MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

lunedì, marzo 01, 2010

Giornata nera























Lavorano da braccianti, badanti, operai, non vengono rispettati sul lavoro, per le strade, vivono alla soglia di povertà, in baracche o in catapecchie, e in genere noi diamo loro la colpa di quasi tutti i problemi.
Oggi in molte città italiane i lavoratori immigrati si fermano per farci vedere quanto servano al nostro paese. Ci spiegano che se vogliamo tanto fare gli Italiani non dobbiamo cacciarli fuori, perchè sono necessari al nostro paese.

Sono il 5% della popolazione e producono il 10% del PIL. Senza considerare i lavoratori a nero, che non pagano le tasse spesso ricattati dai datori di lavoro.

Questi vogliono più bene all'Italia di noi, facciamocene una ragione.

Giornata nera anche per il nostro amato premier. Il barzellettiere nazionale oggi ha veramente dato il meglio di sè: 500 autori comici davanti a 500 macchine da scrivere non avrebbero potuto inventarsi una gag migliore di questa.

Ecco la vicenda se fossi Minzolini. Berlusconi oggi ha l'udienza per il processo in cui è accusato di aver corrotto Mills. Ma non può partecipare, perchè ha il Consiglio dei Ministri. Chiede il legittimo impedimento. Quegli stronzi dei giudici non glielo concedono, secondo loro il CDM non è un legittimo impedimento.
I legali del premier: "se il CDM non è un legittimo impedimento per il presidente del CDM, ditemi voi cosa lo è?".

Ma arriviamo alla parte demenziale. Perchè questo è davvero demenziale.

Angelino Frontespizio Alfano è indignato: "Sono incredulo! Come hanno potuto i giudici non concedere il legittimo impedimento? Oggi in CDM si è discusso pure di una legge contro la corruzione in parlamento!".

Berlusconi il corruttore (vedi processo Mills) vuole il legittimo impedimento perchè deve fare una legge contro la corruzione dei politici.
Ci mancava dicesse ai giudici: "Guardate che io sono dalla vostra parte! Voglio vedermi in galera: ecco perchè devo discutere quella legge."

Ma non è finita.

L'udienza di oggi era stata fissata consultando l'imputato, ovvero Berlusconi. I suoi legali infatti avevano concordato la data con i giudici, per poi comunicare che nonostante le decisioni, il loro assistito non avrebbe potuto essere presente. Come mai?

Per un CDM che lui stesso ha convocato.

"Berlusconi vorrebbe andare in tribunale, ma questo toglierebbe tempo prezioso da dedicare al governo. " Diceva Alfa-Alfano qualche giorno fa.

E' proprio così: Berlusconi vuole andare in tribunale. E il maiale non vede l'ora che arrivi l'inverno.

Caos liste. In Lazio il PdL si è vista esclusa dalle prossime provinciali per un ritardo nel presentare i documenti necessari. Il tizio che doveva consegnarli si è fermato a mangiare un panino ma ha perso troppo tempo.
Però il PdL se lo doveva aspettare: mandi un ex-socialista all'ultimo momento e speri che quello non mangi nulla?

Rotondi commenta: "Banda di incapaci". Locuzione che fa riferimento sia al mondo del crimine che all'inettidutine. Potrebbe diventare il nuovo motto del PdL.
E Gasparri sarebbe il nuovo segretario.

In Lombardia invece escluso Formigoni per 500 firme non valide. Mancavano di timbro, data, autenticazione: un vero troiaio. Poi si è capito l'errore: quelle 500 non erano firme, era la lista dei ciellini che aveva infilato in regione.

In alto un messaggio lasciato dall'avvocato Mills prima della prescrizione.

Valete.

Nessun commento: