MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

venerdì, aprile 23, 2010

Partito Democratico














Storico congresso nazionale del Pdl. Storico perchè non c'era nient'altro in tv.

Il confronto fra Fini e Berlusconi raggiunge cime epiche: urla, accuse dirette, dita puntate, gente che si alza.
Se non avessi avuto il logo ti SkyTg24 l'avrei confuso per una puntata di Uomini e Donne.

Berlusconi quando si arrabbia davvero si nota: dice frasi sconnesse, balbetta e perde l'uso della mascella. Sembra uno fatto di metanfetamine. E conoscendolo, non mi stupirebbe.

Berlusconi è infuriato e lascia intendere che potrebbe anche espellere Fini dal partito. Il partito dell'amore.

Fini lo sfida: "Che fai, mi cacci?". Ma poi si chiarisce l'equivoco. Non era una sfida, stava chiamando il suo filippino, Kefay Mikachi.

Gianfranco Fini si lamenta della mancanza di democrazia all'interno del partito. Anche fuori non è che ce ne sia poi tanta, eh.

Comunque l'ex missino si è innalzato baluardo della democrazia. "Finalmente qualcuno che si oppone allo strapotere di Berlusconi" ha commentato Bersani.

Siamo un popolo così abituato alla mediocrità che ci basta poco per essere contenti. Infatti il secondo partito è il PD.

Lo strappo è talmente grande che Berlusconi sta seriamente pensando di costruirci un ponte.

Fini e i finiani non trovano giusto che il Giornale di Feltri spari a zero su di loro, che il quotidiano del premier critichi aspramente alcuni membri del partito del premier.

Un bel commento l'ha fatto ieri sera ad Annozero il sindaco di Firenze Matteo Renzi (PD):
"Oggi Fini ha scoperto che il presidente del Consiglio ha un giornale. Fra un paio d'anni si accorgerà anche del conflitto d'interessi."

Ecco, se siamo arrivati al punto che anche il PD si permette di fare delle battute, è ora di darci una mossa.

Adesso anche la Lega s'è incazzata e minaccia la fine dell'alleanza col Pdl. "Quello del Pdl" dice Bossi "è un crollo verticale".
"Eppure io le pillole le ho prese" ha risposto Berlusconi.

E' incredibile come ciò che vive Bossi si ripeta negli elettori della Lega. Bossi si incazza e i leghisti si incazzano. Bossi festeggia e i leghisti festeggiano. Bossi ha un ictus e i leghisti lo votano.

Resta solo monsignor Fisichella a consolare l'abbandonato Silvio: "nonostante tutte 'ste separazioni, un po' di pane azzimo te lo diamo lo stesso".

Ringrazio il Manifesto per l'immagine e il titolo del post.

Valete.

Nessun commento: