MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

giovedì, gennaio 08, 2009

There's probably no god
















Questo è un post che è passato di blog in blog: io l'ho letto su Spetteguless e voglio riportarvelo perchè è una storia troppo carina. Storia assolutamente vera.

Inghilterra. Una giornalista sta andando al lavoro, come sempre. Camminando per strada nota una scritta su un autobus che cattura la sua attenzione: "Quando il Figlio dell'Uomo tornerà, troverà fede sulla terra?" seguita da un indirizzo web.
La donna, arrivata al computer, visita il sito scritto in quel bizzarro messaggio e lo scopre essere un ricettacolo di minacce rivolte ai non-cristiani, inclusi laghi di fuoco, inferni vari e scomodanti satana in persona. A quel punto, un po' infastidita, decide di telefonare all'autorità per le pubblicità che le risponde, pacatamente, di non aver ricevuto fino ad allora nessuna lamentela e che inoltre essendo il sito web non di loro competenza, loro non avrebbero potuto fare nulla.

"E va bene che la birra Carlsberg dica di essere probabilmente la migliore birra al mondo?" è stata la seconda domanda posta dalla nostra giornalista.

Al che, l'autorità risponde che neanche in questo caso sono arrivate lamentele, quindi, sì, per quanto riguarda la legge è tutto a posto: la parola "probabilmente" mette al sicuro la nota marca di birra da ogni possibile reclamo. La giornalista partorisce la sua idea. Sul suo blog pubblica un post nel quale spiega che se 4680 persone donassero 5 Sterline a testa si potrebbe raggiungere la cifra di 23.400 Sterline e comprare uno spazio pubblicitario su un autobus per due settimane. Con quale messaggio?

"Probabilmente Dio non esiste. Ora smettete di preoccuparvi e godetevi la vostra vita."

In pochi giorni la raccolta fondi ha raggiunto le 138.000 Sterline. 800 atei-bus girano per l'Inghilterra con un messaggio ateo e, PROBABILMENTE, molto più veritiero. Ariane Sherine (nella foto), la giornalista ideatrice della campagna, ne spiega la nascita in questo video.

Valete.

14 commenti:

bèllo ha detto...

ma facciamolo anche noi!

Tella ha detto...

Bello ma facciamocela anche noi, hai visto che svio di GIORNALISTA?

bèllo ha detto...

eh in effetti la cesara nn regge il confronto...

Brusca ha detto...

Tutti contro il papa, perché "Dio forse non esiste" e quindi è ora e tempo che le persone inizino a "godersi la vita". È questa la campagna pubblicitaria realizzata da associazioni atee, che hanno scelto gli autobus come mezzo privilegiato per 'portare a spasso' e far conoscere il loro messaggio. A ottobre era toccato a Londra, dove gli autobus sono stati tappezzati dai poster con lo slogan: "Dio probabilmente non esiste, quindi smettila di preoccuparti e goditi la vita". La campagna, naturalmente ad opera di associazioni atee, aveva ricevuto offerte record per un totale di 113mila dollari, superando di ben sette volte gli obiettivi prefissati.
Ora lo slogan viene riproposto a Barcellona; dal giorno dell'Epifania, infatti,duei bus riporteranno la scritta 'Probablemente Dios no existe. Deja de preocuparte y goza de la vida' ("Dio probabilmente non esiste, quindi smettila di preoccuparti e goditi la vita", appunto). Gli atei spagnoli stanno raccogliendo fondi per promuovere la loro campagna informativa, che potrebbe anche estendersi a Madrid e altre città. Secondo gli organizzatori, tale campagna serve ad "aumentare la consapevolezza tra i cittadini atei, non credenti e liberi, in generale, circa la necessità di rendersi visibili e fieri delle proprie convinzioni e per consentire loro di rivendicare gli stessi diritti e le libertà che sono riconosciuti agli altri cittadini per il semplice fatto di possedere o di esprimere una fede religiosa".
Ad alzare il 'polverone' anti-Papa, dopo l'Inghilterra, ora ci prova anche la Spagna con la sua Unione atei e liberi pensatori della Catalogna che ha raccolto 2mila euro per comprarsi una settimana di visibilità e che invita a fare donazioni sul sito www. busateo.org per estendere la campagna.
La polemica è stata subito servita sul piatto ancora festivo, con una prima risposta della Chiesa Cattolica di Spagna già tre giorni prima dell'avvio ufficiale della campagna: "Per i credenti la fede nell'esistenza di Dio non è motivo di proccupazione né è un ostacolo per godere onestamente della vita, ma è una solida base per vivere la vita con un atteggiamento di solidarietà, di pace e con il senso della trascendenza" è scritto in un comunicato diffuso venerdì della scorsa settimana dall'arcivescovado di Barcellona.

Elo ha detto...

1) Effettivamente se si può dire che la Carlsberg è probabilmente la birra più buona al mondo, non c'è nulla che possa sorprendere...

2) Che maialina bellina...

Mont ha detto...

Mi fate venire il nervoso... quella donna ha fatto una cosa magnifica e voi commentate il fatto che è bona.

Maschilisti fino all'osso.

Serenopolveroso ha detto...

1) Avresti fatto lo stesso se fosse stato un bono

2)Quanto vuole l'Atr???

Anonimo ha detto...

"Probabilmente il Comunismo e' una merda. Ora smettete di fare i parassiti e andate a lavorare."

Brusca ha detto...

"Probabilmente i tuoi genitori dovevano andare al cinema quella sera. Ora smetti di scrivere cazzate e cavati dai maroni"

Mont ha detto...

Probabilmente.

falcon82 ha detto...

complimenti per l'inventiva!!

Elo ha detto...

Secondo me Anonimo è Roncisvalle.

Comunque riformulo: appoggio l'iniziativa e lei è una porcellina carina.

Nicola Andrucci ha detto...

anonimo, purtroppo ci tocca lavorare anche per quelli come te

Nicolina ha detto...

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/cronaca/atei-autobus/atei-autobus/atei-autobus.html?ref=hpspr1

anche in italia!!!!!!!!!!!!!