MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

lunedì, febbraio 02, 2009

Made in Italy
















Devo capire quale differenza corre tra una ragazza stuprata e un ragazzo bruciato. Sarò ingenuo ma le trovo due delle più grosse aberrazioni che l'uomo possa compiere. Eppure una differenza ci deve essere visto che nel primo caso una folla inferocita ha tentato di linciare i responsabili di quella violenza.
Può essere che una ragazza sia più debole e indifesa, allora una violenza contro quel genere appaia di gravità maggiore. O magari il ragazzo bruciato non è morto, quindi il fuoco doveva essere molto contenuto.
Sta di fatto che la folla, anzi, gli Italiani si sono indignati di fronte a un tragedia e non hanno battuto ciglio per quell'altra.

Ragazzi, addirittura Napolitano si è accorto che il razzismo sta dilagando: una cosa prevedibile, visto che la Lega ha preso il 20%.

Nel frattempo il governo minaccia di aumentare i militari nelle strade, punta il dito contro extracomunitari e magistratura. Le principali trasmissioni TV lo appoggiano (dai TG a Domenica In) e il cittadino medio ha paura di uscire di casa. Ignorando, e questa è una colpa, che per esempio la maggior parte degli stupri avviene dentro le mura domestiche.

Il governo aumenta i militari. Altrimenti chi spalerà la neve?

Militari per le strade e disciplina a scuola. La Gelmini introduce il 5 in condotta. Un modello autoritario (dio, patria e famiglia) fin da piccoli, così da rendere chiaro come funzionano le cose. Non mi stupirò quando ritireranno fuori le divise. O le scuole separate. Come se la disciplina militare aiutasse i ragazzi a crescere sani. Li aiuta a crescere fascisti, e nient altro.

Intanto cosa fa la mia generazione? Guarda il grande fratello. O peggio, guarda la Gialappa, perchè così puoi guardare il grande fratello senza vergognarti. Siamo un branco di pecore, che critica questi mezzucci, ma quando vede un paio di tette poi si placa subito. O una partita di calcio. Si discute più di quello che di ogni altra cosa: anche le persone più intelligenti si lobotomizzano di pallone.

Morale della favola? Il problema è uno solo: l'ignoranza, dalla quale derivano razzismo, fascismo, dipendenza dalla tv, calcio, che insieme chiudono il circolo vizioso e fomentano l'ignoranza stessa.

Vi si può porre rimedio solo se ciascuno si impegna con se stesso.

Sono molto pessimista.

Valete.

4 commenti:

Matteo ha detto...

E' la stessa cosa che ho pensato anch'io: per gli stupratori una folla che li voleva linciare, per gli "scalda barbone" nessuno (sia chiaro, preferirei non vedere mai alcuna folla inferocita, in nessun caso...). E il tg 2 che fa un servizio dove, come prima notizia, intervistano la mamma del 16enne che ha picchiato il barbone... perché... poverino: seguiva il gruppo, lui in realtà è un agnellino (italiano)!

"O peggio, guarda la Gialappa, perchè così puoi guardare il grande fratello senza vergognarti."
Quoto in pieno

Ettore ha detto...

Io cmq preferisco un paio di tette al calcio :))) Ma cmq nn c'è bisogno del GF

Red ha detto...

A tal proposito i porno -facilmente reperibili su internet- dovrebbero esser d'uopo, e corrompono assai meno la coscienza civile dell'individuo.

popKiller ha detto...

Strano ma vero, nessuno ha fatto riferimento al fatto analogo del senzatetto arso vivo qui a Rimini...