MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

martedì, marzo 30, 2010

L'Italia s'è destra

Ennesima sconfitta per il buonsenso. Le regionali finiscono 7 a 6 per il centrosinistra, in una tornata elettorale che vede il razzismo e il populismo vincere sulla ragione. Boom della Lega Nord che raggiunge il 13%.

Elezioni del populismo. Hanno la meglio i partiti che meglio comunicano con la gente: la Lega è riuscita a far eleggere il figlio di Bossi, quello che è ritardato anche senza l'ictus.

Se 3 anni fa a votare il Carroccio erano gli ignoranti e gli analfabeti, oggi sono anche i giovani studenti. Mi si gelava il cuore quando al seggio mi scorrevano davanti le schede con le preferenze scritte con una giovane calligrafia.

La Sinistra esce ancor di più menomata. Astensionismo, Vendola e Grillo hanno contribuito a disperdere i voti. Grillo è la presa per il culo più grande dopo Berlusconi.

In EmiliaRomagna il Movimento a cinque stelle è al 7%. Un partito che è contro i partiti (chiamalo Movimento ed è un'altra cosa), che si dà le 5 stelle da solo, che istruisce dei ragazzi affinchè parlino come il loro leader. Lo so, detto così sembra il Pdl.

Grillo che non vuole pesare sullo stato per la campagna elettorale. Fa firmare ai suoi candidati un documento nel quale rinunciano ai rimborsi, per non frugare nelle tasche dei contribuenti. Allora chi paga le spese? Contributi volontari. Ovvero i contribuenti con altri fondi. Bah.

Grillo che propone le sue liste contro la Tav, per l'energia pulita, per l'acqua pubblica. Ci sono già partiti che hanno questo in programma, ma fa più figo dirlo a teatro facendo pagare il biglietto.

Già era difficile dialogare con la Bresso: andate grillini, attuate il programma con Cota.

Una campagna elettorale bufala, con il Pdl che appare in tv 5 volte in più degli altri partiti, mentre alcuni non sono mai stati nominati. Una Rai scandalosa, di regime. E un popolo che se ne frega e si fa abbindolare dalle belle facce sorridenti.

Berlusconi e Bossi. Non hanno fatto niente per il paese. Ma non è un motivo valido per cacciarli, evidentemente.

Che schifo.

Valete.

7 commenti:

loristeo ha detto...

Concordo con lo schifo, ma i comunisti in quanto a dispersione dei voti non devono prendere lezioni da nessuno.

ighi ha detto...

ciao mont mi dici che partiti sono quelli contro la tav e per l'energia pulita? vabò che son distratto ma non ne ho trovati. con mio rammarico ho trovato solo somiglianze tra il programma (esagero) della bresso e di cota. sono rammaricato come direbbe josef.

Mont ha detto...

Nonostante l'alleanza con la Bresso, la Federazione della Sinistra aveva in mente quelle cose. Probabilmente sbronzi hanno firmato il patto.

Délla ha detto...

Mont concordo. Che Schifo.

bèllo ha detto...

con la bresso era un appoggio esterno per non fare vincere quella merda di cota. non abbiamo partecipato al programma. ringraziamo grillo.

Tella ha detto...

"Se 3 anni fa a votare il Carroccio erano gli ignoranti e gli analfabeti, oggi sono anche i giovani studenti. Mi si gelava il cuore quando al seggio mi scorrevano davanti le schede con le preferenze scritte con una giovane calligrafia."

Appunto, ignoranti e analfabeti.

Tella

Anonimo ha detto...

Grande Tella.
I giovani studenti del Cheers il sabato pomeriggio.

Bisogna che Nestore modifichi San Piero is burning:

"Non ho neanche voglia di fare il liceo a Bagno, faccio il figo al terme e all'aperitivo a Cesenatico, voto la Lega e saldo da Fucci".

Elo