MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, aprile 28, 2009

Influenza divina
























Influenza suina, influenza divina (il paragone è immediato).

Messico, scoppia l'influenza suina. In realtà il virus si è sviluppato in una donna ma, come è noto, è impossibile distinguere un maiale da una messicana.
Forse solo per i baffi.

Pittoresco il modo di seppellire le vittime: legate ad un bastone con una mela in bocca.

Le peggiori influenze si sono radunate e fuse all'interno dei maiali. E così è nato il PdL.

"Tre ceppi di virus, una carne sola", recita il nuovo spot di McDonalds.

"Feci bene a fare il maiale all'ospedale!" avrebbe detto un mio compaesano (beccato vent'anni fa circa mentre macellava l'animale nella cucina del nosocomio locale).

Dopo suini, bovini e uccelli, ci rimangono solo gli ovini. Insomma, tutti a pecora.

Il virus si trasmette solo tramite la saliva e le vie respiratorie: vorrei proprio sapere chi cazzo si è messo a fare linguetta con un maiale. Da crudo, intendo.

Non è quindi pericoloso mangiare la carne di maiale, a meno che non siate Giuliano Ferrara: è vero che non si contrae il virus, ma sarebbe cannibalismo.

Nella foto un ristorante che ha colto la palla al balzo.

Valete.

4 commenti:

Elo ha detto...

Ahahahahahahaha...il maiale all'ospedale è un copyright sampierano...

Comunque è la vendetta di Manzotin, Simmenthal e Amadori che per colpa delle varie mucche pazze e aviarie artatamente studiate dai maialai avevano subito gravi crisi, sono sicuro...

Brusca ha detto...

Del maiale non si butta via niente, nemmeno l'influenza

enricodellacomunicazione ha detto...

PANDEMIA

Anonimo ha detto...

Ti farei vedere certi Maiali che altro che linguetta da crudo ciccio mio...

Lilì Marlene