israele, che riteneva un partito che facesse piazza pulita dell'opposizione dell'OLP un' ottima soluzione)
Quello che vuole Hamas a me sembra che sia ottenere il maggior consenso popolare e ingrossare le sue file e fino ad adesso ci sta riuscendo benissimo, non perchè abbia particolari meriti, bensì perchè una popolazione, sfinita, assediata, che subisce continuamente violazioni dei suoi diritti, vede un partito di cretini negazionisti, che usa la violenza, se pur in maniera totalmente stupida e provocatrice,come una alternativa a un nulla di fatto diplomatico che si perpetua ormai da anni( anche qui principalmente non per causa palestinese, ma per sabotaggi, veti e rifiuti israeliani statunitensi, che hanno dunque finito per screditare le forze laiche di al-Fath)

Red ha detto...

Alle scorse elezioni ha vinto solo di misura su Al Fatah, che ha più o meno pari consensi. Credo che tutto questo "protagonismo" nella lotta anti-israeliana (che ha portato Hamas a voler, da sola, interrompere l'ultimo cessate il fuoco del 2008) le giovi assai. Dal 44 % dei consensi mira a ottenerne di più, perché è con l'appoggio popolare che si "governano" i territori occupati. Non con i seggi. Hamas non ha il potere, come dici. Hamas ha meno della metà del potere. Ed evidentemente mira a conquistarne sempre di più, e, grazie a questo suo attivismo, e alle reazioni conseguenti israeliane, ce la sta facendo.

Red ha detto...

Concordo in pieno che la gente, violenza dopo violenza, si senta maggiormente rappresentata e trovi più risposte in un partito di maniaci integralisti islamico-fascisti che in chi non conclude nulla. Ed è qui l'INTERESSE DI HAMAS: prevalere su Fatah; che fino a ieri era maggioritaria, e grazie alla politica provocatrice e le spropositate reazioni israeliane, ora è al secondo posto, seppur di poco. Probabilmente dopo l'operazione "Cast Lead", il divario nel consenso sarà maggiore.
Hamas "vincerà" e la pace sarà ancor più lontana.