MONTv

MONTmp3

MONTpics

Top Tens

Racconti

BEST VIEWED with MOZILLA FIREFOX

venerdì, agosto 20, 2010

Rungi da me

















La chiesa continua a muovere crociate contro chi non la pensa diversamente. Da 2000 anni circa.

L'ultimo a scagliarsi contro i relativisti, gli eretici, i bestemmiatori, gli infedeli, è padre Antonio Rungi (fonte giornalettismo.com), teologo morale (che titolo è?), che se la prende con Internet: a lui non sta bene che chi offende la chiesa e il suo credo abbia la possibilità di pubblicare e diffondere le sue idee.

Vorrebbe far sparire i "siti offensivi e dissacranti che contribuiscono ad accrescere il senso di smarrimento nella gente". Tradotto: "la gente sta capendo che siamo dei buffoni, dobbiamo correre ai ripari e impedire che ci abbandonino".

E ribadisce che questi siti mettono anche in discussione il concetto di peccato, che rischia di diventare confuso.

Mont - Perchè devi dirmi tu cos'è giusto e cos'è sbagliato?
Rungi - Non lo dico io, lo ha scritto dio in un libro.
Mont - No: me lo dici tu dopo aver letto un libro scritto da uomini che avevano sentito delle storie di gente che diceva di parlare con dio. Ora, chi è l'ingenuo?

Padre Rungi sull'ultimo post del suo blog (2009) si professa contrario alla violenza sulle donne.
Lo stesso padre Rungi che qualche anno fa lanciò l'idea di un concorso di bellezza per suore via web. Sister Italia, lo chiamò. Le sorelle fra i 18 e i 40 anni dovevano mandare la loro foto all'indirizzo personale del sacerdote, e l'autorizzazione a pubblicarle.

Certo che come modo di farsi le pippe, questo li batte tutti.

Nella foto la prima vincitrice di Sister Italia.

Valete.

Nessun commento: