MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

domenica, febbraio 08, 2009

Stato vegetativo

















Abbiamo un governo che per rovesciare la democrazia non si ferma nemmeno davati alla salute della gente. Le polemiche nate dalla vicenda della povera Eluana stanno diventando materia di propaganda per Berlusconi e il suo agire eversivo, che non perde occasione per portare avanti il suo progetto piduista, il suo colpo di stato.

L'ultima e agghiacciante mossa del grande evasore è di utilizzare Eluana Englaro per giustificare la modifica della costituzione e trasformare la nostra in una repubblica presidenziale, l'ennesima mossa ad personam. I distacco con Napolitano è una messa in scena, uno stratagemma per far credere al popolino che il presidente della Repubblica abusi del suo potere, che voglia morta una ragazza con la sola colpa di essere in stato vegetativo in questo preciso momento storico.

Con il vaticano che punta il dito e appoggia quei politici che si dicono per la vita e poi mandano le bombe in Iraq. Il vaticano non ha nè il diritto nè il dovere di esprimere un'opinione, di dare ordini: il papa è un farabutto che appoggia i potenti e vuole aumentare le proprie ricchezze.

L'opposizione non fa niente. L'opposizione solidarizza.

In tutto questo l'Italia sta reagendo come ha sempre fatto: si farà stuprare da Silvio, e si troverà nella merda fino al collo senza rendersene conto. Senza lamentarsi.
Come al solito.

L'unico stato vegetativo che vedo in questa ennesima dimostrazione della pochezza della nostra democrazia è quello che affligge il popolo italiano.

E qui non c'è sospensione del trattamento che tenga.

Valete.

Nessun commento: